Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.
Per ulteriori informazioni clicca qui.

ANNO 1926 – ANNO IV° E.F.

Il nuovo anno si presenta con una nevicata tanto abbondante da ricorrere alla chiusura delle Scuole.
Gli impiegati comunali devono prestare il giuramento che fra l’altro recita  “Giuro che non apparterrò né appartengo ad Associazioni e Partiti la cui attività non si concilii coi doveri del mio Ufficio”.

5 Gennaio - Muore la regina madre, Margherita di Savoia; le scuole sospendono ogni attività in segno di lutto fino al giorno 11, giorno dei solenni funerali.

15 Gennaio - L’orologio del campanile è guasto e non funzionerà per una quindicina di giorni.
Una nuova copiosa nevicata rende impraticabili le strade del paese; il manto nevoso è di poco inferiore ai 50 centimetri. E’ anche interrotto il traffico ferroviario a causa di uno scontro fra treni alla stazione Bovisa di Milano

4 Febbraio - Gli alunni delle Scuole si recano in corteo alla Chiesa Prepositurale per assistere alla S.Messa di trigesima in suffragio della Regina Margherita di Savoia. Sulla facciata della chiesa prepositurale campeggia la scritta

 Comune e Parrocchia

tributano onore di pianto e di preci

a Margherita di Savoia

prima Regina d’Italia

6 Febbraio - Le scolaresche assistono alla proiezione del film “I promessi sposi” presso il Cinema Mariano.

10 Febbraio - L’Antico e Premiato Corpo Musicale festeggia il 75° di fondazione e dal Comune viene elargito un contributo di £. 2.000, con l’obbligo di intervenire gratuitamente a tutte le manifestazioni previste dal nuovo calendario del regime fascista:

         23 Marzo: fondazione del Fascio

         21 Aprile: Natale di Roma

         24 Maggio:entrata in guerra

         1a domenica di Giugno: festa dello Statuto

         20 Settembre: presa di Roma

         28 Ottobre: marcia su Roma

         4   Novembre:festa nazionale

         11 Novembre:compleANNO del Re

21 Febbraio - La Cassa di Risparmio festeggia il 50° della fondazione della filiale di Mariano ed offre un libretto di risparmio con £. 50 ad ogni orfano di guerra.

25 Febbraio - Gli abitanti della cascina San Martino sollecitano il Comune per la costruzione di un ponte sul torrente che sbocca dalla valle del Laghetto.

20 Marzo - Presso il salone del Politeama si tiene lo spettacolo “Pro dote Scuola”, realizzato dalle scolaresche marianesi con la finalità di raccogliere fondi per l’acquisto di sussidi didattici.

30 Marzo - In occasione dell’annuale Festa degli Alberi si sostituiscono alcuni alberi nel viale delle Rimembranze. La cerimonia è ostacolata da una incessante pioggia.

9 Aprile - Viene esposta la bandiera sugli edifici pubblici in segno di esultanza per lo scampato pericolo del Duce, ordito dall’irlandese Violetta Gibson.

Nel mese di Aprile le scolaresche sono invitate a partecipare alla campagna della “Lotta contro il maggiolino”, promossa dal Consorzio Agrario. Si ricevono £. 1 per ogni chilo di larve e £. 1,25 per un chilo di insetti.

24 Maggio - Solenne manifestazione patriottica per la benedizione della bandiera del Comune, ed il vessillo delle Madri e Vedove dei Caduti; presso lo stabilimento ISIS si scopre la lapide dedicata ai Caduti dipendenti. Dalla cronaca scritta dalla maestra Fiorenza Uslenghi si apprende:

“Festa patriottica con intervento delle più spiccate autorità civili e militari. Benedizione della bandiera del Comune offerta dalla popolazione e benedizione della bandiera Madri Vedove e Famiglie dei Caduti e Dispersi in guerra, offerta dalla gentil signora Vitali Carmela.

La cerimonia si svolse nel cortile delle scuole. Dopo la benedizione due orfane di guerra Fermini Maria, mia scolara di dieci anni, e Tagliabue Angelina d’anni 15 ex scolara, operaia dello stabilimento ISIS recitarono brevi discorsi che furono vivamente applauditi. Dopo altri discorsi delle più spiccate autorità civili e religiose, e dopo il corteo, fu benedetta ed inaugurata la lapide ai Caduti dello Stabilimento ISIS dove un’altra orfana, signorina Boffi, parlò egregiamente più volte applaudita a nome dei morti e degli impiegati ed operai riconoscenti.

I bimbi delle scuole, il cui contegno corretto e disciplinato fu ammirato da tutti i superiori, cantarono applauditi Inni”.

 La lapide recita

Il lavoro forti, probi, operosi, li forgiava.

La Patria Eroi li consacrava.

La Ditta i nomi gloriosi ricorda.

1915 - 18

 Il cronista parrocchiale informa che “Il mese di Maggio fu apportatore di bruttissimo tempo. Si ebbero giornate freddissime e ne ebbe a soffrire la foglia del gelso, sicchè questa andò perduta per una buona metà”.

 3 Giugno - Celebra la sua Prima Santa Messa il novello sacerdote don Felice Ballabio: sulla porta maggiore della chiesa si legge questa epigrafe:

Cristiani di questa illustre terra

accompagnate con fervidi preci

il vostro concittadino don Felice Ballabio

e per l’Ostia la prima volta

da lui offerta su questo Altare

nella grande solennità del Corpus Domini

sul clero, sul popolo

discendano copiose

le benedizioni dell’Altissimo.

 15 Giugno - Partono i bimbi ospiti della Colonia Marina “Oberdan” di Pietra Ligure.

29 Giugno - Gli scolari delle scuole elementari partecipano ad uno spettacolo teatrale a favore della Colonia Oberdan.

3 Luglio - Gita scolastica a Monza con visita al Duomo e al Parco Regio; per i più piccoli, passeggiata al Casino Peregalli.

12 Luglio - Le scuole sono sollecitate alle iscrizioni alle nuove istituzioni dei Balilla e Piccole Italiane; si raccolgono le prime adesioni. Con la legge de. 3 Aprile 1926 era stata isti- tuita l’O.N.B. destinata ad organizzare le attività dei Balilla (8 - 12 anni ) e degli Avanguardisti (12 – 18 anni); Anche le femmine sono inquadrate nelle Piccole e Giovani Italiane.

Una maestra scrive sul registro: “Mi risulta dalla testimonianza di alcune scolare che la nostra opera di propaganda a favore dell’Associazione delle Piccole Italiane viene ostacolata con ripetute insinuazioni dalla signorina dirigente dell’Oratorio Femminile. Denuncio il fatto al Direttore, il quale ha già avuto sentore della cosa da altre insegnanti. Egli mi incarica di denunciare l’accaduto al R° Commissario Prefettizio, domani stesso, a nome suo …”.

Un’altra segnala: “ Oggi riuscii a fare la nota dei bambini che vogliono iscriversi ai Balilla. Insistetti assai per ottenere una numerosa iscrizione, ma inutilmente. I genitori dei miei scolaretti, non so per quale preconcetto, negarono ai loro bimbi il permesso di entrare a far parte del coraggioso corpo dei Balilla. Soltanto 5 risposero all’appello”.

28 Luglio – Terminano le lezioni scolastiche.

6 Agosto - Con delibera del Commissario Prefettizio si emette il pubblico bando per la scelta della ditta costruttrice della nuova Pesa Pubblica in piazza Roma.

1° Ottobre -  Nella scuola elementare si registra l’arrivo del maestro Giovanni Mazzini, proveniente da  Trescore Balneario (Bg); sostituisce il maestro Rossi, trasferito a Como. Gli alunni iscritti sono 819: 787 nel capoluogo e 32 in frazione.

Nel mese di Ottobre la Parrocchia indice grandi festeggiamenti in occasione del Giubileo proclamato dal Papa e per la solennità del II° Centenario della canonizzazione di san Luigi Gonzaga, con l’inaugurazione della bandiera dell’Unione Giovani Cattolici di Mariano. Sul cartello affisso sulla facciata della prepositurale di legge:

 Nel II° centenario della canonizzazione di san Luigi Gonzaga

i giovani cattolici di Mariano

al celeste Patrono della Purezza si consacrano

e sul nuovo vessillo al Protomartire Sacro

giurano fedeltà al programma

di Preghiera, Azione, Sacrificio.

31 Ottobre - Dalla Curia di Milano giunge la notizia che la Chiesa di Perticato è eretta a Parrocchia e don Elia dell’Orto d’ora in poi potrà fregiarsi del titolo di Curato.

4 Novembre - Corteo per l’anniversario della Vittoria; discorso del Commissario Prefettizio.

17 Novembre - Mons. Gerolamo Colombo presta giuramento in occasione della sua nomina a Presidente dell’Asilo Garibaldi.

27 Novembre - Si riunisce il Consiglio d’Amministrazione dell’Ospedale presieduto dal signor Giuseppe Cugnasca; sono presenti i consiglieri don Pietro Vismara, Valagussa, Brivio ed il prof. Bonzani chiamato per comunicazioni. Le funzioni di Segretario sono svolte        dal signor Beretta. Viene approvato il nuovo Statuto del Consorzio Ospedaliero Giussano – Mariano C.se.

Si decide la spesa del contributo di £. 100.000 elargito dalla Cassa di Risparmio (costruzione e arredamento della Lavanderia – acquisto di 20 letti – impianto di un gabinetto batteriologico – strumenti vari).

11 Dicembre - A nome della Corporazione Forestale il Provveditore agli Studi ordina l’abbandono dell’uso dell’albero di Natale e ripristinare la tradizione del presepe, al fine di consentire la crescita degli alberi nei boschi, dopo i tagli indiscriminati avvenuti durante il periodo bellico.

24 Dicembre - Il Prefetto di Como nomina il signor Giuseppe Cugnasca alla carica di Commissario Prefettizio.

L’intarsiatore Eligio Anzani è premiato con medaglia d’oro all’Esposizione delle Piccole Industrie di Como.

Il cronista parrocchiale ha occasione di lamentare la partecipazione delle ragazze alle veglie di Carnevale organizzate in diversi locali pubblici; amaro il  commento “… Non si sarebbe aspettata tanta depravazione specie nel ceto femminile dopo la predicazione per le feste Lourdiane e di sant’Agnese”.

Registra inoltre “… l’esodo di buon mattino delle comitive ai boschi, deserte la sacre funzioni vespertine e la moda delle giovani va assumendo ognora più della sconcezza”.

Abitanti 7.664 - nati 208 - morti 127.

ANNO 1927 – ANNO V° E.F.

14 Gennaio - Per la piazza di Mariano transita la processione che trasporta le reliquie di San Luigi Gonzaga, attese da una folla imponente e dal suono delle campane delle chiese.

15 Gennaio - Il signor Antonio Boga è incaricato alla sostituzione del Commissario Prefettizio in caso di sua assenza.

25 Gennaio - Il Prefetto di Como prende atto delle dimissioni presentate dai componenti del Consiglio d’Amministrazione dell’Ospedale F. Villa.

25 Aprile - Da quattro anni ai bambini marianesi in precarie condizioni di salute o familiari è offerta la possibilità di trascorrere un periodo di vacanza al mare presso la Colonia “Cesare Battisti”; il direttore didattico, presidente della benefica istituzione, segnala al Commissario Prefettizio signor Cugnasca la necessità di contributi per il proseguimento dell’iniziativa “… intrapresa per soccorrere gli orfani di guerra ed i poverelli bisognosi di cure. ..”.

9 Maggio - Il Patronato Scolastico dona alle Scuole Elementari un fonografo, corredato di molti dischi.

15 Maggio - Consegna della medaglia d’oro al Direttore Didattico signor Paolo Negri, per i 40 anni di servizio; era giunto a Mariano nell’ANNO 1888 e nel 1908 era stato incaricato a dirigere la scuola marianese.

28 Maggio - Il Re Vittorio Emanuele III° transita per Mariano. Il Sovrano nella mattinata a Como aveva inaugurato l’Esposizione Voltiana ed a Cantù aveva assistito alla posa della prima pietra dell’Esposizione Mobili. Di qui deve portarsi all’Istituto “Grandi Invalidi” di Arosio e pertanto transitare per le strade di Mariano. Il paese è tutto imbandierato e nel piazzale del Monumento ai Caduti sono schierati gli alunni delle Scuole e dell’Asilo che, unitamente ad una numerosa e festante folla, sono in trepida attesa dell’arrivo del Re. Il corteo regale giunge puntuale; il Re si intrattiene brevemente con il Commissario Cugnasca ed il Prevosto, e poi prosegue per Arosio.

30 Maggio - Il Prevosto benedice la nuova Croce al Lazzaretto; la precedente era stata spezzata da un carro guidato da un cavallo imbizzarrito.

30 Giugno - Chiusura dell’ANNO scolastico.

20 Luglio - Il Podestà di Mariano segnala al Prefetto di Como una frode amministrativa: in seguito ad accertamenti il Podestà ha scoperto che erano state esposte somme relativi a onorari per operazioni chirurgiche mai eseguite.  Della situazione sarà informato anche il Segretario della locale sede del Fascio.

6 Agosto - Il Prefetto di Como nomina il Cav. Giuseppe Cugnasca alla carica di Podestà; la carica di Vice-Podestà è invece ricoperta dal signor Antonio Boga. Il sig. Maurizio Wetzel è invece nominato Delegato del Podestà.

15 Agosto - Nella Relazione dei Lavori Pubblici si ricordano le opere già terminate:

1 – impianto di fognatura;

2 – sistemazione stradale

Sono invece in corso di attuazione:

a – la sistemazione della pubblica illuminazione

b – il progetto del Macello e del Mercato bovino

c – la sistemazione del Cimitero

Si stANNO progettando:

1 – la ristrutturazione del palazzo Municipale

2 – l’ampliamento del Palazzo Scolastico

3 – la copertura della Roggia Vecchia.

12 Settembre - Inizia l’ANNO scolastico e terminerà il prossimo 23 Giugno. Si contano 21 classi con un totale di 862 alunni iscritti, di cui 35 in frazione.

Nella Relazione sui Lavori Pubblici realizzati nel biennio 1927-28 si evidenzia come: “… Il Palazzo Scolastico, per quanto grande, esso si presenta già insufficiente. Due aule si trovano nel Palazzo Comunale allogate in qualche modo, ma il fabbisogno è di almeno quattro. All’edificio manca naturalmente la palestra come un problema di una certa urgenza, mentre la soluzione finanziaria non è facile”.

19 Settembre - Vacanza scolastica in occasione della grande Fiera.

12 Ottobre - Si festeggia la scoperta dell’America e le scolaresche fruiscono di un giorno di vacanza.

4 Novembre - I musicanti della Banda cittadina festeggiano l’anniversario della Vittoria con un “… pranzo di grasso …”( era venerdì!!)  presso il Circolo Pace ed il Prevosto li ammonisce, ricordando che nessuno aveva loro concesso la deroga!

6 Novembre - Commemorazione della Vittoria; i Balilla e le Piccole Italiane si recano a Carugo per l’inaugurazione del monumento ai Caduti.

13 Novembre - Tutti i maschi delle leve 1908 e 1909 sono precettati alla prima edizione dei Corsi di Istruzione Premilitare.

Dal cronista parrocchiale si apprende che a causa di un’epidemia di gastro enterite si sono registrati molti decessi di bimbi in tenera età e che “L’annata fu straordinariamente abbondante per le campagne, poichè non si ebbero le mattutine brine, tempeste e siccità; l’acqua fu abbondante in tutta la stagione estiva. Però furono bassissimi i prezzi dei bozzoli e dei grani, sicchè con difficoltà molti coloni poterono pagare l’affitto delle loro terre e case.

Va poi facendosi impressionante la crisi del mobile, la mancanza del denaro corrente per i contratti e la pletora di cambiali sul mercato. Sono entrate in Parrocchia nuove famiglie di contadini che hANNO l’aspetto di gente onesta, cristianamente ordinata.”.

La Scuola di Merletto è presente alle Esposizioni di Roma e di Torino e si aggiudica premi importanti.

Abitanti 7.785 - nati 185 - morti 147.

ANNO 1928 – ANNO VI° E.F.

6 Gennaio - Per la prima volta anche a Mariano per i bimbi iscritti all’Opera Nazionale Balilla si tiene la suggestiva cerimonia della Befana Fascista, nel locale del Cinema Politeama.

18 Febbraio - Si celebra la Festa del Riso; le scolaresche sono informate sui benefici del consumo del cereale.

25 Febbraio - A tutti gli alunni che hANNO compiuto 8 anni le maestre distribuiscono una scheda su cui i genitori devono segnare se i loro figli sono o no iscritti all’Opera Nazionale Balilla.

3 Marzo – Il Direttore Didattico riunisce gli insegnanti e li esorta “ ad una più intensa fascistizzazione della scuola”.

20 Marzo - Il segretario del P.N.F., il grande invalido Arnaldo Nicosanti, commemora la figura del generale Diaz, scomparso nei giorni precedenti.

9 Aprile - Il Prefetto di Como decreta lo scioglimento del Consiglio di Amministrazione del     Circolo Proletario; il Segretario Politico del Fascio, signor Arnaldo Nicosanti, è nominato Commissario Prefettizio dell’Ente, incaricato della temporanea amministrazione della Cooperativa.

15 Aprile - Si celebra la Festa del Pane; nelle scuole si vendono panini a favore dell’Opera Italiana Pro Oriente, sarANNO beneficiati gli italiani residenti nei paesi orientali.

12 Maggio - Con Regio Decreto è approvato il nuovo Statuto del Consorzio Ospedaliero Mariano-Giussano.

17 Maggio - Presso il Teatro Politeama le scolaresche presentano il tradizionale spettacolo “Pro Dote della Scuola”: gli alunni recitano, cantano, ballano fra gli applausi dei genitori e cittadini accorsi numerosi.

4 Giugno - Gli alunni delle classi elementari si recano in gita a Milano per la visita alla Fiera.

26 Luglio - Due avvicendamenti in Comune: per limiti d’età lascia l’ufficio il Segretario Comunale Eraldo Tosetti ed è sostituito dal sig. Augusto Paltrinieri, fra i cui meriti è segnala “la sicura fede fascista”; lascia l’incarico anche il signor Antonio Boga e la carica di Vice-Podestà sarà ricoperta dal signor Maurizio Wetzel.

4 Agosto - A cura dei Fabbriceri signori Luigi Proserpio, Carlo Pozzi, Augusto Proserpio e del Prevosto a tutte le famiglie viene distribuito un volantino con l’avviso della program- mazione delle “centenarie feste ad onore della Madonna di San Rocco” ed a tutti si chiede l’offerta di £. 30 e “… chi può faccia anche di più: i bisogni sono ingenti. Alla numerosa classe degli esercenti rivolgesi poi una speciale raccomandazione perché siano larghi e generosi in questa circostanza”.

14 Agosto - Il Prevosto comunica al Podestà che nei giorni 25 – 26 – 27 c.m. il cardinale Eugenio Tosi sarà a Mariano per le celebrazioni del Centenario della Madonna di San Rocco e per la visita pastorale.

26 Agosto - Il Card. Eugenio Tosi benedice i lavori di restauro della facciata e del campanile del santuario di San Rocco e scopre la lapide sistemata sul lato verso la via omonima.

La Regia Sovrintendenza all’Arte delle province lombarde chiederà delucidazioni in merito all’avvenuto restauro della chiesa di San Rocco “a cui sarebbero state sostituite le antiche linee primitive”. Nelle raccomandazioni di rito, il cardinale consiglia gli urgenti lavori di riparazione alla cappella del S.S. Crocifisso.

In questo periodo in parrocchia sono presenti, oltre al prevosto mons. Colombo, don Enrico Mauri, don Ettore Crippa, don Giuseppe Allievi e don Giuseppe Galbiati.

30 Settembre - I marianesi festeggiano l’onomastico del Prevosto e presso il teatro San Rocco si organizza una serata d’onore con la partecipazione della Banda, della Filodrammatica,della Schola Cantorum.

1° Ottobre - Dopo il collocamento a riposo del maestro Paolo Negri, il Provveditorato di Como assegna la Direzione Didattica al signor Giuseppe Bido di Cantù. Costui, forse solleci- tato da qualche maestra, intende abolire l’uso dei fastidiosi zoccoli da parte degli scola-ri, ma l’imposizione provoca le vivaci rimostranze dei genitori che ricorrono anche al Podestà. Pertanto il Direttore dovrà rinunciare al suo impopolare provvedimento.

Giungono nelle scuole di Mariano le maestre Piera Monghisoni e Lina Pagani.

La maestra Angela Bondimaj è nominata Segretaria del locale Fascio Femminile.

Le classi sono 20, con un totale di 823 iscritti, di cui 35 a Perticato.

14 Ottobre - I giovani della classe 1910 e quelli del 1909 sono convocati presso la sala del Municipio, dove il Centurione Cav. Vanini, Direttore dei Corsi Premilitari “… parlerà dell’ importanza e dei vantaggi che potrANNO usufruire i giovani che li frequentano”.

28 Ottobre - Sfila il corteo per la ricorrenza della Marcia su Roma. Una maestra scrive sul registro: “Terminata la guerra la gente cattiva scioperava e non voleva che il babbo e la mam- ma lavorassero per comprare il pane; non voleva che si pregasse Dio e faceva piangere tutti i buoni. Allora un uomo grande e coraggioso, Benito Mussolini, andò con i buoni come lui fino a Roma e col premesso del Re scacciò i cattivi. Così ritornò la pace e la tranquillità”.

4 Novembre - Il Prevosto Mons. Colombo benedice le nuove vie 28 Ottobre (attuale via Matteotti), 24 Maggio, IV Novembre, Trento, Trieste ed il piazzale Diaz.

10 Dicembre - Sulla scorta del R.D. 17.03.1927 n. 383 il Podestà di Mariano delibera l’aggregazione con i Comuni limitrofi di Carugo e Arosio. La proposta non avrà esiti, mentre l’aggregazione riguarderà i soli comuni di Arosio e Carugo.

17 Dicembre - Il Podestà ringrazia l’industriale Rutscky per la generosa offerta a favore delle famiglie numerose di Mariano: “Riaffermando una mobilissima tradizione di generosità, Ella ha voluto, con munifico gesto, mettere a disposizione delle famiglie numerose di Mariano Comense, in occasione delle prossime festività Natalizie, la somma di £. 1.000.  Nel porgere pertanto il ringraziamento vivissimo mio, che interpreta fin da ora i sensi di gratitudine dei beneficati, Le comunico che ho disposto perché tale somma vada a sollevare le più urgenti necessità delle famiglie che hANNO maggior numero di bambini”.

22 Dicembre - Nella sala comunale il Prefetto di Como consegna alcuni doni destinati alle famiglie numerose, quale “… compiacimento a benevolenza del Duce per i cittadini che più efficacemente contribuiscono alla campagna demografica”.

L’intarsiatore Eligio Anzani continua a mietere riconoscimenti: partecipa all’Esposizione Artigiana di Como e gli viene riconosciuta la medaglia d’argento.

Il cronista parrocchiale ricorda che “L’annata fu contraddistinta da pioggia frequente a primavera, scarso raccolto di bozzoli, abbondante raccolta di frumento. Siccità ostinata: scarsissima raccolta di melgone e mangime per le bestie. Nei mesi di luglio, agosto e settembre il caldo fu soffocante”.

Abitanti 7.970 - nati 184 - morti 84.

ANNO 1929 – ANNO VII° E.F.

15 Gennaio - Nella chiesa di S. Stefano si celebra una santa Messa in suffragio del Card. Eugenio Tosi, deceduto il precedente 7 Gennaio. Alla cerimonia partecipano tutte le notabilità locali, le scolaresche e le associazioni del regime. Il cartello appeso alla facciata della prepositurale recita

Al Cardinale Arc. Eugenio Tosi

splendore della Chiesa Milanese

Pastore e Padre degno di eterna memoria

Mariano rende l’estremo tributo d’onore,

di lode, di suffragio

ore 16 Grande corsa di cavalli al trotto – percorso km. 2 (per dilettanti) con numerosi e ricchi premi. Premio speciale al miglior attacco

ore 20 Concerto dell’Antico e Premiato Corpo Musicale Cittadino in piazza Roma

giorno  16      Continuazione della Fiera

                   ore   8 Apertura del Concorso Zootecnico

                   ore 10 Visita del bestiame concorrente sul piazzale del Municipio – Assegnazione                         premi

                   ore 20 Concerto del Corpo Musicale dell’Associazione  Nazionale Combattenti in                           piazza Roma

giorno 17       Continuazione della Fiera

                   ore 15 Distribuzione dei Premi e chiusura della Fiera

                   ore 20 Fuochi d’artificio rallegrati dai Corpi Musicali Cittadini     

1° Ottobre - La maestra Rosa Piccinelli inizia il suo quarantesimo ANNO scolastico: era giunta a Mariano nel 1906. Lascia il servizio il maestro Paolo Negri e la direzione della scuola è affidata al direttore didattico di Cantù, signor Giuseppe Bido. Le classi sono 19 con un totale di 837 iscritti, di cui 42 a Perticato. Iniziano i Corsi maschili e femminili di Avviamento al lavoro affidati alle maestre Perolini e Giovannini; scompare pertanto la classe 6^ elementare.

La Segretaria del locale Fascio Femminile, maestra Angela Bondimaj, ottiene dal Podestà l’autorizzazione per l’apertura di una Pesca di Beneficenza  indetta per finanziare la costruzione della Colonia Marina “Cesare Battisti” presso Rimini. In paese si vendono 544 cartelle per un importo di £. 1.088. Alla sottoscrizione partecipano tutti gli imprenditori locali; la Cassa di Risparmio contribuisce con la somma di £. 500.

21 Ottobre - L’industriale Rutscky dona al Comune azioni della S.A. Acquedotto per un valore di £. 100.000

27 Ottobre - Molti cittadini e l’intera scolaresca assistono al Te Deum in ringraziamento dello scampato pericolo del Principe Ereditario Umberto di Savoia, vittima di un attentato durante la visita in Belgio per il fidanzamento con la Principessa Maria Iosè

2 Novembre - E’ approvata la convenzione stipulata fra il Comune di Mariano e la Soc. Colombo Gas & C. per l’impianto e l’esercizio pubblico di distribuzione gas.

16 Novembre - Si nominano i membri del Consiglio di Amministrazione dell’Asilo Infantile “G. Garibaldi”: mons. Colombo, nob. Cesare Porta Spinola, rag. Cav. Roberto Vitali, Guido Berta, Eugenio Garbagnati

19 Novembre - A scuole si vendono le tessere della Società Dante Alighieri, l’organizzazione che tutela nel mondo il sentimento di italianità. La tessera costa una lira.

28 Novembre - Con il contributo di £. 100.000 versato dagli eredi dell’industriale Rutscky, il Comune acquisisce lo stabile già sede della S.A. Minuterie Metalliche, adiacente all’edificio scolastico di via Trotti e destinato a diventare la Casa del Balilla

9 Dicembre - Il nuovo arcivescovo di Milano, il card. Idelfonso Schuster, di ritorno dalla visita pastorale a Carugo, si intrattiene brevemente a Mariano, accolto dal Podestà, dal Segretario Politico, dai Balilla e Piccole Italiane

14 Dicembre - Si nominano i componenti il Consiglio di Amministrazione dell’Ospedale F. Villa per il quadriennio 1930-1933: sono i signori Antonio Leone Boga, Carlo Brivio, Luigi Botta, Giuseppe Valagussa; alla presidenza è chiamato il signor Guido Berta.

 23 Dicembre - Il Podestà segnala alla Federazione Prov. Fascista dei Sindacati dell’Agricoltura che numerosi abitanti di Perticato avevano acquistato terreni e case dal conte sen. Padulli, ignari che gli stessi fossero gravati da ipoteca, e sollecita l’intervento delle autorità a favore dei contadini.

Stando alle informazioni del cronista parrocchiale “L’annata fu buona per le campagne: niente brine, niente grandine. Buona stagione per le semine. Accentuata mortalità dei bambini per gastro-enterite”.

Abitanti 8.104 - nati 194 - morti 130.

ANNO 1930 – ANNO VIII° E.F

8 Gennaio - Si sospendono le lezioni scolastiche in occasione del matrimonio fra il Principe Umberto e la Principessa belga Maria Iosè. Si avvia una sottoscrizione per l’ampliamento dell’Asilo, con la costruzione di una nuova aula dedicata alla Principessa.

A cura delle autorità marianesi è inviato un telegramma di felicitazioni al Generale Clerici:

“Popolazione marianese innalzando fervidi voti di felicità auguste nozze amato Principe Ereditario dedica quale fervido e propiziatore atto d’omaggio alle LL.AA.RR. Principe Umberto e Principessa Maria ampliamento Asilo Infantile, da attuarsi con sottoscrizione già plebiscitariamente compiuta”.

7 Marzo - In occasione della Festa degli Alberi si piantano 10 nuovi alberi lungo il viale delle Rimembranze. Gli alunni sfilano lungo il viale e salutano “romanamente” gli alberi.

21 Marzo - Il Prefetto di Como decreta l’assegnazione in proprietà dei beni mobili ed immobili della “Casa Proletaria” all’Opera Nazionale Dopolavoro.

24 Marzo - Alcuni insegnanti marianesi presenziano con le loro scolaresche alla sfilata che si tiene a Como in occasione dell’anniversario della Fondazione dei Fasci di Combattimento.

Nel mese di Marzo si svolgono le operazioni del Censimento dell’Agricoltura e l’indagine accerterà che a Mariano sono presenti 829 aziende agricole; si contano fra l’altro 167 cavalli, 509 bovini, 80 maiali, 2.183 polli, 74 alveari.

6 Aprile - Inaugurazione della sezione degli Alpini ed Artiglieri di montagna.

8 Aprile - Si approva il progetto per la costruzione del Macello Pubblico, redatto dall’ing. Ugo Arcelli e finanziato con un mutuo di £.194.000 concesso dalla Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde. Il preventivo di spesa è di £.258.336,17

3 Maggio - Festa del Libro. Nelle scuole gli alunni sono invitati alla lettura dei libri.

27 Maggio - Tutti i beni del Patronato Scolastico, secondo quanto è stabilito da una recente Legge, sono consegnati all’Opera Nazionale Balilla.

Durante la processione del Corpus Domini scoppia un bengala ed il giovane Giovanni Brivio è colpito ad un occhio, con la conseguente perdita della vista.

14 Giugno - Nel cortile delle scuole si svolge l’annuale Saggio Ginnico alla presenza del Segretario Politico sig. Nicosanti, del Direttore Didattico e del Segretario Comunale.

27 Giugno - Il conte Padulli è condannato a togliere l’ipoteca sui fondi e caseggiati venduti ai contadini di Perticato. Da Como si invita il Podestà a divulgare la notizia e sottolineare il successo delle organizzazioni fasciste

19 Luglio - Si eroga un contributo a favore di una famiglia in cui sono nati due gemelli, così come previsto dalla campagna demografica promossa dal Regime.

16 Agosto - Si istituisce il Servizio Comunale di Trasporti Funebri e si approva il relativo regolamento del capitolato d’appalto.

12 Settembre - Continua il Corso Biennale di Avviamento al Lavoro, affidato alle maestre Lucia Giovannini e Michelina Perolini. Si istituiscono lezioni di disegno applicato all’industria del mobile, ebanisteria, intaglio, merceologia,agraria, lingua francese, cultura fascista. Nella sezione femminile si prevede  il disegno applicato al lavoro del merletto, taglio e confezione, economia domestica, agraria, stenodattilografia, lingua francese. Il Corso è frequentato da 15 maschi e 29 femmine.

Esiste pure la Scuola di Disegno applicato all’Industria, diretta dal signor Eugenio Galimberti, frequentato da 160 maschi per quattro giorni la settimana. Sono iscritte anche 18 femmine a cui è riservata una sola lezione festiva.

Molte ragazze frequentano la Scuola di merletto, fondata nel 1902.

Nella Scuola Elementare giungono a Mariano gli insegnanti Loreto Giobbi e la moglie signora Cesara Zanotta: gli alunni sono 794 nel capoluogo e 42 a Perticato.. All’Asilo sono iscritti 250 fanciulli.

14 Settembre - Festa del Fiore. Gli alunni sono sensibilizzati alla raccolta di offerte per la campagna antitubercolare. Per la festività di San Luigi per le vie cittadine si snoda una processione con 565 ragazzi che portano una piccola candela

28 Settembre - Festa dell’Uva. Propaganda per  i benefici che derivano dal consumo dell’uva.

3 Ottobre - Il Direttore Didattico Giuseppe Bido invita il Prevosto a voler richiamare l’attenzione dei genitori degli alunni sull’importanza dell’iscrizione alla Mutualità Scolastica, una benefica istituzione governativa che, dietro il pagamento di cent. 25 settimanali, garantisce il sussidio in caso di malattia ed in futuro l’iscrizione alla Cassa Nazionale di   Previdenza.

25 Ottobre - La bimba Luigia Cattaneo riceve in dono un libretto di risparmio col deposito di £.150, che la Cassa di Risparmio offre a tutti i nati il 25 ottobre, giorno delle nozze fra la Principessa Giovanna di Savoia ed il Re Boris di Bulgaria.

28 Ottobre - Dopo il corteo che commemora la Marcia su Roma, il Prevosto benedice le opere realizzate dal regime nell’ANNO VIII dell’E.F.: l’officina del Gas, il Macello, il restauro del palazzo municipale, la Cooperativa di Consumo, l’Opera Maternità ed Infanzia

3 Novembre - Il Palazzo Scolastico di via Trotti è intitolato alla storica data del IV Novembre; tutte le aule scolastiche vengono dedicate ai principali protagonisti ed ai fatti d’arme della Grande Guerra:

Maresciallo d’Italia Conte Luigi Cadorna

Maresciallo d’Italia Armando Diaz Duca della Vittoria

Monte Grappa          Sella di Oslavia                  Monte Ortigara                  Fiume Piave

Monte Sabotino       San Michele del Carso         Monte Nero                      VittorioVeneto24 Maggio                        Passo Buole                      Altopiano di Bainsizza         Col di Lana   

Baia di Buccari         Altopiano del Montello         Monte Cengio dei Granatieri Monte Pasubio

10 Novembre - Il dr. Attilio Ghirardi si dimette dalla carica di Direttore dell’Ospedale F. Villa; il presidente Berta segnala al Consorzio Ospedaliero la necessità di premiare il benemerito medico con una equa gratifica per gli anni di servizio prestati

18 Novembre - Si festeggia l’installazione del telefono presso la caserma dei Regi Carabinieri.

28 Novembre - La Ditta Colombo Gas comunica il nuovo prezzo del combustibile erogato nelle abitazioni marianesi: 96 centesimi il metro cubo, al netto di imposte comunali e governative.

Lunedì 8 Dicembre - Alle ore 13,30 è inaugurata e benedetta la sede dell’ Esposizione Permanente Mobili, in piazza Roma 25 angolo viale Municipio (attuale via E. D’Adda).

12 Dicembre - In seguito alla disposizione del R.D. 30.11.1930 viene ridotto del 12% lo stipendio al personale comunale. Anche i canoni d’affitto dei locali di proprietà comunale sono soggetti  ad analoga riduzione.

Il commento del cronista parrocchiale: “L’annata fu delle buone per la pioggia a tempo. Buon raccolto di grano e fieno. Aumentata la crisi economica nella lavorazione del legno. Non ostante la lamentata crisi i divertimenti furono e sono frequentati. Si fa sempre più cancrenoso il malvezzo di non pagare i debiti”.

 

Elenco delle cariche pubbliche:

Podestà:

sig. Giuseppe Cugnasca

Vice Podestà:

sig. Maurizio Wetzel

Segretario C.le:

sig. Augusto Paltrinieri

Giudice Conciliatore:

sig. Arnaldo Tosetti

Vice Conciliatore:

sig. Luigi Pozzi

Presidente dell’Ospedale F. Villa:

sig. Guido Berta

Presidente dell’Asilo Garibaldi:

Mons. Gerolamo Colombo

Presidente della Congregazione di Carità:

sig. Claudio Pozzi

Segretario del Partito Nazionale Fascista (90 iscritti):

sig. Arnaldo Nicosanti, grande invalido

Segretaria Fascio Femminile (32 iscritte):

maestra Angela Bondimaj

Presidente Ass. Combattenti (57 iscritti):

sig. Renzo Ronzoni

Presidente Ass. Madri e Vedove dei Caduti (82 iscritte):

maestra Fiorenza Uslenghi ved. Bazzi

Fiduciario dei Mutilati di guerra:

sig. Carlo Campoli, grande invalido

Presidente del Comitato Comunale Opera Naz. Balilla:

sig. Arnaldo Nicosanti

Segretaria dell’O.N.B.(218 iscritti):

maestra Michelina Perolini

Fiduciaria delle Piccole Italiane (267 iscritte):

maestra Angela Bondimaj

Dalla relazione stesa per il riconoscimento dello Stemma Araldico si apprende inoltre che:

-          in paese vi sono tre banche: la Cassa di Risparmio, l’Unione Bancaria e la Banca Agricola;

-          l’Ufficio Postale, di I^ classe, è condotto da due impiegati;

-          oltre alle industrie tessili, in paese ha aperto i battenti quella della Colla; molto apprezzate sono le attività florovivaistiche delle Ditte Mauri G.B e Radice.

Abitanti 8.288 - nati 171 - morti 90

ANNO 1931 – ANNO IX° E.F.

30 Marzo - Il Podestà comunica ai responsabili delle locali sale cinematografiche il divieto di programmare spettacoli nella giornata del Venerdì Santo. Per la giornata di giovedì è necessario limitarsi a spettacoli “… non contrastanti con il sentimento religioso”.

21 Aprile - HANNO inizio le operazioni per il Censimento della Popolazione. Per le vie cittadine sfila il corteo che celebra il Natale di Roma e la nuova festa del Lavoro.

29 Aprile - Si arricchisce notevolmente la toponomastica cittadina: si denominano infatti le vie G. Cappelletti, E. Mauri, XI Febbraio, F Filzi, C. Battisti, San Martino, Sant’Agostino, F.Villa, Sant’Ambrogio, Isonzo, N. Sauro, F. Baracca, D. Chiesa, U. Maddalena, N.Bonservizi (attuale via G. Amendola), San Dionigi, Card. Ferrari e vicolo G. Verdi.

31 Maggio -Con l’accusa di attività politica contraria al regime fascista, su ordine del Comando dei Regi Carabinieri di Como, il maresciallo della Stazione di Mariano, signor Francesco Pavia, procede alla chiusura dell’“Unione Giovani Cattolici di Mariano Comense”, analoga l’accusa ai due Oratori ai quali è applicata l’ordinanza di chiusura per una quindicina di giorni.

4 Giugno - Prima Santa Messa di don Giuseppe Fumagalli, destinato ad una parrocchia di Luino.

11 Giugno - Alla Colonia Scolastica Comunale, gestita dal Fascio Femminile, è destinato un contributo di £.500; un contributo di £.200 verrà erogato da S.A.R. il Principe di Piemonte. Nei mesi successivi giungerà anche un contributo di £.400 donato dalla Regina.

20 Giugno - Nel cortile delle Scuole Elementari si organizza, a scopo benefico, una manifestazione d’arte lirica.

21 Giugno - Un decreto prefettizio stabilisce la riapertura degli Oratori di Mariano; la notizia è accolta con entusiasmo dalla popolazione.

3 Luglio - Si celebra la giornata della Croce Rossa; la sottoscrizione frutta la somma di £. 640.

7 Luglio - Si ha la solenne apertura del Macello Pubblico, la cui direzione è affidata al veterinario dr. Gerolamo Figarolli; la custodia è assegnata al signor Mario Elli di Carlo.

17 Luglio - In seguito alla “rivista dei quadrupedi”, ordinata dal Comando del III° Corpo d’Armata di Milano, risulta che in paese ci siano 188 cavalli e 13 muli.

25 Luglio - Durante le operazioni di trebbiatura del grano, in un cortile di via San Rocco si sviluppa un incendio che provoca ingenti danni al raccolto.  Sono subito accorsi i pompieri della Ditta ISIS.

22 Agosto - L’orfano di guerra Giovanni Ballabio fu Disma è stato designato a far parte del Pellegrinaggio Nazionale degli Orfani ai Cimiteri e Campi di Battaglia.

9 Settembre - Dalla relazione delle maestre Fiorenza Uslenghi Bazzi ed Ester Beretta Pozzi si apprende che nella stagione estiva, tramite la Colonia Dux di Como, sono stati inviati 81 bambini al mare e 4 in montagna. Le due insegnanti segnalano che le spese hANNO superato di molto il preventivo per cui risulta un deficit di £.8.597.

11 Settembre - Le scolaresche si portano in chiesa per l’inizio dell’ANNO scolastico; gli alunni sono 938.

20 Settembre - Mons. Gerolamo festeggia il 25° di Prevostura; dalla chiesetta di S. Francesco si snoda un imponente corteo con la partecipazione di tutte le Associazioni locali civili, religiose e d’Arma, delle scolaresche, delle istituzioni fasciste; padrini del Prevosto sono il Conte Besana ed il nobile Andrea Porta Spinola.

28 Settembre - I lavori di costruzione del Campo Sportivo sono assegnati all’Impresa Erba Luigi & Figli. Per l’esproprio del terreno la Casa Porta Spinola ha ricevuto la somma di £. 31.467,80.

4 Ottobre - Con la partecipazione del Prefetto di Como e dell’on. Bronzo si inaugura la nuova sede dell’ Esposizione Permanente Mobili, sita nell’attuale Corso Brianza, angolo via Matteotti. Il discorso ufficiale è tenuto dall’on. Bronzo. Con l’occasione il Podestà consegna la medaglia d’oro alla maestra Rosina Piccinelli “… per gli otto lustri d’insegnamento”.

28 Ottobre - Anniversario della Marcia su Roma; all’Asilo si inaugura l’aula dedicata alla Principessa Maria Iosé, moglie del Principe Umberto di Savoia. L’Asilo è inoltre dotato di una moderna cucina, di un bollitore per la lavanderia; si sono rifatti inoltre gli impianti di riscaldamento e quello elettrico.

29 Ottobre - Si approva il progetto redatto dall’ing. Arcelli per la Scuola di Avviamento, il preventivo di spesa è di £. 258.336,17.

7 Novembre - Il Consiglio di Amministrazione della Scuola Professionale di Avviamento al Lavoro è composto dai sigg. Roberto Vitali, Eligio Anzani, Augusto Proserpio, Emilio Fumagalli, Vittorio Tettamanti, Pierino Besana e Roberto Brivio.

20 Novembre - Il Consorzio per la Lotta contro il Maggiolino e gli Insetti dANNOsi alle piante invita i Comuni a volersi accertare se nei boschi si trovino nidi di Falene Processionarie e di volerlo comunicare per i provvedimenti del caso.

28 Novembre - Con delibera podestarile si approva il progetto di sopralzo della Casa del Balilla, destinato ad ospitare la nuova Scuola di Avviamento al Lavoro.

11 Dicembre - Giornata Igienica. Gli alunni delle classi superiori si portano alla Casa del Balilla dove sono programma le conferenze  dei medici condotti dr. Toscani e Zanalda.

A Mariano si contano ormai 5 distributori di benzina: uno in via Vittorio Emanuele (attuale via Risorgimento), uno in via San Rocco e tre in piazza Roma.

Il Podestà nomina il nuovo Consiglio dell’Ospedale: Leone Antonio Boga, Carlo Brivio fu Enrico, Luigi Botta fu Angelo, Giuseppe Valagussa fu Carlo. Per la presidenza si propone il sig. Guido Berta, vice segretario del Fascio.

Dal registro scolastico della maestra di Perticato, signora Alice Boldi:

“Verbale della vista del Direttore: Curi l’istruzione educativa fascista come da istruzioni datale e cerchi di arrivare a far capire agli alunni, specie di 3^ classe, le magnifiche opere compiute sotto la guida del Duce, che tutti gli italiani, grandi e piccini, devono amare, crescendo buoni, obbedienti, operosi”.

Al termine dell’ANNO il cronista parrocchiale commenta: “La crisi commerciale rincrudisce, la salute è ottima. Purtroppo i divertimenti sono frequentati e i debiti non si pagano”.

Abitanti 8.324 - nati 194 - morti 100 – matrimoni 60.    

ANNO 1932 – ANNO X° E.F.

A Gennaio - Una eccezionale nevicata rende impossibile il transito per le strade cittadine, provoca la chiusura delle Scuole ed impedisce i normali traffici commerciali.

8 Febbraio - Si approvano le nuove tariffe funebri. Si prevedono 4 classi di funerali che hANNO un costo da 70 a 275 £ire. Per i bambini le classi sono tre e costano da 30 a 150 Lire.

9 Febbraio - Una nuova abbondante nevicata ricopre la cittadina; fa molto freddo e molti abitanti hANNO difficoltà a procurarsi legna e carbone, il cui prezzo è notevolmente aumentato.

26 Febbraio  - Il fallimento dell’Unione Bancaria colpisce molte famiglie che vi avevano depositato i loro risparmi.

28 Febbraio - A cura della locale sezione del Fascio si provvede alla distribuzione dell’olio di fegato         di merluzzo agli alunni più poveri e bisognosi di cure.

26 Marzo - Iniziano i lavori per la pavimentazione della Piazza Roma; i lavori sono appaltati alla Ditta S.A. Puricelli di Milano ed il preventivo di spesa è di £.300.000.

3 Aprile - Con un “Rito Silvano” si ricorda la morte di Arnaldo Mussolini, fratello del Duce, ed il prevosto è invitato a benedire la messa a dimora di due alberi.

7 Aprile - In occasione della Festa degli alberi si piantano alcuni alberi nei pressi del monumento a Garibaldi, 92 ippocastani in via Bonservizi (attuale via Amendola), 83 acacie besso- niane in via 28 Ottobre (attuale via Matteotti) ed altre 78 in via P.Trotti, 55 tigli in via 24 Maggio, 37 acacie Iebulisi in via Trento, 55 acer negunda variegata in via Trieste, 27 platani nel cortile del Macello Pubblico, 37 prunus Pissardi in via Vittorio Veneto.

21 Aprile - Natale di Roma e Leva Fascista; nel cortile delle Scuole sono presenti le autorità locali, il Segretario del Fascio legge il giuramento e gli scolari gridano “A noi!”.

11 Maggio - Nelle scuole si commemora l’anniversario dello sbarco dei Mille a Marsala.

15 Maggio - Festa della Scuola presso il salone del Politeama, sono protagonisti gli scolari con recite, canti, drammatizzazioni, con la finalità di raccogliere fondi destinati all’acquisto di materiale didattico. L’incasso netto ammonta a £. 700.

16 Maggio - Si approva il progetto di fognatura della via 28 Ottobre; si prevede una spesa di £. 61.025,25.

28 Maggio - Si approva il collaudo dei lavori per l’erezione del Macello Pubblico; la spesa finale è stata di £. 164.033,95.

4 Giugno - Il Comune concorre con la somma di £. 1.500 alle spese per la riparazione del campanile della prepositurale si Santo Stefano. Si eroga anche un contributo di £. 1.000 per l’acquisto delle campane per la chiesa di Perticato. Anche i parrocchiani della frazione hANNO largamente contribuito alla spesa.

7 Giugno - Al termine dell’ANNO scolastico nel cortile delle Scuole le Piccole Italiane ed i Balilla dANNO prova della loro bravura nel Saggio Ginnico in cui sono previsti gli esercizi obbligatori per l’ANNO X- E.F.

15 Luglio - Il “Consorzio obbligatorio per la lotta contro il maggiolino e gli Inseti dANNOsi alle piante” trasmette al Comune un assegno di £. 153,90 quale compenso della raccolta di 342 kg. di questi coleotteri.

21 Luglio - Una imponente folla partecipa ai funerali della maestra Rosina Piccinelli, grande educatrice, direttrice delle Orsoline, benefattrice dei poveri.

8 Agosto - Il Prefetto conferma il cav. Giuseppe Cugnasca nella carica di Podestà per un nuovo quinquennio.

15 Agosto - Il Podestà lamenta che il corso della Roggia Vecchia sia sovente usato dai cittadini come ricettacolo di tutti i materiali di rifiuto, e pertanto auspica che venga preso in considerazione il progetto di una sua parziale copertura. Anche il Conte Besana denuncia la pessima abitudine dei marianesi di “… servirsi del torrente Roggia Vecchia come di un pubblico immondezzaio nel quale viene scaricato ogni sorta di robe, in prevalenza rottami di ferro, cocci di terraglia e soprattutto scatole di conserva e simili               …”.

12 Settembre - Con l’inizio dell’ANNO scolastico in qualche aula si inneggia al Re, al Duce, al Fascismo e si recita la semplice preghiera “Benedici o Signore l’Italia, il Re, il Duce e fa ch’io cresca un buon Balilla (o Piccola Italiana)”. Gli alunni iscritti sono 969.

La scuola di Mariano fa parte del R° Provveditorato di Milano, della Circoscrizione Scolastica di Como e del Circolo Didattico di Mariano.

24 Settembre - Si approva il progetto di costruzione del Cimitero di Perticato; i lavori, appaltati all’Impresa Edile F.lli. Erba, sono preventivati in £.10.750. Gli abitanti della frazione si impegnano a procurare la sabbia ed i sassi occorrenti alla costruzione del muro di cinta, promettono inoltre di prestare la loro opera gratuita per il trasporto del materiale. Analoga disponibilità i perticatesi avevano dimostrato nel lontano 1892, in occasione della costruzione della Scuola!

29 Settembre - Il regime fascista festeggia “Il Decennale” ed in tutta la penisola si organizzano solenni manifestazioni. A Mariano, con l’intervento del Prefetto di Como e delle maggiori personalità politiche provinciali, si procede all’ inaugurazione delle nuove opere pubbliche: la Scuola Professionale, il Campo Sportivo, il Macello Pubblico, la nuova pavimentazione della Piazza Roma.

30 Settembre - Il Segretario Federale di Como è in visita a Mariano e si reca  nelle scuole a salutare scolari ed insegnanti.

29 Ottobre - Solenne inaugurazione dei lavori di ristrutturazione della piazza Roma; partecipano alla cerimonia il Prefetto di Como S.E. Chiesa e il Federale Cav. Proserpio. Si progetta anche la costruzione della nuova Caserma dei Regi Carabinieri: è ormai ora di sostituire la vecchia Caserma di via Garibaldi, dove nel secolo scorso si erano alternati i Gendarmi austriaci ed i Regi Carabinieri.

22 Novembre - Il Segretario Comunale signor Paltrinieri è destinato al Comune di Cantù, a partire dal 1° Gennaio 1933, in seguito alla promozione a Segretario Capo di III^ classe.

A Mariano giungerà il nuovo Segretario signor Alfonso Sorrentini, già in servizio a Canzo.

La Direzione dell’Ospedale Felice Villa è assegnata al dr. Giovanni Del Curto.

E dal consueto commento del cronista parrocchiale si apprende che “Il lavoro va scemando. Lo stabilimento ISIS corre verso la completa chiusura. In Parrocchia è un vero sgomento! Si raccomanda in ogni circostanza di ripetere con fede: dacci oggi il nostro pane quotidiano. Rilassatezza alla dottrina cristiana. Fatica a tener lontani i fanciulli dal campo del footbal nell’ora della cristiana dottrina. L’annata delle campagne fu buona. Ridicolo il costo dei bozzoli”.

Abitanti 8.380 - nati 171 - morti 123 – matrimoni 50.

ANNO 1933 – ANNO XI° E.F.

5 Gennaio - Presso il salone del Teatro Politeama si celebra la “Befana Fascista”, con la distribuzione dei pacchi dono ai bambini tesserati all’O.N.B.

9 Gennaio - Il Vice-Podestà signor Maurizio Wetzel rassegna le dimissioni: lo sostituirà il signor G.

Battista Frigerio.

18 Gennaio - Chiusura totale dello stabilimento ISIS; la notizia provoca sgomento e disperazione in paese. Ben 1.200 risultano i disoccupati!! Alcune settimane dopo riprenderANNO l’attività 200 dipendenti. Nei mesi successivi sarANNO richiamati altri 650 lavoratori.

23 Gennaio - Il Direttore Didattico segnala al Podestà le condizioni di estrema precarietà in cui versano i locali della  Scuola di Perticato e lo invita a provvedere con urgenza.

26 Gennaio - Da quest’ANNO, in seguito alle disposizioni emanate dal Governo, è istituito il saluto romano”; negli Uffici pubblici e nelle Scuole verrà affisso un manifesto con la scritta “E’ abolita la stretta di mano, si saluta romanamente”.

Il Podestà sollecita la Direzione Provinciale delle Regie Poste a voler assumere un terzo portalettere da destinare a Perticato, poichè in frazione la corrispondenza è sempre consegnata in ritardo, e con notevole disagio per i residenti. L’Ufficio Postale del capoluogo nel frattempo si trasferisce da via Garibaldi in via D’Adda.

La risposta sarà negativa ed il Podestà scriverà alla Direzione di Como: “… Il Fascismo che in ogni angolo d’Italia ha portato un soffio di rinnovamento, di civiltà e di progresso, non può non intervenire anche qui per appagare un giusto desiderio di un nucleo di oltre 500 onesti e laboriosi cittadini. …”.

6 Aprile - Festa degli Alberi. In piazza Roma sono piantati molti alberelli ornamentali (Cercis Siliquanum).

15 Aprile - Il Comune stanzia la somma di £. 300 per l’acquisto delle divise agli iscritti alla sezione giovanile dei Fasci di Combattimento “… che versano in istato di povertà”.

21 Aprile - Nella ricorrenza del Natale di Roma si inaugurano le nuove aule destinate ad accogliere gli alunni della Scuola di Avviamento.

29 Aprile - Dalla relazione che il Podestà inoltra al Prefetto di Como si apprende che  presso il palazzo municipale è stato approntato un ambulatorio ONMI per l’assistenza dei bimbi e delle madri lattanti. Nel corso del precedente ANNO si erano consegnati 5 corredini completi per neonati, 300 pANNOlini, 1.000 litri di latte, un quintale di zucchero, due quintali di carne, semolino, tapioca, pastina glutinata e medicinali per un importo di £. 1.600.

11 Maggio - La Scuola di Disegno si trasferisce nei locali della nuova Scuola di Avviamento.

2 Giugno - Il Presidente del Consorzio Antitubercolare di Como segnala che il Comune di Mariano ha raccolto l’esigua somma di £. 909 e lamenta la scarsa adesione alla raccolta di fondi a favore della 3^ Campagna Antitubercolare.

4 Giugno – Mons. Colombo benedice il Cimitero di Perticato: alla solenne funzione non è presente il Curato don Elia Dell’Orto, già gravemente ammalato. Dopo una decina di giorni il buon Curato sarà il primo perticatese ad essere sepolto nel nuovo Camposanto. La parrocchia di Perticato verrà in seguito assegnata a don Carlo Perego.

11 Giugno - Don Pietro Fumagalli e don Carlo Strada celebrano la loro prima Santa Messa e amministrano la 1^ Santa Comunione a 86 bambini e a 66 bambine.

12 Giugno - Istituzione dei premi di natalità. Si prevedono tre premi di £. 500 cadauno destinati alle famiglie “… che entro il 23 Dicembre 1933 sarANNO allietate dalla nascita di un figlio. La nascita deve verificarsi nella famiglia alla distanza di non più di 11 mesi dal precedente nato. …”.

17 Luglio - Il signor Ernesto Bocca è nominato Capo Frazione di Perticato. La frazione conta 550 abitanti. Il Capo Frazione ha il compito di segnalare al Podestà lo stato delle strade, le condizioni di sicurezza pubblica, i casi di malattia contagiosa, le carenze nei servizi igienico-sanitari e scolastici ed infine “… Colle parole e coll’esempio ecciterà i suoi conterranei al bene, al rispetto delle persone e delle cose altrui. Infonderà fra gli abitanti fra gli abitanti della sua zona e manterrà vivo il culto della Religione, delle tradizioni locali ed avite, l’amore alla famiglia e alla Patria, la devozione al Re, all’Augusta Casa di Savoia, al Duce e al fascismo, il rispetto per le autorità del Regime”.

23 Luglio - Giunge in parrocchia il nuovo coadiutore don Lorenzo Farina proveniente dal Collegio di Porlezza, dove ricopriva la carica di vice Rettore.

11 Settembre - Apertura dell’ANNO scolastico. Si contano 963 alunni iscritti. Sono presenti le maestre Angiolina Paglia Vecchi da Dosolo (Mn) e Maria Avitabile.

18 Settembre - Si riunisce il Comitato di Patronato dell’ONMI; sono presenti:

Cav. Uff. Giuseppe Cugnasca

Podestà

Beretta Ester Pozzi

Pres. del Comitato e Segretaria del Fascio Femminile

Cav. Guido Berta

Segretario del Fascio di Combattimento

Garbagnati Eugenio

Conciliatore

Dr. Toscani Alessandro

Ufficiale Sanitario

Pozzi Claudio

Presidente della Congregazione di Carità

Loreto Giobbi

Insegnante

Mons. Gerolamo Colombo

Sacerdote

24 Settembre - Un folto numero di marianesi si reca in pellegrinaggio a Torino per venerare la Santa Sindone.

16 Ottobre - Il Podestà segnala al Direttore Didattico l’acquisto di 10 sputacchiere da collocare nelle Scuole, in seguito alle direttive emanate dalla Federazione Naz. Fascista per la Lotta contro la Tubercolosi.

11 Novembre - Il nuovo Arcivescovo Card. Schuster è a Mariano per la prima visita pastorale ed amministra la Santa Cresima a numerosi bambini. Il Cardinale visita la chiese di San Rocco e di San Francesco, gli Oratori, l’Ospedale, l’Asilo Infantile, il Camposanto ed il Cimitero Besana. Raccomanda vivamente il restauro del Battistero.

In questo periodo in parrocchia, oltre al prevosto mons. Colombo, sono presenti don Ettore Crippa, don Eugenio Galbiati, don Lorenzo Farina e 14 Ancelle della Carità, impegnate nell'Asilo Infantile e nell'Ospedale F. Villa.

23 Novembre - Il Cardinale ritorna nella Pieve e da Perticato inizia la visita pastorale delle parrocchie; dopo due giorni rientrerà a Mariano per presiedere la Congregazione Plebana

27 Novembre - Il contadino marianese Benedetto Giudice, della cascina Rogorina 2^, risulta fra i vincitori nella campagna per la “Battaglia del grano” ed è invitato a partecipare alla manifestazione che si terrà a Roma il 3 Dicembre.

L’Ufficio Postale è diretto dalla signora Serafina Folatelli; ricoprono la mansione di supplenti il signor Carlo Erba e la signora Andreina Crippa. Alla consegna della posta sono incaricati i signori Lorenzo Corbetta e Paolo Fumagalli.

Curioso il commento del cronista parrocchiale: “E’ sempre deplorabile il malvezzo di non pagare i debiti, di depredare e rovinare i boschi, di frequentare pazzescamente i divertimenti. E’ affollato il campo sportivo in tempo di dottrina cristiana, sebbene si paghi l’entrata”.

Abitanti 8.476 ( di cui 550 a Perticato) - nati 184 - morti 87 – matrimoni 44.

ANNO 1934 – ANNO XII° E.F.

6 Gennaio - Il Provveditore agli Studi decreta l’istituzione del Circolo Didattico di Mariano: ne fANNO parte anche le Scuole Elementari di Arosio, Cabiate, Carugo, Inverigo, Lambrugo, Lurago d’Erba, Monguzzo e Nibionno.

13 Febbraio - Elenco dei dipendenti comunali

– Ciceri Angela

  impiegata

– Crippa Mario

 guardia comunale

– Cilla Carmela

 levatrice

– Elli Mario

 custode del Macello

– Erba Ernesto

 stradino

– Figarolli dr. Gerolamo

 veterinario

– Frezza Andrea

 1° applicato

– Gildini Giuseppina in Longhi

 levatrice

– Longoni Enrico

 impiegato Anagrafe

– Mascheroni Antonio

 bidello delle Scuole

– Pozzi Ambrogio

 guardia comunale

– Ronzoni Alessandro

 2° applicato

– Saj Guido

 geometra

– Sorrentini Alfonso

 segretario comunale

– Tagliabue Carlo

 messo comunale

– Toscani dr. Alessandro

 ufficiale sanitario

– Trezzi Antonio

 seppellitore

- Zanalda dr. Davide

 ufficiale sanitario

in un successivo elenco del 25 Giugno risultano altri 4 dipendenti:

Terrazzi Carlo          seppellitore             Buzzi Angela                     aiuto bidella
Fumagalli Angelo      spazzino                 Castoldi Alessandro            spazzino

19 Febbraio - I parrocchiani di Perticato fANNO festa in occasione della collocazione dell’orologio sul campanile.

28 Febbraio - Istituzione dei premi di nuzialità. Si prevedono tre premi di £. 500 cadauno da consegnarsi il 24 Dicembre, in occasione della Giornata della Madre e del Fanciullo.

23 Marzo - I marianesi si recano ai seggi elettorali in occasione del Plebiscito Nazionale per l’approvazione della lista dei Deputati scelti dal Gran Consiglio Nazionale Fascista”. Nei giorni precedenti a scuola le maestre si sono fatte portavoce della propaganda di regime.

14 Aprile - Festa degli Alberi. Si piantano 129 alberi al campo Sportivo.

15 Aprile - Inizia la IV^ Campagna Antitubercolare. Tutta la popolazione è invitata ad aderire alla sottoscrizione indetta; con il versamento di una Lira per abitante si vuole raggiungere l’obiettivo indicato da Mussolini, secondo cui “ ... il Popolo Italiano vuole essere sano, perchè vuole andare alla Potenza ed alla Gloria ...”.

30 Aprile - Inaugurazione del gagliardetto della Sezione Enrico Toti dei Bersaglieri di Mariano; vi partecipano Balilla e Piccole Italiane.

24 Maggio - Le giornate primaverili invitano molti marianesi ad organizzare scampagnate nei vicini boschi, ma il Conte Besana ha motivo per lamentarsi e denunciare al Podestà il modo incivile riservato al Roccolo di  sua proprietà, dove “… in deplorevole promiscuità di sesso, lasciando poi a sera il campo delle loro gesta cosparso di carta e avanzi di ogni genere, senza contare le impronte del loro vandalismo visibili sugli arbusti e sulle siepi che contornano il largo prato in affitto a contadini”.

24 Maggio - Alle ore 20 nel cortile delle Scuole ha luogo il Saggio Ginnico. Al monumento dei Caduti si tiene la Leva Fascista; la festa prosegue con il corteo attraverso le vie cittadine.

25 Maggio - Viene ritrovato un ventiduenne impiccato ad una inferriata in via Palestro. La Curia dà il suo consenso per il funerale religioso, a cui officerà un solo sacerdote!

1° Giugno -Giunge nella scuola di Mariano il nuovo Direttore Didattico, il signor Oscar Morgutti che dirigerà la scuola marianese per oltre un trentennio.

2 Giugno - Presso la villa Angiolina, nelle vicinanze della stazione ferroviaria, inizia la benemerita attività delle Suore di San Carlo, Ordine religioso fondato da Padre Masciadri. Più tar- di le Suore si trasferirANNO in uno stabile, già Casa Garbagnati, in via Vittorio Emanuele II (attuale via Risorgimento), dove per molti anni presterANNO cure ed accoglienza ad anziane del paese.

3 Giugno - Consegna delle Croci al Merito ai Balilla, Giovani e Piccole Italiane; il presidente dell’O.N.B. consegna i moschetti alle giovani Camicie Nere. Una patriottica maestra scrive: “Oggi Balilla Moschettiere, domani soldato pronto a dare la vita per l’onore e la salvezza della Patria”.

30 Giugno - Festa per la chiusura dell’ANNO scolastico; gli alunni si recano in chiesa per la S.Messa officiata da mons. Colombo, quindi  nel viale delle Rimembranze i Balilla e le Piccole Italiane legano un nastro tricolore agli alberi.

1° Luglio - Nel salone di San Rocco i ragazzi dell’Oratorio organizzano una recita dedicata alle mamme; partecipano don  Eugenio Galbiati, il presidente dell’Oratorio signor Battista Somaschini ed il cooperatore Antonio Meda.

Per la metà di Luglio la sezione dell’Associazione Combattenti intende organizzare una festa danzante; dopo il rifiuto del Conte Besana di concedere il terreno del suo Roccolo, gli organizzatori ripiegano su un terreno concesso dai titolari della Ditta “Mauri Orticoltori”. L’iniziativa prevede feste danzanti per ben tre domeniche e la cosa provoca l’amaro commento del cronista parrocchiale che scrive:”… Si dovevano organizzare balli, fuochi d’artificio … Certo che da mondo è mondo in Mariano non fu mai inscenato un divertimento con tanta diabolicità e rovina d’anime siccome il suddescritto. Fu inaugurato il 15 Luglio il satanico divertimento, ma la continua pioggia guastò ogni cosa. Deo Gratias”. La festa verrà rimandata al 22, ma ancora una volta la pioggia ne impedirà il regolare svolgimento e quindi “… Colpo di grazia: il 27 Luglio arriva l’ordine della Regia Prefettura di Como di vietare la festa”.

23 Luglio - In piazza Roma si proietta il film Luce “La battaglia del grano”.

30 Luglio - Si acquista l’apparecchio Radio Marelli per le Scuole: iniziano infatti i programmi per le Scuole rurali.

16 Agosto - Gli abitanti del rione San Rocco organizzano una festa popolare con l’intervento della Banda Musicale.

17 Agosto - Si registra la triste vicenda di un doppio suicidio avvenuto nella trattoria Ventura: due coniugi milanesi sono stati trovati in camera agonizzanti, dopo aver ingerito una forte dose di veleno.

23 Settembre - Don Giulio Rovagnati, Missionario dell’Istituto Missioni Estere, celebra la sua Prima Santa Messa, in occasione del Convegno delle Confraternite della Pieve di Mariano Comense.

23 Settembre - Inizia il nuovo ANNO scolastico  e fra le maestre si nota la presenza della signora Carla Della Beffa Vanossi, a cui è affidata la classe I^B maschile. Gli alunni sommano a 972.

14 Ottobre - Don Ettore Crippa festeggia il 25° di Sacerdozio; alla solenne processione partecipa anche Mons. Paolo Borroni.

8 Dicembre - Giungono in parrocchia i RR. Padri Oblati Missionari di Rho per la predicazione della santa Missione Cittadina.

24 Dicembre - Consegna dei premi di natalità ai coniugi Paolo Brambilla e Elisa Parravicini. Per la prima volta, su concessione della Curia milanese, viene celebrata la S.Messa nella cappella delle Suore Infermiere con  “…  indescrivibile gaudio delle Suore e delle nonne “.

29 Dicembre - Il Podestà Cugnasca rassegna le dimissioni ed è sostituito da Maurizio Wetzel.

Aumenta il numero delle Ditte del settore tessile: i signori Rovagnati e Valtorta avviano una nuova tessitura per la lavorazione del crine animale.

La Società Colombo Gas comunica al Comune che gli utenti sono 244.

Il nuovo Segretario del Fascio è l’industriale Guido Berta.

Il dr. Baruzzi rileva la farmacia ex Brescianini.

Il cronista parrocchiale commenta: “In questo ANNO si è notata assai diminuita la disoccupazione. Buono il raccolto della campagna. Nulla dai bozzoli; la Chiesa raccolse £.92!!! Niente siccità, niente brina, niente tempesta e acqua a tempo ed abbondante”.

Abitanti 8.559 - nati 184 - morti 85 – matrimoni 46.

ANNO 1935 – ANNO XIII° E.F.

25 Gennaio - Il Prefetto di Como accetta le dimissioni presentate dal Podestà Cav. Giuseppe Cugnasca; sarà sostituito dal signor Maurizio Wetzel.

30 Gennaio - Il Commissario Prefettizio signor Maurizio Wetzel risponde all’Associazione Nazionale per la diffusione della cultura che “… questo Comune non ha necessità di domandare l’istituzione di una Scuola Media e che comunque non avrebbe la possibilità di sostenere l’onere finanziario”.

19 Febbraio - Il signor Luigi Botta è nominato alla carica di Presidente dell’Ospedale Felice Villa.

Con il mese di Febbraio a scuola inizia l’attività del “Ricreatorio del giovedì”: gli alunni ritornano a scuola e le maestre devono organizzare giochi, passeggiate, esercizi ginnici, letture, ecc. L’iniziativa non trova un unanime consenso fra le maestre!

6 Marzo - I marianesi apprendono con commozione la notizia della morte di Mons. Paolo Borroni.

21 Marzo - Si concede al signor Natale Camnasio l’autorizzazione per la posa in piazza Roma di una edicola per la vendita dei giornali.

31 Marzo - Al Campo Sportivo è organizzata una “Giornata Polisportiva” con la partecipazione degli atleti del G.U.F. di Milano; sono in programma gare di calcio e di atletica (corse piane e ad ostacoli, salto in alto ed in lungo, lancio del disco e del giavellotto). Invece al Teatro dell’Opera Balilla sono previste gara di scherma, di pugilato e di lotta greco-romana.

21 Aprile - Ricorrenza del Natale di Roma: dopo una sfilata per le vie del paese una numerosa folla si porta in piazza per rendere omaggio al Principe Adalberto, Duca di Bergamo, che transita per il nostro paese al seguito di una corsa ciclistica.

13 Maggio - Sono concessi 4 premi di nuzialità.

9 Giugno - Presso il Teatro Balilla è presentata in anteprima l’operetta “Zurika” del maestro Corona, interpretata dalle Giovani e Piccole Italiane a beneficio dell’ONMI; lo spettacolo sarà ripetuto altre tre volte.

3 Agosto - In seguito all’istituzione del Sabato Fascista, anche a Mariano si provvede ad organiz- zare un programma che prevede attività di carattere addestrativi, culturale, sportive sotto la direzione delle Organizzazioni Fasciste.

5 Agosto – Approvazione del nuovo Statuto dell’Asilo G. Garibaldi; si prevedono 4 Consiglieri, due di nomina podestarile e due segnalati dalla Congregazione di Carità.

25 Agosto - Don Giulio Rovagnati parte per le Missioni in Birmania, salutato da numerosi concittadini che affollano l’Oratorio Maschile dove si tengono recite d’occasione.

25 Agosto - L’Antico e Premiato Corpo Musicale inaugura la nuova divisa; ai festeggiamenti partecipano 12 corpi musicali provenienti dalle località vicine.

2 Settembre - Il Podestà domanda al Prefetto che per il Comune di Mariano sia prevista l’istituzione di un Ufficio di Segreteria di classe V^; a corredo della domanda si allega una ricca documentazione sulla situazione economica del paese, da cui si apprende che esistono circa 270 botteghe artigianali per la produzione di mobili

è molto fiorente l’attività florovivaistica: quattro ditte con una trentina di dipendenti; l’I.S.I.S produce sete naturali ed artificiali ed occupa 650 dipendenti, la Ditta Andrea Mauri produce bordure per mobili, con 60 dipendenti; la Ditta Colla Briantea occupa 66 dipendenti

operano tre Ditte per la produzione di crine animale (Vincenzo Rovagnati, Marelli & Berta, Biassoni) che occupano un centinaio di dipendenti; la Ditta Meroni C. produce coperte ed occupa 66 dipendenti

ha  aperto i battenti una fabbrica per la produzione di utensili da cucina, con 50 dipendenti

vi sono inoltre 4 Imprese edilizie(Erba, Bellotti, Camansio, Cerati) con130 dipendenti circa, due Ditte per la lavorazione del marmo (Sala e Bottinelli), una Ditta per la produzione di piastrelle in cemento (Trezzi Ferdinando), una Ditta che gestisce una cava per l’estrazione della ghiaia (TerrANNO Enrico);

in Comune si contano 150 negozi per la vendita al dettaglio

sono presenti due istituti bancari: la Banca Popolare di Novara e la Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde

Si segnala altresì che l’Ospedale ha 40 posti letto, con un medico e 5 suore infermiere; in paese operano due medici condotti e due levatrici

Nei locali del Municipio esiste un Consultorio – Dispensario per la protezione della Maternità ed Infanzia, con annessa sala attinoterapia

le Scuole Elementari contano 18 insegnanti ed il Direttore Didattico; funzionano inoltre l’Asilo Infantile, un Regio Corso biennale di Avviamento Professionale, la Casa del Balilla, la Scuola di Disegno Serale e Festivo

le pubbliche vie sono illuminate da lampade da 150 watt in centro e da 75 in periferia.

L’acqua potabile è erogata dalla Soc. Acquedotto di Mariano C.se, di cui il Comune è proprietario di un quarto delle azioni, per un totale di £. 100.000.

25 Settembre - Inizia il nuovo ANNO scolastico; il Direttore raduna i 893 alunni iscritti nel capoluogo (a Perticato se ne  contano altri 57), e termina il suo intervento dicendo che “… Se laggiù in Africa Orientale i nostri soldati si apprestano a compiere con grandi sacrifici il loro dovere, anche noi dobbiamo prepararci a compiere il nostro e promettere di essere studiosi, seri, buoni per una Patria sempre più grande”.

2 Ottobre - Dopo una sfilata per le vie paese, una numerosissima folla plaudente si ferma in piazza ad ascoltare, via radio, la voce del Duce che annuncia la dichiarazione di guerra all’ Etiopia. Il grande entusiasmo dei cittadini è accompagnato dal prolungato suono delle campane e dai fischi delle sirene degli opifici. Anche nella piazzetta di Perticato è installato un apparecchio radio per consentire ai residenti l’ascolto del messaggio del Duce.

7 Ottobre - A scuola si festeggia la “Presa di Adua”, località in cui nel lontano 1896 l’esercito italiano conobbe una memorabile sconfitta. Il paese è imbandierato. Dopo alcuni giorni si festeggerà la presa di Macallè. In una classe gli alunni applicano bandierine tricolori sulla cartina dell’Etiopia.

22 Ottobre - Il Podestà Wetzel chiede al R° Provveditore agli Studi  di Milano di mantenere la maestra Perolini quale comandata nel R° Corso di Avviamento Professionale “… che fin dal suo impianto ha condotto ogni attività con vera passione”. Il Provveditore risponderà che la maestra Perolini dovrà alternare il suo insegnamento con la scuola elementare, dove le sarà assegnata una 1^ classe con 49 iscritti.

28 Ottobre - La ricorrenza della Marcia su Roma è festeggiata con l’inaugurazione della nuova Caserma dei Carabinieri in via 24 Maggio. Sono presenti il Prefetto ed il Federale di Como; come di consueto, è numerosa la presenza degli alunni delle Elementari che ricevono in dono un biscotto!

18 Novembre - Inizia il periodo delle sanzioni economiche decretate contro l’Italia dalla Società delle Nazioni in seguito all’aggressione all’Etiopia. Iniziano così le raccolte di materiale ferroso, di carta e gli scolari sono in prima fila in queste iniziative, sollecitati dalle loro maestre. A scuola si insegna il canto “Faccetta Nera”.

2 Dicembre - In previsione di possibili eventi bellici il Comune richiede alla Prefettura 12 maschere antigas occorrenti al personale comunale.

4 Dicembre - Scarseggiano i combustibili e viene pertanto stabilito un nuovo orario scolastico: dalle ore 10 alle 13!

18 Dicembre - Cerimonia della Giornata della Fede. Anche le donne marianesi donano la loro fede nuziale alla Patria, seguendo l’esempio della Regina Elena, in risposta alle sanzioni decretate dalle Nazioni Unite contro l’Italia. Un imponente corteo si porta alla Chiesa Prepositurale per la benedizione delle fedi d’acciaio; dopo una breve sosta al Monumento ai Caduti, il corteo raggiungerà il piazzale del Comune dove le donne consegnerANNO il loro anello nuziale e riceverANNO la vera d’acciaio. Dalla cronaca riportata in un registro scolastico si apprende che a Mariano sono state consegnate 1.500 fedi, dalla cui fusione si è ricavato un grosso lingotto d’oro.

A tutte le Associazioni locali è inviato un ciclostilato con il programma della cerimonia:

ore 8,30        - Riunione del corteo alla sede del Fascio
ore 9,00        - Benedizione delle vere d’acciaio in Chiesa
ore 9,30        - Cerimonia simbolica al Monumento ai Caduti in guerra
Indi il corteo si porterà alla sede del Fascio per la consegna delle vere.

N.B. L’O.N.B. e le scolaresche devono partecipare al completo ed in perfetta divisa.

Alle ore 8,45 del 18 c.m. le campane e le sirene darANNO insieme il segnale della Cerimonia per la consegna delle vere da parte delle spose marianesi. La cerimonia della Festa della Fede deve svolgersi nella massima solennità e devono partecipare le rappresentanze e le varie Associazioni con bandiere e gagliardetti.

In Archivio Comunale è presente la lettera che il Podestà inoltra al Federale di Como con l’elenco delle offerte in oro dei dipendenti comunali.

L’ANNO successivo sulla facciata del Palazzo Comunale sarà applicata una lapide in ricordo delle sanzioni  economiche.

Con il R° Decreto 11.07.1935 n. 3556 si stabilisce la composizione della Consulta Municipale, un organismo NON elettivo, i cui componenti sono nominati dalle Associazioni. La Consulta veniva chiamata a dare il parere su argomenti di carattere amministrativo.

Presidente della Consulta è il Podestà

I Consultori sono 8:

Datori di lavoro dell’industria         Oreste Valagussa
Datori di lavoro dell’artigianato      Giovanni Brenna
Lavoratori dell’industria                Roberto Brivio, Carlo Terruzzi (poi sostituito da Renzo Erba)
Datori di lavoro del commerci        Emilio Secchi (poi sostituitola Enrico Pellizzoni)
Professionisti e artisti                  dr. Giovanni Del Curto
Datori di lavoro dell’agricoltura      Stefano Mauri
Lavoratori dell’agricoltura             Carlo Romanò

Risulta che la Consulta si sia riunita 12 volte e l’ultima riunione è datata 27.02.1939.

Il Consiglio dell’Ospedale è presieduto dal signor Luigi Botta, gli altri membri sono Angelo Tagliabue, Antonio Leone Boga, Giuseppe Valagussa.

Il cronista parrocchiale ricorda che “Anche quest’ANNO niente bozzoli. Abbondante raccolto di frumento. Buon raccolto di fieno maggengo, scarso l’agostano, buono il settembrino. Buono il raccolto di melgone ed altri piccoli grani. Si ebbero 172 Battesimi, 87 morti e 36 matrimoni. Si amministrarono 272.000 Sante Comunioni”.

Abitanti 8.671 - nati 201 - morti 92- 36 matrimoni.

ANNO 1936 – ANNO XIV° E.F.

Durante l’ANNO 1936 iniziano i lavori per il sopralzo della torre campanaria; l’intervento era suggerito dall’urgenza di provvedimenti per mettere in sicurezza l’antico manufatto.

2 Gennaio - Il Podestà segnala al Prefetto le benemerenze del prevosto Mons. Gerolamo Colombo, meritevole di una distinzione onorifica.:“… Costante sostenitore di ogni iniziativa patriottica e del Regime e collaboratore assiduo e sincero delle Autorità locali. Particolare attività egli ha svolto anche recentemente a favore della raccolta dell’oro per la Patria in armi, donando ed invitando la cittadinanza a compiere il proprio dovere”.

A Febbraio - l’abbondante pioggia provoca allagamenti in molte cantine dell’abitato, danneggia l’impianto di riscaldamento delle Scuole ed inquina l’acqua dei pozzi e la popolazione è invitata a far bollire l’acqua per gli usi domestici.

2 Marzo - In paese si festeggia la vittoria dell’Amba Alagi; scrive una maestra “… fa rifulgere di purissima gloria l’ardimento dei meravigliosi soldati d’Italia. La carta geografica si va popolando di bandierine, segni delle luminose tappe del nostro esercito, sospinto dalla fede, animato da invincibile ardore”.

Il Comune acquista la targa in marmo a ricordo dell’assedio economico, così come era stato ordinato dal Gran Consiglio del Fascismo in data 16.11.1935; la spesa è di £. 1.200.

13 Aprile - Il Fascio Giovanile invita il Podestà “… a voler intervenire alla cerimonia che si terrà il giorno 15 alle ore 7 del mattino per la commemorazione degli Eroi Caduti in A.O. e per incitamento a tutti i Giovani Fascisti che presto verrANNO chiamati a servire la Patria nelle gloriose file dell’ esercito”.

17 Aprile - In paese continua la raccolta della carta da macero per fronteggiare le sanzioni decretate dalla Società delle Nazioni; la Croce Rossa di Como dichiara di averne ricevuto 5 quintali da Mariano.

21 Aprile - Si celebra la Festa del Lavoro e nella Sala Comunale si distribuiscono i libretti di pensione agli operai invalidi.

25 Aprile - Festa degli Alberi a Perticato: si piantano 20 platani lungo il viale che porta al Cimitero. Alla cerimonia partecipano gli scolari dei 3^ classe del maestro Giobbi.

5 Maggio - I militari italiani entrano in Addis Abeba e si conclude così l’avventura coloniale in Etiopia. Ancora una volta suonano le campane e fischiano le sirene, una grandissima folla si ammassa in piazza per ascoltare il messaggio del Duce; quindi si forma un corteo che sfila per le vie del paese.

7 Maggio - I proprietari della chiesetta di San Martino ricevono una comunicazione dal Ministero della Educazione Nazionale con la notifica che la chiesetta “… con affreschi romanici … ha importante interesse …” ed è quindi sottoposta alle disposizioni della Legge che tutela i monumenti.

9 Maggio - Proclamazione dell’Impero; il Re Vittorio Emanuele III° è insignito del titolo di Imperatore; nella Chiesa Prepositurale si celebra l’avvenimento con un solenne Te Deum di ringraziamento, con la partecipazione delle Autorità cittadine, Associazioni e scolaresche.

13 Maggio - Il Podestà segnala all’amministratore della Casa Borromeo, dr. Venanzio Sella marito della proprietaria, che il corso della Roggia Borromea è ingombro di immondizie e che è urgente un intervento di pulizia. VerrANNO presi provvedimenti in merito e la nobile Casa avanza la proposta di vendita della Roggia, decisione giustificata dall’ impossibilità di garantire una corretta gestione del corso d’acqua.

27 Maggio - Il Ministero dell’Educazione Nazionale comunica ai proprietari della chiesetta di San Martino che lo stabile “… ha importante interesse ed è quindi sottoposto alle disposizioni contenute nella Legge 20.06.1909 n. 364”.

19 Giugno - Dopo la processione del Corpus Domini il Podestà, signor Maurizio Wetzel, consegna al Prevosto la Croce di Cavaliere d’Italia. Nella stessa giornata celebra la sua prima S.Messa il novello sacerdote don Eugenio Somaschini.

21 Giugno - Il Dopolavoro Rionale fascista “Edoardo Crespi” di Milano organizza una “Ciliegiata Famigliare” con meta al Ristorante San Maurizio dove si svolgono divertimenti vari: concerto vocale e bandistico, balli, gioco delle bocce. Il pranzo è fissato in £. 6 (pasta al sugo, carne con contorno, formaggio, ¼ di vino, pane e coperto).

1° Luglio - L’Ufficiale Sanitario comunica al Podestà i risultati ottenuti con l’attività dell’Elioterapia artificiale praticata nei locali degli ambulatori dell’OMNI (Opera Nazionale Maternità ed Infanzia): dal Giugno 1935 al Giugno 1936 si sono svolte 1.700 sedute.

31 Luglio - Il Prefetto incarica il Sindaco a voler invitare i proprietari di ville a donare fiori e rami d’alloro “per rendere le più festose ed entusiastiche onoranze” alle Camicie Nere che ritornano dall’Africa Orientale.

7 Settembre - Il Regio Corso di Avviamento Professionale è intitolato a S.A.R. Luigi di Savoia, Duca degli Abruzzi. Dirige la Scuola il prof. Giordano Cappelletti, mentre il Presidente è il signor Giuseppe Mauri.

18 Settembre - Il Prefetto di Como nomina il signor Enrico Terraneo alla carica di Presidente della Congregazione di Carità.

20-21-22 Settembre - In piazza Roma si svolge la Fiera di Settembre, con la tradizionale Corsa al Trotto. Il Presidente del Comitato è il signor Augusto Mauri, coadiuvato dal segretario signor Giuseppe Marcante.

1° Ottobre - Grande adunata nel cortile per l’inizio dell’ANNO scolastico, sono presenti 889 alunni (57 frequentano a Perticato). In quasi tutte le aule si rammentano le gloriose vicende della guerra d’Africa.

4 Ottobre - Il Podestà segnala al Prefetto che durante la Festa dell’Uva “… furono esitati q. 5,37 di uva”.

22 Ottobre - Il Segretario Prov. del Fascio comunica al Podestà e p.c. all’Amministrazione del Corpo Musicale le dimissioni del Direttorio di “… codesto Dopolavoro Musicale e ratifichiamo nel contempo, giusta la sua proposta, la nomina del camerata Giuseppe Mauri a Commissario dello stesso”.

28 Ottobre - Il Segretario del Fascio signor Battista Frigerio, comunica alle Autorità ed Enti locali:

“In occasione degli ordini impartiti dall’on.Segretario Federale, dispongo che la celebrazione del XIV annuale della Marcia su Roma abbia luogo nella mattinata del 28 corr. con l’osservanza delle disposizioni contenute nel manifesto che in copia allego. Dalle ore 9 del mattino alle ore 18 del giorno 28 l’O.N.B.(Avanguardisti,Balilla e Piccole Italiane) ed il Comando dei Fasci Giovanili provvederANNO a montare la guardia al Monumento ai Caduti. I turni di guardia sarANNO di ore 2.

Le rimanenti formazioni del Regime, in divisa, si riunirANNO alla sede del fascio all’ora indicata per partecipare al corteo.

Il Commissario del Corpo Musicale provvederà affinchè i bandisti alle ore 9 precise si radunino per prestare servizio al corteo e durante la giornata suonino per le vie cittadine. Tutte le organizzazioni sono comandate ad intervenire al corteo in divisa, inquadrati e con vessillo. Saluti Fascisti”.

31 Ottobre - Giornata Mondiale del Risparmio. Nel Teatro Balilla sono distribuiti i libretti premio della Cassa di Risparmio col deposito di £. 10 assegnati agli alunni bisognosi e meritevoli

4 Novembre - Sulla facciata del Palazzo Comunale è scoperta una lapide a ricordo della Fondazione dell’Impero.

14 Novembre - Nella chiesa prepositurale si tiene una santa Messa in suffragio “… dei Caduti, sia per le guerre di redenzione, sia per le guerre coloniali che portarono l’Italia  alla grandezza dell’Impero …”.

Si conoscono i nomi di tre Caduti marianesi nella guerra in Africa Orientale: Felice Tagliabue, Armando Barzaghi decorato di Croce di Guerra al Valor Militare, e Cardelio Giudice.

5 Dicembre - Nei locali delle sede del Fascio si riunisce il Comitato della Società Nazionale Dante Alighieri; il cav. Arnaldo Nicosanti è nominato alla presidenza del Comitato marianese, su proposta del Comitato di Como.

Si celebra l’anniversario del primo Balilla, il giovane genovese G.Battista Perasso; nel cortile della Casa del Balilla sono presenti 700 piccole Camicie Nere che in corteo si portano in chiesa per la benedizione del Labaro. Al ritorno sono consegnate 7 Croci al Merito.

9 Dicembre - Il Presidente dell’ Ass. Calcio “Impero”, signor Aldo Nespoli, comunica al Podestà che la Società è stata ammonita dalla Federazione, perchè il campo manca della recinzione e gli spogliatoi sono inadeguati e pertanto chiede che vengano previsti i lavori richiesti.

13 Dicembre - Il cardinale Schuster impartisce la Santa Cresima ad un folto numero di ragazzi.

Il Comitato Provinciale Protezione Anti Aerea invita i Comuni ad inviare una documentazione relativa alle attività ed ai servizi pubblici operanti nelle varie località. Da Mariano si segnala fra l’altro la presenza di una Squadra di 13 pompieri della Ditta ISIS,  che dispone “… di una motopompa Tamini ed un autocarro attrezzi con 3 scale italiane, due scale a ganci, un telo da salti, funi da salvataggio, estintori e tubazioni da m/m 70 con raccordo a viti e 4 maschere anti gas, mentre ne abbisognano 14”.

Si conta sull’installazione di due sirene elettriche (con raggio di 500 metri) in piazza e sul campanile della chiesa di San Rocco, oltre alle sirene delle Ditte ISIS, Mauri & C., Meroni & C. In seguito sarANNO poste le sirene anche sui campanili della chiesa di S.Stefano e S.Alessandro di Perticato.

Fra gli altri dati segnalati si ricorda:

Scuole Elementari - 18 classi  

Direttore Didattico Oscar Morgutti

 

Avviamento al Lavoro - 7 classi

Dirigente maestra Michelina Perolini

Asilo Infantile - 200 bambini  

4 Suore e una donna di servizio

Ricovero per vecchi - 20 ospiti assistiti

Dirigente Padre Masciadri

Ospedale F.Villa - 30 posti letto  

Direttore il prof. Bonzani

5 suore, 2 infermieri e un uomo di fatica; dispone di una sala operatoria fornita di tutto quanto possa occorrere per qualunque intervento anche di alta chirurgia; di un gabinetto radiologico completo per diagnostica; della lavanderia meccanica, della cella mortuaria.

Da una indagine promossa nell’ANNO 1936 si conoscono questi dati sulle attività industriali, artigianali e commerciali:

Industrie con più di 10 operai

  7

Laccatori e verniciatori di mobili

3

“          “      “   di   5 operai

 22

Marmisti

3

“          “      “   di   3 operai

 58

Tappezzieri

4

“        con meno di 3 operai

151

Vetrai

4

Intagliatori

 20

Segherie n. 10 con 50 occupati

Lucidatori

 20

Vendita di ferramenta per mobili

3

Tornitori

 12

Vendite di bordure, impiallacciature, ecc.

3

Intarsiatori

 3

In paese vi sono 2 Esposizioni:

- Esposizione Mobili Marianesi          con 40 associati artigiani

- Esposizione Permanente Mobili       con 27 artigiani associati – presidente Loreto Giobbi.

Il cronista parrocchiale ricorda che durante il mese di Marzo si ebbero abbondanti piogge con la conseguenza di molte cantine allagate “… con dANNO della salute e rovina dei caloriferi a carbone”.

Nel successivo mese di Maggio ritorna a piovere copiosamente e Roggia Vecchia minaccia di rompere gli argini; la zona del Fontanone e le campagne adiacenti sono allagate.

Abitanti 8.777 - nati 170 - morti 93 – 65 matrimoni.

ANNO 1937 – XV° E.F.

6 Gennaio – A Perticato si celebra la Befana Fascista: ad ogni alunno benestante sono consegnati due biscotti; ai bisognosi sono donati anche indumenti nuovi.

Inizia la VII^ Campagna Nazionale Antitubercolare; in Italia si contano 462 Dispensari Antitubercolari, 41.000 posti-letto in Sanatorio, 700.000 bambini frequentano ogni ANNO le colonie estive.    Mussolini ricorda che “… questa è una grande battaglia, magnifica e fondamentale battaglia, perché è battaglia contro la morte per lo sviluppo e il potenziamento della vita”.

9 Gennaio - Il Segretario del Fascio, Battista Frigerio, segnala al Podestà che nessuno dei dipendenti comunali, tranne il Segretario, ha provveduto alla regolamentare divisa fascista. Immediatamente si invitano i dipendenti a mettersi in regola. Molti, per iscritto, comunicano di aver già provveduto. Fra queste comunicazioni si trova quella inviata dallo stradino Alessandro Castoldi:

“Ill.mo Sig. Podestà,

E’ mio dovere rispondere in merito alla sua pregiata lettera invitandomi a provvedermi della divisa fascista; ma purtroppo le devo far conoscere le mie circostanze. Quando ero musicante ho dovuto ritirarmi perché quando c’erano i cortei non potevo mai partecipare perché avevo la pulizia della Piazza. D’altra parte fui costretto dalla Sezione Mutilati a provvedermi la camicia nera, il berretto associativo e il cinturone e anche qui non ho mai partecipato al corteo. Quindi se fossi sicuro di prendere parte a queste manifestazioni, sarei pronto a provvedermi. Attendo risposta da quale parte devo far parte. Saluti fascisti”.

18 Gennaio - Un Decreto firmato dal Re e dal Duce assegna al Comune di Mariano un Segretario di grado V°.

6 Febbraio - Il Card. Schuster amministra la S. Cresima a 559 bambini della parrocchia, a 42 di Romanò ed a 22 di Villa Romanò.

7 Febbraio - A scuola si svolgono i primi esperimenti di difesa antiaerea: al segnale convenuto gli alunni devono scendere in modo ordinato nello scantinato, che per l’occasione funge da ricovero antiaereo.

25 Marzo - Il prevosto don Gerolamo Colombo è insignito dell’onorificenza di Protonotario Apostolico; il successivo 23 Aprile si terrà la cerimonia dell’investitura presso la cappella privata dell’Arcivescovo di Milano

15 Aprile - Giorno di vacanza scolastica per festeggiare la nascita del Principe Vittorio Emanuele, a cui è assegnato il titolo di Principe di Napoli; nella cronaca del suo registro una maestra augura al neonato Principe di “ ... diventare un giorno il Re Imperatore d’Italia!”.Per nostra fortuna la profezia non si è avverata!!

17 Aprile - Festa degli Alberi; una maestra lamenta che nel viale della stazione i vandali abbiano tagliato le cortecce di alcuni tronchi, un’azione, secondo l’insegnante,  “… degna appena degli abissini che siamo andati a civilizzare!”.

21 Aprile - Nella ricorrenza del Natale di Roma si inaugura il gagliardetto dell’Ass. Calcio “Impero”, iscritta al campionato di 2^ Divisione; madrina è la signorina Ave Vitali. Presidente del sodalizio è il signor Aldo Nespoli. Nel pomeriggio si disputa la partita amichevole fra la squadra di Mariano e il G.S. Baracca di Milano.

5 Maggio - Il Consiglio di Amministrazione dell’Asilo G. Garibaldi è composto da Mons. Colombo (Presidente), Andrea Porta Spinola, Giuseppe Mauri, Natale Mauri, Giuseppe Cugna-sca.

19 Giugno - Il prevosto mons. Gerolamo Colombo invia una lettera a tutte le famiglie con l’invito alla raccolta dei fondi per l’acquisto del nuovo concerto di campane, in sostituzione di quelle vecchie che il Card. Tosi avrebbe definito “tolle” e che lo stesso prevosto ritiene “indegno della Borgata nostra”. Alle famiglie dei contadini e degli operai si chiede l’offerta di £. 100 da riscuotersi in due rate. Molto di più dovrANNO versare i commercianti egli industriali! Il costo per l’acquisto del concerto di 6 campane è previsto in £. 250.000.

27 Maggio - Prima Santa Messa del novello sacerdote don Teodolindo Brivio, destinato come Vice Direttore al Collegio Volta di Lecco.

15 Luglio - Le sanzioni economiche contro l’Italia costringono alla rimozione di alcune cancellate di edifici pubblici ed il loro trasporto in fonderia per la fusione; a Mariano vengono rimosse le cancellate del Monumento ai Caduti, dell’Ospedale e della Caserma.

24 Luglio - Assegnazione di Premi di Bachicoltura; si tratta di 5 premi per una somma complessiva di £. 500.

11 Agosto - Il Comune stanzia la somma di £. 3.000 per l’acquisto di materiale radiofonico per le Scuole Elementari.

6 Settembre - Giunge in paese il nuovo concerto delle campane. Dopo un giro per le vie del paese le campane, giunte dalla fonderia di Saluggia, sono appese al palco predisposto nel cortile dell’Oratorio di San Rocco. Fra le sei campane suscita meraviglia la mole gigantesca di quella dedicata a S.Stefano, del peso di 31 quintali. La benedizione verrà impartita il giorno successivo dal Card. Schuster. Padrini e Madrine sarANNO il Conte Besana e la figlia Fanny, Donna Licia Berlingeri ved. Porta Spinola, la signora Cugnasca ed il figlio, la signora Fiorina Mauri ed il cugino.

Alla cerimonia presenzierANNO 4.000 persone circa.

Notizie sulle nuove campane:

VI^ campana dedicata a Santo Stefano protomartire, San Carlo, Sant’Ambrogio, San Giuseppe con la scritta “Avvertirò i sacerdoti ed il popolo nelle feste maggiori. Sono stata rinnovata col danaro raccolto dai ricchi e dal popolo, perchè con grande voce canti le vittorie della Chiesa e della Patria”.

V^ campana dedicata alla Madonna, San Luigi, San Tarcisio, San Filippo, Angelo Custode con la scritta “Ascoltate la mia voce come voce di Dio: entrate nel tempio di Dio e qui sarete ristorati dalla dottrina e dai sacramenti di Cristo”.

IV^ campana dedicata a San Francesco d’Assisi, San Pasquale, Sant’Antonio Abate, San Sebastiano con la scritta “Ascoltaci o Signore, perché ti degni umiliare i nemici della patria e della Chiesa”.

III^ campana dedicata al Crocefisso, anime sante del Purgatorio, San Giocondo, San Rocco con la scritta “Chiamo i vivi; piango i morti; spezzo i fulmini”.

II^ campana dedicata alla santa Vergine di Lourdes, Sant’Apollonia, Sant’Agnese, Sant’Agata con la scritta “Strepita il bronzo, le tempeste fuggono, le folgori cessano”.

I^ campana dedicata a Maria Ausiliatrice, San Giovanni Bosco, Beato Cafasso, Santa Lucia con la scritta “Vergine potente difendi i confini della Patria”.

9 Settembre - Si acquistano 450 banchi per le Scuole dalla Ditta Palini & C. di Bisogne; la spesa è di £. 49.450,50 più £. 6.750 per l’applicazione del piano di linoleum. Si acquistano inoltre 900 calamai in bachelite con una spesa di £. 1.620.

I banchi vecchi sono venduti a diversi Comuni, ad un prezzo cha varia da £. 25 a £. 30 cadauno:

100 a Casatenovo, 20 a Camnago Volta, 30 a San Fermo, 30  a Carugo-Arosio, 30 a Valgreghentino, 20 all’Opera Pia Somaini . 

17 Settembre - Si stanzia la spesa di £. 3.170 per l’impianto di riscaldamento a termosifone nel Palazzo Comunale.

19-20-21 Settembre - Grandi festeggiamenti per l’annuale Fiera di Settembre; il programma prevede “Grandi Corse al Trotto a coppie”, una gara ciclistica, la Mostra Zootecnica e la Fiera del Bestiame.

3 Ottobre - In piazza Roma si svolge la Festa dell’Uva ed il Podestà si compiace di segnalare al Prefetto “… di aver esitato q. 5.61 di uva …”.

16 Ottobre - Inizia l’ANNO scolastico e gli scolari inneggiano al Podestà per l’acquisto dei nuovi banchi; Giunge la maestra Angela Pellizzaro, che sostituisce la defunta collega Emilia Frigerio. Gli alunni iscritti sono in totale 935. Durante l’ANNO scolastico nelle classi si seguono con partecipazione le vicende della guerra civile in Spagna.

28 Ottobre - Un insegnante scrive sul suo registro: “Marcia su Roma. Da quel giorno 15 anni trascorsero. Ora però il popolo lavora, rispetta le Leggi e la religione, ama la sua patria e sarebbe pronto ad ogni sacrificio se il Capo del Governo lo comandasse. Credere, obbedire, combattere vuole il Duce. Amarlo e pregare per Lui è dovere di ogni italiano”.

7 Novembre - Alcune scolaresche marianesi, accompagnate dagli insegnanti, si recano a Seveso, ad assistere all’arrivo del Duce, in visita alla cittadina.

18 Novembre - Sotto il porticato del Palazzo Comunale è inaugurata e benedetta la lapide che ricorda l’assedio economico decretato dalla Società delle Nazioni. Dopo i tre minuti di silenzio i Balilla e le Piccole Italiane cantano Giovinezza e l’Inno a Roma.

25 Novembre - Il Presidente del Consorzio Ospedaliero Giussano – Mariano comunica al Podestà di Mariano il nuovo organico dell’Ospedale:

dr. Vincenzo Castiglioni       chirurgo residente con incarico della direzione medica
dr. Giovanni Del Curto         medico specialista, pediatra e radiologo
dr. Lodovico Moncalvi         consulente chirurgo–primario Chirurgo Ospedale Maggiore di Milano
dr. Giuseppe Grossi            consulente ostetrico ginecologico–direttore Asilo Prov. Materno-Milano
dr. Ernesto Bussola            specialista di oculistica – assistente Osp.Maggiore di Milano
dr. Enrico Bozzi                 specialista di Otorinolaringoiatria–assistente Osp.Maggiore di Milano
 

24 Dicembre - Alcune mamme ricevono il Diploma di benemerenza conferito dall’O.N.M.I. per il buon allevamento della prole. Mussolini aveva lanciato lo slogan: “Il destino delle Nazioni è legato alla loro potenza demografica”.

Dopo un favorevole periodo iniziale, il Pubblico Macello sta attraversando un momento critico, dovuto alla concorrenza delle fabbriche che producono ghiaccio di Cantù, Monza, Seregno e Carugo-Arosio. Pertanto si ipotizza di allargare la gestione ad alcuni Comuni limitrofi.

Il Podestà segnala alla Prefettura di Como la Situazione Generale Economica e Politica del Comune, dalla cui lettura si ricavano interessanti notizie.

i disoccupati sono 37, di cui 27 ammessi al sussidio;

il Dopolavoro Comunale ha la sua sede in via Garibaldi (ex sede del Circolo Proletario) e conta 220 soci;

il P.N.F. ha 308 iscritti, mentre l’Associazione Combattenti ne conta 310;

Elenco nominativo dei componenti il Direttorio del P.N.F. di Mariano:

Segretario del Fascio e Comandante G.I.L.          Battista Frigerio
Vice Segretario Politico                                   Roberto Brivio
Segretario Amministrativo                                Francesco Pavia
Comandante Avanguardisti e Balilla                    Oscar Morgutti

Componenti                                                  Mario Corbetta (Vice Commissario GIL)
                                                                  Adolfo Pozzi – Oreste Valagussa
                                                                  Loreto Giobbi
 

Elenco nominativo dei componenti il Direttorio del Comando GIL (Gioventù Italiana del Littorio)

  1. Comandante

Battista Frigerio

  2. Vice comandante e aiutante in prima

Mario Corbetta

  3. Comandante GG.FF.

Mario Camnasio

  4. Comandante O.N.B.

Oscar Morgutti

  5. Aiutante in seconda GG.FF.

Roberto Brivio

  6. Aiutante in seconda O.N.B.

Loreto Giobbi

  7. ispettrice G.I.L. femminile

Carla Della Beffa

  8. Vice Ispettrice G.I.L. femminile

Vittoria Re Tettamanti

  9. Capo Gruppo Giovani Fasciste

Maria Avitabile

10. Capo Gruppo Giovani Italiane

Vittoria Re Tettamanti

11. Capo Gruppo Piccole Italiane

Fiorenza Uslenghi

12. Capo Gruppo Figli della Lupa

Michelina Perolini

13. Segretario amministrativo

Emilio Cerliani

la Congregazione di Carità è presieduta dal signor Enrico Terraneo ed ha una rendita di £.9.000;

l’Asilo Infantile è frequentato da 240 bimbi;

936 marianesi sono iscritti nell’elenco dei poveri, corrispondenti a 211 famiglie; il Comune spende circa £.7.000 annue per i medicinali;

la Pesa Pubblica è gestita direttamente dal Comune ed il servizio è curato dal custode-portiere della casa comunale, che viene liquidato annualmente con un premio in denaro nella misura del 7% degli incassi conseguiti.

- Nella relazione ci citano pure i seguenti dati anagrafici:

1933   nati  184     morti               92      matrimoni      46

1934   “      181       “                  85            “           53

1935   “      201       “                  92            “           41

1936   “      170       “                  93            “           71

- In via Volta è aperta la Cooperativa di Consumo “La Littoria”.

Abitanti 8.519 - nati 149 - morti 101-  matrimoni 94.

ANNO 1938 – ANNO XVI° E.F.

6 Gennaio - Presso il Teatro Balilla sono distribuiti i doni della Befana Fascista, i mille bambini presenti ricevono il pacco alimenti e quelli appartenenti a famiglie povere hANNO anche un indumento invernale e la divisa di Balilla, di Avanguardista e di Piccola Italiana.

16 Gennaio - La Sezione marianese “Enrico Toti”, dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, organizza un raduno di commilitoni in congedo ed in piazza Roma si tiene un concerto a cura della fanfara “Luciano Manara” di Milano.

Si fANNO sentire pesantemente le conseguenze delle sanzioni decretate contro l’Italia dalle Nazioni Unite: a scuola le maestre invitano gli alunni ad evitare gli sprechi ed a consumare prodotti italiani. Tutta la popolazione è sollecitata alla raccolta dei rottami di ferro, dei cocci di vetro, degli stracci, della carta da macero, per il loro riciclo.

23 Gennaio - Le scolaresche effettuano un esperimento di sfollamento della classe, come previsto dal programma di protezione antiaerea.

7 Febbraio -           I Soci della Coop. “La Fratellanza”, ormai in liquidazione, sono invitati a presentare il certificato azionario per la ripartizione del capitale sociale. I Soci deciderANNO di versa- re poi la somma di £. 20.000 a favore della costruendo Casa del Fascio, per la quale era stata preventivata la spesa di £. 350.000. La Ditta ISIS ed il Comune contribuirANNO con l’offerta di £. 50.000.

2 Marzo - Tutti gli edifici pubblici espongono le bandiere abbrunate per la morte del poeta Gabriele D’Annunzio.

A Marzo un decreto governativo abolisce l’uso del “lei ”: d’ora in avanti si saluterà con il VOI.

23 Marzo - Il legionario marianese Carlo Neri, combattente in Spagna, comunica al Segretario del  locale Fascio di aver ricevuto la decorazione di medaglia d’argento al Valor Militare; la lettera viene letta in tutte le classi elementari “… per dimostrare di quale fede sono animati i Soldati di Mussolini sui campi di battaglia e con quale fede convinta essi offrono la loro vita per una santa causa che è la causa della civiltà del mondo”.

Nella lettera del Neri si legge: “…  sono contento di aiutare a dar l’ultimo colpo per stroncare definitivamente l’inutile resistenza della canaglia rossa… Dio è con noi! Tutta la civiltà è con noi! Vinceremo ad ogni costo. Credo che sarai contento anche tu, perché sulla seta dell’amata Fiamma Nera –Costantissima” di Mariano C.se un nastrino azzurro sicuramente non stonerà e nemmeno l’argento che il nastrino color cielo d’Italia reggerà … servirò con tutte le mie forze, allo scopo di liberare l’Europa dal Comunismo asiatico per fascistizzarla, onde poter rendere sempre più immortale il nome di Roma.

Tuo Gregario Ardito Carlo Neri. A noi! W il Duce! Arriba Espana!”.

24 Marzo - In occasione della visita di Hitler in Italia i Podestà sono invitati a segnalare persone sospette: a Mariano non esistono soggetti degni di segnalazione.

Inizia la campagna Antiebraica e i Podestà sono autorizzati a rilasciare attestazioni di appartenenza o no alla razza ebraica.

29 Marzo - Da una comunicazione inviata dal Comune alla Prefettura si apprende che il “Cinema Marianese” di via Volta n. 2 e di proprietà del signor Carlo Formenti risulta classificato di IV^ categoria; nell’esercizio si contano 380 posti, di cui 40 in balconata, 140 primi, 160 secondi e 40 terzi. Sono praticati i seguenti prezzi: balconata £.2; 1° posto £.1,50; 2° posto £.1,00; 3° posto £.0,60.

30 Marzo - Il presidente della sezione marianese dell’Associazione Nazionale Combattenti scrive una lunga lettera alla Federazione dell’Associazione di Como, e per conoscenza al Podestà, al Segretario del fascio ed al Comando dei Regi carabinieri, avente per oggetto “Bugiarderie apparse sul bollettino parrocchiale di Mariano C.se sull’andamento del veglione “Pro Combattenti Marianesi del 5.03.1938 XVI”.

In questi anni la parrocchia condanna con severità tutte le feste danzanti.

20 Aprile - I dirigenti della Trancia A. Mauri & C. donano al Comune un quadro con intarsio “rappresentante il nostro Duce”.

21 Aprile - Un invalido marianese deve essere premiato, sono richieste informazioni al Comune e il vice segretario del Fascio segnala che “… durante il periodo del dissolvimento sociale … la persona in questione era iscritta al Partito Socialista”.

10 Maggio - Anche il milite marianese Alfredo Erba, combattente in Spagna è stato decorato con la medaglia d’argento al valor militare.

29 Maggio - “Giornata di solidarietà con la Spagna”. Si auspica la vittoria del generale Franco e la sconfitta dei difensori della Repubblica.

8 Giugno - Il Prefetto ordina la requisizione della foglia di gelso: sono interessati i proprietari di gelsi che non siano allevatori di bachi e quegli allevatori che abbiano foglie di gelso in eccedenza. Il Comitato per la Bachicoltura è composto dal Podestà, dal Segretario del Fascio, da due fiduciari dei Sindacati (Alberto Longoni e Luigi Besana), da quattro capi famiglia allevatori di bachi (Fortunato Colombo, Natale Valagussa, Giuseppe Molteni, Angelo Castelli).

10 Giugno - Si rinnova il Consiglio dell’Ospedale F.Villa e per il quadriennio 1938-1941 sono nominati i signori Antonio Boga, Enrico Terraneo, Giuseppe Valagussa e l’avv. Antonio Bilotta. Al Prefetto spetterà in seguito la designazione del Presidente.

Si registrano anche variazioni fra i membri  del Consiglio dell’Asilo Garibaldi, ora composto dal Presidente Mons. Gerolamo Colombo e dai signori Giuseppe Cugnasca, Giuseppe Mauri, Natale Mauri, Antonio Frigerio.

18 Giugno - Si inaugura l’erezione del secondo piano dell’Asilo Infantile; l’opera era stata finanziata dalla Ditta ISIS:

18 Luglio - Ha inizio il Campo Solare ed il Segretario della G.I.L. (Gioventù Italiana del Littorio) invita il Parroco di Mariano ed il Curato di Perticato a volerne dare notizia durante le S.Messe festive. Nel periodo di apertura del Campo Solare, ogni mattina nel momento dell’ alzabandiera i bimbi reciterANNO:

         “Signore benedici i Sovrani, i Principi, il Duce nostro

         nella grande fatica che Egli compie.

         E poiché l’hai donato all’Italia, fallo vivere a lungo per l’Italia

         e fa che tutti siano degni di Lui,

         che non conosce riposo vero se non quando è in mezzo a noi fanciulli

         e ci sorride col suo luminoso sorriso”.

19 Luglio - Il Presidente dell’Ospedale di Mariano, signor Luigi Botta segnala all’Amministrazione  del Circolo Ospedaliero che non si ha alcuna intenzione a concorrere alla spesa per i lavori di restauro del plesso di Mariano, non ritenendole necessarie e ricorda che “… quest’Opera Pia, senza alcun vantaggio per sé, né per i poveri di Mariano ha dato al Consorzio Ospedaliero uno stabile di considerevole importanza a titolo gratuito”. Il Presidente mette inoltre in evidenza l’urgenza “… di porre in efficienza l’Ospedale di Mariano al pari di quello di Giussano …”.

22 Luglio - Il Commissario Prefettizio cav. Aurelio Sironi, a nome del Consorzio Ospedaliero risponde al signor Luigi Botta ricordando fra l’altro i provvedimenti assunti per le migliorie del plesso marianese e contesta la veridicità dell’affermazione secondo la quale l’Ospedale F. Villa versi in condizioni deplorevoli. Dalla lettera risulta che il plesso di Giussano abbia una capienza e una disposizione migliore di quella di Mariano, ragione per cui a Giussano sono destinate maggiori attrezzature tecniche.

26 Luglio - Si scatenano violenti temporali che provocano lo straripamento della Roggia Vecchia e gravi danni ad alcune abitazioni. Esce dagli argini anche il corso del Ramarino sulla strada in località Cattabrega.

22 Agosto - In tutta Italia si censiscono gli ebrei; il Podestà di Mariano telegraferà alla Prefettura che “… in seguito ad ulteriori indagini non risultano ebrei qui residenti”.

26 Settembre - Una Circolare Prefettizia suggerisce che “… per evitare che gli ebrei residenti in questa Provincia sfuggano al censimento del 22 Agosto, si dispone che la rilevazione venga continuata”.

25 Settembre - In occasione della festa di San Luigi il missionario Padre Pierino Marelli celebra la sua Prima santa Messa.

1° Ottobre - Si inoltra la domanda per il riconoscimento dello Stemma e del Gonfalone del Comune. “Il Gonfalone è rappresentato da un drappo rettangolare cadente che termina con bordo a tre angoli con frangia d’oro”. Lo stemma è così descritto: “ … di rosso , al leone azzurro, coronato d’oro, rampante su di un traliccio d’alloro e ricordava la inquadratura dell’arma del ramo Visconti di Cislago”.

9 Ottobre - Mariano si distingue anche nella programmazione di attività sportive ed a cura dell’ A.S.  Impero si svolge il I° Circuito Ciclistico “Gran Premio dei Campioni”, con la partecipazione di atleti professionisti e dilettanti; la corsa transita 100 volte sul percorso via D’Adda, piazza Roma, via Trotti e via Montebello.

18 Ottobre - Inizia l’ANNO scolastico e terminerà il 15 Giugno 1939. Il Circolo Didattico di Mariano comprende i comuni di Brenna, Cabiate, Carugo, Arosio, Inverigo, Lambrugo, Lurago d’Erba e Monguzzo. Gli alunni iscritti sono 902.

16 Novembre - Si invia un telegramma alla Principessa Giovanna di Savoia “Avvenimento vostro fidanzamento riempie gioia questa cittadinanza che esultante invia affettuoso saluto. Podestà Mariano Comense”.

30 Novembre - Il Comune elargisce alla Fabbriceria della parrocchia un contributo di £.15.000 per ile spese sostenute in occasione del sopralzo del campanile e della sostituzione delle campane.

4 Dicembre - Al Teatro dell’Oratorio San Rocco si tiene una serata benefica con la Filodrammatica “Italica” della Casa di Redenzione di Niguarda che recita il dramma “La bestia senza nome”.

Aumenta a sei il numero dei distributori di benzina:

via Vittorio Emanuele 32               Serafino Sirtori
piazza Roma 34                           Francesco Camnasio
piazza Roma, 8                           Ettore Emandi
piazza Roma 14                           Marco Garetti
piazza Roma 47                           Celestina Ciceri
via San Rocco 40                        Mansueto Pozzoli

Autorimesse con noleggio

Piazza Roma, 14                          Garetti Marco
Via 28 Ottobre,4                         Elli Emilio

Autotrasporti

Via S.Stefano, 34                        Fumagalli Giuseppe
Via 28 Ottobre, 18                      Giussani Ernesto
Via 28 Ottobre, 1                        Cappellini Anacleto
Via Vittorio Veneto, 13                 Mauri Giuseppe
Via Vittorio Veneto, 2                  Longoni Enrico
Via Trento, 3                              Longoni Erminio
Via Trento,3                               Longoni Dante
Via Montebello, 57                       Pozzi Rosa ved. Longoni
Via Isonzo, 4                              Caprotti Ugo
Via Isonzo, 4                              Marelli Gino

Il commento del cronista parrocchiale: “Causa ostinata siccità in primavera e freddo, stagione poverissima di raccolto del frumento. Causa l’abbondante pioggia estiva in tempo ed opportuna, abbondantissimo raccolto di fieno e di granoturco”.

Abitanti 8.610 - nati 177 - morti 111 – matrimoni 66.

ANNO 1939 – ANNO XVII E.F.

15 Gennaio - Presso il Teatro san Rocco si programmano il dramma mistico “L’Angelo” e lo scherzo comico “Signori si gira”.

10 Febbraio - Giunge la notizia della morte del Papa Pio XI; gli uffici pubblici espongono la bandiera a mezz’asta e si sospendono gli spettacoli pubblici. La santa Messa di suffragio sarà celebrata il 17 Febbraio con l’intervento delle autorità, delle scolaresche e di moltissimi cittadini.

15 Febbraio - Nelle scuole elementari inizia il Doposcuola; l’iniziativa non trova il favore delle maestre  più anziane che si lagnano per l’aumento di lavoro a cui sono chiamate.

25 Febbraio - Il Prevosto invia una lettera a tutte le famiglie con la richiesta di contributi a favore della parrocchia. A causa della crisi della bachicoltura la chiesa non ha ricevuto la solita offerta delle gallette e pure è risultata scarsa la raccolta dei contributi raccolti negli stabilimenti. Pertanto a tutte le famiglie è richiesto l’importo di una giornata di lavoro.

1° Marzo - In piazza si raduna una numerosa folla per ascoltare alla radio la notizia della nomina del nuovo Papa, il Card. Eugenio Pacelli, che assumerà il nome di Pio XII°.

20 Marzo - Si registrano le dimissioni del Podestà Maurizio Wetzel, giustificate da pressanti impegni di lavoro. Il Prefetto designerà provvisoriamente il signor Roberto Brivio alla carica di Commissario Prefettizio.

28 Marzo - A scuola scolari e maestre esultano per la liberazione di Madrid, e la conseguente fine della guerra di Spagna, e si commenta con viva soddisfazione la fulminea avanzata del nostro esercito in Albania. Il Re assumerà il titolo di Re di Albania, oltre a quello di Imperatore, ed anche a Mariano l’evento è festeggiato con esultanza.

22 Aprile - Festa degli Alberi; si piantano 12 tigli lungo il viale che conduce al Cimitero.

5 Maggio - Terminano i lavori per l’allargamento della via Volta, un provvedimento necessario poiché  “… nel tratto in cui si allaccia alla piazza Roma è eccessivamente angusta e presenta un serio pericolo per il traffico stradale e in quanto essa allaccia questa zona ed il piano di Erba con la plaga non meno importante del saronnese”.

21 Maggio - Ricorre il IV° centenario della morte di Sant’Antonio Maria Zaccaria le cui reliquie, dirette a Como, transitano per i nostri paesi. Al Monumento dei Caduti si riversa una numerosa folla in attesa del corteo. Intervengono anche la Banda Musicale, i rappresentanti delle Congregazioni religiose, le scolaresche. Secondo il cronista parrocchiale l’avvenimento “fu un vero trionfo”.

27 Maggio - Nei corridoi delle Scuole e degli edifici pubblici campeggiano i manifesti con la scritta “Date ferro alla Patria!”; gli alunni si impegnano a rovistare nei solai, nelle cantine, perfino nelle Rogge, per trovare materiale ferroso da portare a scuola.

28 Maggio - Nel cortile delle scuole ha luogo l’annuale Festa Ginnastica: davanti alle autorità cittadine  400 scolari si esibiscono negli esercizi obbligatori per l’ANNO XVII.

Nel mese di Aprile molti alunni avevano partecipato ai “Ludi Juveniles” nel cortile delle Scuole o al Campo Sportivo; altri alunni avevano partecipato ai “Ludi di Cultura”.

2 Giugno - Il Prefetto nomina l’industriale Guido Berta alla carica di Commissario Prefettizio, in sostituzione del signor Roberto Brivio.

Il nuovo Podestà scriverà al prevosto: “La Divina Bontà ha voluto affidarmi l’incarico di amministrare la laboriosa popolazione di questo Comune. Mentre ringrazio  Voi, Monsignore, ed il Clero Marianese per gli auguri molto graditi, dal profondo del cuore io prego perché Dio mi assista. Io intendo dedicare la mia opera, sorretta dalla fede cristiana e fascista all’interesse comune dei Marianesi”.

11 Giugno - Anche i Legionari marianesi fANNO ritorno dalla Spagna, e fra di loro il decorato Car- letto Neri, accolto trionfalmente alla Stazione ferroviaria, di qui  si forma un corteo diretto al Municipio, dove si terrà un ricevimento.

4 Luglio - Cerimonia di chiusura dell’ANNO scolastico; gli alunni assistono alla santa Messa, poi si recano al Monumento ai Caduti per un omaggio floreale, quindi nel cortile delle scuole si procede alla distribuzione delle Croci al Merito e delle pagelle. La cerimonia si chiude con il saluto alla bandiera.

27 Agosto - I parrocchiani di Perticato organizzano grandi festeggiamenti in occasione del 25° di sacerdozio del Curato don Carlo Perego.

I dipendenti della Ditta Meroni vANNO in gita al Colle San Bernardo.

3 Settembre - Si celebra la XVII^ Giornata Alpina della G.I.L.: i Giovani fascisti e gli Avanguardisti sono invitati all’ascensione di alcuni monti della Provincia quali il Bisbino, Galbiga, Pizzo di Gino, Legnone, Tre Signori, Zuccone Campelli, Resegone, Grigna, Corni di Canzo, San Primo.

16 Ottobre - Inizia il nuovo ANNO scolastico che anticiperà la chiusura al prossimo 31 Maggio, in seguito agli eventi che porterANNO alla guerra. Dopo 40 anni di servizio lascia la scuola la maestra Teresa Mantegazza, nominata dal Consiglio Comunale nel lontano 1899. Il 21 Dicembre la maestra scriverà sul registro: “Questa fu per me l’ultima giornata di scuola! Non mi par vero che siano ormai trascorsi 40 anni. Lascio con rimpianto la scuola, pur nella speranza di poter godere un po’ di riposo. Nella mia ininterrotta carriera ho avuto anche delle soddisfazioni, non ultima quella che mi dà la coscienza di aver sempre fatto il mio dovere”.

Gli alunni iscritti sono 894.

17 Ottobre - La maestra di Perticato, signora Alice Boldi, scrive al Podestà e lamenta che dopo 32 anni di servizio in frazione la si obbliga  a pagare l’affitto dei locali occupati presso la scuola e che le è negata la provvista di legna e carbone per il riscaldamento.

18 Novembre - Alle ore 15 da Milano giunge il card. Schuster per la visita pastorale e l’amministrazione della S.Cresima a circa 300 bambini. Il prelato è atteso  in piazza Roma presso l’antica Croce, accolto da tutte le autorità, scolaresche, formazioni giovanili del regime. In processione si raggiunge la chiesa di Santo Stefano sulla cui facciata un cartello recita:

Mariano esultante accoglie l’Eminentissimo cardinale Schuster

apportatore di benedizione e di pace

e presenta un manipolo di candide anime

che fortificate dalla Sacra Unzione dello Spirito Santo

 implorano dall’Altissimo la tranquillità universale.

Il cardinale lamenta la scarsa frequenza dei giovani all'Oratorio, suggerisce la realizzazione di una nuova e più decorosa cappella all'Oratorio femminile.

Il cardinale si sposterà poi a Perticato per amministrare la Santa Cresima a 69 bambini.

3 Dicembre - Nel cortile delle scuole si svolge la solenne commemorazione del 193° anniversario del Balilla “.. simbolo di tutta l’ardente giovinezza d’Italia che cresce e si educa virilmente all’ombra del Littorio” scrive un maestro sul suo registro. Dopo il saluto alla bandiera il Segretario del fascio ordina il saluto al Re e al Duce e tutti rispondono A NOI!.

6 Dicembre - Il Podestà sollecita l’Istituto Nazionale Fascista Case Popolari ad approvare interventi anche a Mariano, finora dimenticata!; Si pensa ad un primo intervento con 40 apparta- menti. Nella lettera del Podestà rammenta che “… il 30% delle abitazioni del Comune non risponde alle volute esigenze tecnico-igieniche. Relativamente all’affollamento le abitazioni si dimostrano insufficienti, gli abitanti risultano in media due per vano con frequenti punte fino a quattro persone per vano. Sempre vi è promiscuità. I servizi igienici lasciano sempre a desiderare”.

All’orizzonte si profilano minacciose nubi foriere di eventi bellici ed a scuola gli alunni ed i loro insegnanti continuano ad esercitarsi nelle prove di sfollamento, in collaborazione con il Comitato Provinciale di Protezione Antiaerea.

Il commento di fine ANNO del cronista parrocchiale: “Annata abbondante di frumento, fieno e melgone. Offerta di 81 kg. di bozzoli.”.

Abitanti 8.775 – nati 176 – morti 67 – matrimoni 53.

ANNO 1940 – ANNO XX E.F.

Con il mese di Gennaio a scuola prende avvio l’iniziativa della Refezione Scolastica: agli alunni è distribuito un piatto di minestra ed una pietanza. Questo nuovo servizio si dimostrerà particolarmente utile negli anni successivi, quando le famiglie soffrirANNO per la carenza dei generi alimentari.

15 Febbraio - Il Podestà comunica al Prefetto che a Mariano sono stati denunciati kg. 13.198 di rame, divisi fra rottami in genere, utensili da cucina, utensili ed attrezzi agricoli, oggetti diversi, rami artistici, rami adibiti ad uso industriale, rami adibiti ad uso commerciale.

17 Febbraio - Unificazione delle due condotte ostetriche; il provvedimento si rende necessario per motivi economici e anche perché il numero delle puerpere che si avvalgono del servizio della levatrice comunale è sensibilmente diminuito.

18 Febbraio - A scuola si svolgono le prove scritte  dei “Ludi di Cultura”, dopo quattro giorni gli alunni sarANNO chiamati a sostenere le prove orali.

20 Febbraio - Il Prefetto di Como decreta che “… l’Istituto di cura Ospedale F. Villa di Mariano C.se, amministrato dal Consorzio Ospedaliero Giussano – Mariano C.se è classificato Infermeria per Malati Acuti …”.

20 Marzo - Il Podestà Maurizio Wetzel rassegna le dimissioni “… non potendosi più occupare dell’Amministrazione del Comune”

4 Aprile - Gli alunni scendono per la prima volta in giardino per i lavori negli orti di guerra; si preparano anche aiuole con gli stemmi sabaudi ed il fascio.

28 Aprile - Molti marianesi partecipano al pellegrinaggio, organizzato dalla Pieve, con destinazione la basilica di Sant’Ambrogio a Milano e la Certosa di Pavia.

2 Maggio - Il signor Roberto Brivio è nominato alla carica di Commissario Prefettizio.

26 Maggio - Quando ormai si è prossimi alla chiusura dell’ANNO scolastico, con sapiente coreografia si organizza la Festa della Gioventù; una maestra così ricorda l’avvenimento:“... Nel suo trono è la Dea Giovinezza davanti alla quale cento e cento fanciulli si inchinano. Spiccano i ragazzi nella loro divisa sportiva. Degno coronamento sono le Piccole Italiane che alzano al cielo, in gara con le rondini, le loro voci chiare ...”.

28 Maggio - II Ministro della Casa di Sua Maestà il Re e Imperatore invia al Podestà di Mariano i ringraziamenti per aver dedicato il nuovo arredamento dei locali dell’O.N.M.I all’avvenimento della nascita della principessa Gabriella, nata a Napoli il 25 Febbraio.

5 Giugno - Su segnalazione del Prefetto le sirene degli opifici dovrANNO suonare solo in occasione di allarme aereo. Anche per i marianesi inizia il triste periodo della paura dei bombardamenti, delle restrizioni e del razionamento alimentare. Per i generi di prima necessità si ricorre alla distribuzione della Tessera ANNOnaria.

10 Giugno - Moltissimi cittadini  affollano la piazza Roma per ascoltare il discorso in cui il Duce annuncia la dichiarazione di guerra alla Gran Bretagna ed alla Francia; la parola d'ordine d’ora in poi sarà“Vincere!”.

12 Giugno - Il Podestà segnala al Prevosto la necessità che il suono delle campane debba cessare in presenza dell’allarme aereo segnalato dalle sirene.

17 Giugno - Il Podestà invita il Prevosto a ricordare ai fedeli il dovere di accogliere le famiglie sfollate da Milano ed afferma che “… La guerra non di combatte solo brandendo il fucile, ma dimostrando comprensione e solidarietà”.

1° Luglio - Giunge la notizia della morte di Italo Balbo; si espongono le bandiere abbrunate.

13 Luglio - Si costituisce il Comitato d’Azione Civile con la finalità di raccogliere e distribuire soccorsi alle famiglie dei giovani chiamati alle armi.

24 Agosto - Durante la notte un aereo inglese sgancia quattro bombe sul territorio di Mariano; due sprofondano nel terreno vicino al Cimitero; altre due scoppiano nelle adiacenze di via San Dionigi e provocano la morte dei signori Giuseppe Fumagalli e Luigi Mauri. I funerali si svolgerANNO il giorno 27 e due giorni dopo sarANNO fatte brillare le due bombe inesplose.

In paese sono affissi manifesti a cura del Comune, dell’Associazione ex Combattenti e della sezione del Fascio; sul portale della chiesa prepositurale campeggia la scritta

Ignobile micidiale avvenimento di guerra ha stroncato la preziosa esistenza dei concittadini

Fumagalli Giuseppe e Mauri Luigi

Piangono inconsolabili parenti ed amici.

Tributano onoranza alle venerate salme

le autorità del Governo fascista,politiche, militari, clero e popolo supplicando l’Al-tissimo alla Pace eterna agli estinti ed auspicando definitiva Vittoria all’armi della Patria.

Il manifesto  affisso a cura del P.N.F. di Combattimento di Mariano Comense recita:

La sorda vigliaccheria inglese, usa a ghermire le sue vittime coi selvaggi bombardamenti di città aperte e le pacifiche popolazioni rurali, ha proditoriamente ucciso, nella notte di ieri i nostri camerati

Fumagalli Giuseppe ex Combattente

Mauri Luigi

Camerati, fascisti, GG.FF., Avanguardisti e Balilla, Donne Fasciste, Massaie Rurali, Giovani e Piccole Italiane, stringiamoci in una solenne ed unanime manifestazione di cordoglio, partecipando tutti ai funerali che avrANNO luogo martedì alle ore 17.

E Organizzazioni Giovanile si adunerANNO, possibilmente in divisa, nel cortile delle Scuole, alle ore 16; i Fascisti, le Donne Fasciste e le Massaie Rurali si ammasserANNO in via D’Adda; gli ex Combattenti e gli appartenenti alla Associazioni d’Arma sul Piazzale del Littorio.

Il Segretario Politico reggente

Oscar Morgutti

Il manifesto dell’Associazione ex Combattenti:

Mariano 26 Agosto XVIII

Dall’odio nemico, barbaramente colpiti, terminavano ieri la loro esistenza i camerati

Fumagalli Giuseppe e Mauri Luigi

Il loro nome iscrivendo nell’eletto stuolo dei Caduti per la Patria.

I Camerati ex Combattenti sono invitati a partecipare ai solenni funerali che avrANNO luogo martedì c.m. alle ore 17, ammassandosi sul Piazzale del Littorio.

p. il Presidente

Mauri Cesare

Un altro manifesto è stato affisso a cura del Comune di Mariano Comense:

L’altra notte Albione, scardinata nella potenza, al tramonto della sua civiltà eretta con soprusi, colle sue ali si avventò sulla nostra borgata e vilmente fulminò, abbattendoli fra i loro cari, nella pace delle loro case, i camerati

Fumagalli Giuseppe e Mauri Luigi

Autorità, camerati e popolo, deprecando l’atto criminale, salutano commossi, ma fieri i Caduti che Roma saggia e Imperiale vendicherà.

Il Podestà segnala al Prevosto l’avvenuto bombardamento e lo invita ad avvisare la popolazione:

25 Agosto 1940 – XVIII

Rev.mo Monsignore,

Vi prego dire in chiesa durante le funzioni religiose di oggi che i proprietari dei terreni della zona colpita dalle bombe nemiche abbiano ad esplorare subito ognuno il proprio terreno affinchè si possa conoscere se vi siano nel terreno bombe inesplose. La presenza di una bomba inesplosa è data evidentemente da una buca più o meno grande e quindi facile a capirsi.

Vi ringrazio anticipatamente, porgendovi distinti ossequi.

Il proprietario del Cinema è invitato a sospendere gli spettacoli in segno di lutto:

26 Agosto 1940 – XVIII

Al signor Formenti Carlo – Gestore del Cinematografo – Mariano Comense

In segno di lutto della cittadinanza per le vittime dell’incursione aerea della notte scorsa, dispongo che per oggi e domani non abbia luogo alcun spettacolo cinematografico.

Il Podestà

27 Agosto - Si svolgono i solenni funerali delle vittime dell’incursione aerea; da Como giungono il Prefetto ed Il Federale che rivolge l’estremo saluto ai Caduti:

“Camerati di Mariano Comense. Con le due che stiamo accompagnando al cimitero salgono a sei le vittime delle incursioni aeree inglesi nella nostra Provincia. Sei vittime innocenti colpite a notte fonda nella tranquillità della loro casa rurale ben lontana da ogni obiettivo militare. Se vi poteva essere ancora qualcuno che aveva dei dubbi ora, dopo quanto è successo, appare ben chiaro a tutti che non abbiamo a che fare con dei combattenti cavallereschi,, ma con una tribù di selvaggi criminali che non meritano nessuna pietà. Er questo io sento che nel cuore di voi tutti il sentimento di cordoglio per le vittime e di affettuosa partecipazione al dolore ed alle lacrime delle madri, delle spose e dei figli si accompagna alla fredda e fiera determinazione di serrare le file per divenire uno strumento sempre più formidabile di vittoria nelle mani possenti del Duce. Il grido di “presente” con cui risponderete all’appello, secondo il virile rito fascista, sancisca nel cuore di ognuno questa solenne promessa che facciamo sulle bare benedette di questi nostri camerati”.

29 Agosto - Gli artificieri provenienti da Milano fANNO brillare le bombe inesplose.

All’inizio del mese di Settembre nel cortile si tiene la solenne cerimonia per la benedizione del gagliardetto delle Scuole di Avviamento Professionale. Intanto dal Comune parte la richiesta per l’apertura dei Corsi di Scuola Media.

18 Settembre - Si ricostituisce la Consulta Municipale; ne fANNO parte

Renzo Erba fu Carlo e Augusto Emilio Meroni        Lavoratori dell’Industria

Giuseppe Mauri fu Giocondo                             Commercianti

dr. Luigi Gaddi e ing. Ugo Arcelli                        Professionisti e Artisti

Giovanni Brenna                                             Artigiani

Luigi Botta                                                    Industriali

Enrico Terraneo                                             Agricoltori

Il 19 Ottobre il P.N.F. di Como comunicherà che l’ing. Arcellli non poteva essere nominato, poichè non era iscritto all’Unione Prov. Fascista dei Professionisti e degli Artisti. Giungerà poi un nulla-osta e l’ing. Arcelli sarà ammesso alla Consulta.

23 Settembre - Sui muri e sulle vetrine dei negozi sono esposti i programmi della Grande Fiera di Settembre: Mostra di bovini e di equini d’allevamento e corsa ciclistica. Per questa edizione si rileva l’assenza della Corsa al Trotto.

Iniziano a farsi sentire i disagi dovuti alla guerra. L’oscuramento notturno provoca angoscia nell’animo degli abitanti; i bimbi a scuola sono sollecitati a portare sigarette, carta da lettera, matite, fazzoletti ed indumenti destinati ai militari richiamati al fronte.

Dalla documentazione d’archivio emergono particolari che procurano disagi alla popolazione:

iniziano le requisizioni dei rottami di ferro e di rame; nel fascicolo è conservato l’elenco dei proprietari che subiscono la requisizione. Anche in questo frangente si evidenzia la  “fantasia autarchica”: ci sono infatti alcuni depliants con i nuovi modelli delle “Cancellate autarchiche”.

Iniziano i provvedimenti per il razionamento dei generi di consumo; due esercizi commerciali ottengono il titolo di “Spaccio autorizzato”.

A Mariano risulta che nel 1940 ci siano 38 esercizi pubblici.

Per soddisfare alle richieste dell’Esercito si procede al Censimento della produzione d’avena.

16 Ottobre - Inizia l’ANNO scolastico. Gli alunni iscritti sono 872. la maestra Angela Capellini sostituirà il maestro Luigi Bianchi chiamato al servizio militare. Molte maestre          segnalano che con l’adozione dell’ora solare e dei provvedimenti per l’oscuramento totale, molti bambini provenienti dalle cascine e dalle zone periferiche, al mattino dovrANNO percorrere strade ancora buie.

21 Ottobre - Si installa una Sirena d’Allarme in piazza Roma.

24 Ottobre - L’amministratore della Casa Porta Spinola comunica che i proprietari della Villa hANNO accettato l’occupazione di alcuni locali destinati al ricovero dei quadrupedi, cavalli e muli, ma che sono preoccupati dell’eventuale richiesta di alloggi per i militari, avendo intenzione di trasferirsi in paese.

25 Ottobre - Il Comando della Zona Militare di Milano segnala al Podestà che Mariano sarà destinata all’accantonamento dell’8° Reggimento di fanteria della Divisione “Cuneo”.

12 Novembre - La Prefettura comunica l’orario d’inizio dell’oscuramento:

alle ore 18,30 dal 15 al 20 Novembre 1940

alle ore 18      dal 21 Novembre al 20 Dicembre 1941

alle ore 18,30 dal 21 Dicembre al 15 Gennaio 1941.

12 Dicembre - Il Comando dell’8° Reggimento di Fanteria “Cuneo” indica al Comune l’elenco dei locali occupati dai militari. Si devono provvedere locali per il Comando, il Ripostiglio Viveri, il Deposito Autocarri, la Mascalcia, il Ripostiglio Foraggi, l’Infermeria, il Posto di Medicazione, la Mensa Sottufficiali, lo Spaccio, il Ripostiglio Cucine, il Deposito Carrette, le Cucine per la Truppa, la Sartoria Truppa, l’Alloggio Truppa, la Scuderia per cavalli e muli.

All’occupazione erano interessate le famiglie Mauri Natale, Caccia, Stivala, Vitali Alberto, Mauri Agostino, Besana Pietro, Calchi Novati, Anzani Leone, Luigi e Carlo Somaschini, Maria Longoni ved. Marelli, Crippa Rosalia, nob. Andrea Porta, il Podestà signor Berta e il Prevosto..

13 Dicembre - Il Principe Umberto sosta a Mariano e visita le truppe qui accasermate.

Il commento del cronista parrocchiale: “In questi giorni i richiami alla guerra si fANNO più numerosi; la popolazione vive dolorose impressioni. L’oscuramento, così tetro, impressionante; l’ora anticipata, portano una rovina incalcolabile alla pietà dell’Eucarestia.

Da un mese abbiamo in parrocchia i soldati; occupano l’Oratorio Femminile ed i portici dell’Oratorio Maschile per i muli. Il numero è oscillante fra i 200 e 500. Occupano pure locali della stamperia. Vengono alla S.Messa delle ore 9 con contegno edificante.

Come non si tenne l’adorazione notturna durante le 40ore, così non si tenne alla fine e principio dell’ANNO, causa l’oscuramento. Arriva qualche notiziari feriti. Finora nessun morto in guerra.

Incomincia a farsi sentire l’influenza e perseverano i casi di tifo, sebbene rari”.

Abitanti 9.116 + 430 sfollati - nati 176 - morti 112.

ANNO 1941 – ANNO XIX E.F.

Durante il mese di Gennaio i marianesi soffrono per un clima particolarmente rigido, disagio accentuato dalla scarsità di combustibili e di generi alimentari.

Le scolaresche proseguono nella febbrile raccolta di rottami ferrosi e, stando al resoconto di alcune maestre, gli alunni gioiscono al pensiero che nei proiettili destinati alla“perfida Albione”  (come era in uso definire l’Inghilterra) ci sia anche la loro piccola offerta!

Scrive infatti una maestra ”… Oggi la vostra maestra accoglie con gioia la vostra offerta: chissà forse che quei pochi grammi di metallo che si potrANNO ricavare dalle latte che siete andati ripetutamente a raccogliere andrANNO a far parte del proiettile che colpirà nel cuore la vecchia Albione!”.

In alcune classi femminili le bimbe portano gomitoli di lana e confezionano sciarpe e calze destinate ai militari al fronte.

A Febbraio giunge in paese la triste notizia del primo Caduto marianese: il fante Giocondo Colombo morto su un campo di battaglia dell’Africa Orientale Italiana.

10 Febbraio - La maestra Carla Vanissi Della Beffa, segretaria del fascio Femminile, relaziona al Podestà l’attività svolta a favore dei Combattenti sul fronte greco-albanese: confezione di indumenti destinati ai militari già impegnati al fronte e a quelli accantonati in paese e pronti per la partenza e per coloro che tornerANNO feriti. Si inviano anche sigarette e cioccolata.

23 Febbraio - In alcune classi gli insegnanti dettano agli alunni il Grido di Vittoria che il Duce ha lanciato nel suo ultimo discorso:

“Il popolo italiano, il popolo fascista, merita la Vittoria. Le privazioni, le sofferenze, i sacrifici che, dalla quasi unanimità dagli Italiani vengono affrontati con coraggio e con dignità che può dirsi veramente esemplare, avrANNO il compenso il giorno in cui, stroncata ogni battaglia dall’eroismo dei nostri soldati, ogni forza nemica, il triplice, immenso grido attraverserà fulmineo le montagne e gli oceani ed accenderà di speranze e consolerà di nuove certezze l’anima delle moltitudini. Vittoria, Italia, pace con giustizia tra i popoli”.

Sui muri delle vie e lungo i corridoi del Municipio e delle Scuole sono affissi manifesti con la scritta “TACERE”: è il monito che tutti devono osservare per evitare che al nemico possano pervenire importanti informazioni. Una maestra si interprete di questa necessità e sul suo registro scrive: “… Bisogna tacere per la strada, in casa e in qualsiasi altro posto. Il nemico è sempre pronto ad ascoltare ed a farci del male. Questo ho raccomandato ai miei alunni perché siano portavoce alle loro famiglie. …”.

10 Marzo - Il Podestà riceve la lettera di un militare che presta servizio in zona di occupazione:

“Vi comunico, in risposta alla vostra lettera in data 20.02.1941, che la concessione del sussidio a mio padre non fu fatto per uno strappo, ed è il dovere di voi egregio Podestà osservare che nessuna circolare fa noto in quale condizione di assoluto bisogno, essi siano”.

(N.B. Il Podestà aveva infatti segnalato all’interessato che suo padre avrebbe ricevuto il sussidio, e che era stato fatto uno strappo alla regola, in quanto il genitore non si trovava in condizioni di bisogno tale da ricevere un aiuto)

16 Marzo - L’arrivo di un altro centinaio di militari coglie di sorpresa i responsabili dell’amministrazione comunale ed il Podestà è costretto a chiedere in prestito le sedie della chiesa di Santo Stefano.

23 Marzo - Corteo per il XXII anniversario della fondazione dei Fasci; dal balcone del Municipio il Podestà fa l’appello dei 5 Caduti marianesi.

30 Marzo - In seguito all’invito della Prefettura (è in atto la requisizione del rame e del bronzo) il Podestà inoltra una  documentazione del Monumento ai Caduti redatta dal pittore Bruno Cappelletti, corredata da alcune fotografie:

“Il Monumento è una delle opere migliori di scultura impressionistica e realista. E’ tratto con squisita sicurezza ed eleganza anatomica, unita a mestiere perfetto. Esso si distingue per una profonda simbologia e per un modellato realistico e vigoroso”.

21 Aprile - Festa degli Alberi con la piantumazione di 8 tigli nel cortile delle scuole.

1° Maggio - Giungono a Mariano per una breve sosta gli Alpini del 5° Reggimento di stanza a Monza.

8 Maggio - Dal fronte di guerra un gruppo di militari scrive al Podestà e lamenta che alcuni coscritti della classe 1922 siano riusciti ad evitare la chiamata alle armi, grazie alla compia-cenza di alcuni funzionari e concludono con la constatazione “… ci accorgiamo con amarezza che ancora con i soldi tutto si ottiene. Non è giusto che, mentre i nostri fratelli combattono eroicamente su tutti i fronti, vi sia ancora della camorra … Saluti militari da undici reclute marianesi della classe della Vittoria che aspettano con impazienza l’ora di dare il proprio contributo per la grandezza della Patria. W l’Italia, W il Re Imperatore, W il Duce”.

(Il Podestà in una lettera al Prefetto conferma l’accaduto: alcuni giovani ottennero di essere visitati a Milano e furono dichiarati rividibili. La denuncia fu inviata anche al Duce. Nella cartella si trova anche l’elenco dei sei giovani oggetto dell’inchiesta).

9 Maggio - In piazza Roma sfila il corteo in occasione dei festeggiamenti per la Festa dell’Esercito e della proclamazione dell’Impero.

23 Maggio - Il Federale di Como si porta a Mariano in visita all’Esposizione Mobili e ad alcune botteghe artigiane, ed assicura le maestranze dell’immancabile Vittoria delle armi italiane.

24 Giugno - Si avvia la “Campagna contro le mosche” ed il Prefetto invita il Podestà ad una più scrupolosa osservanza delle condizioni igieniche delle stalle e dei cortili di alcune case patrizie e di alcuni locali pubblici.

20 Luglio - Per le vie del paese sfila la processione con l’effigie della Beata Maria Crocefissa Di Rosa, fondatrice delle Ancelle della Carità. Le ragazze in velo bianco precedono il clero, dietro avanzano le donne in nero e la Banda Musicale.

21 Agosto - L’Ispettore Scolastico comunica che dal 1° Ottobre nella scuola di Perticato sarà istituita la seconda maestra ed invita il Comune a predisporre il locale.

26 Agosto - Un militare scrive al Podestà:

“Ho saputo da mia moglie che Voi mi state facendo del bene grandissimo nel sostenere le spese per la malattia del mio caro bambino che lasciai a casa ammalato e mia moglie ammalata essa pure. Io non so proprio esternarVi la mia riconoscenza per tutto ciò che mi state facendo di bene, se non col ringraziarvi di tutto cuore, per questo Vi sarò grato per tutta la vita. Ora mi trovo in Russia a combattere, con la nostra amica ed alleata Germania, il nemico di tutte le civiltà, il bolscevismo; e sono fiero di appartenere alla spedizione che l’Italia ha mandati in Russia e speriamo di poter in breve tempo sconfiggere il bolscevismo e tutti i suoi seguaci. Cordai saluti a Voi e a tutta l’Aggiunta Municipale”.

10 Settembre - Il Prefetto segnala che da Mariano sono pervenute molte espressioni di condoglianze per la morte di Bruno Mussolini.

6 Ottobre - Con il nuovo ANNO scolastico nella Scuola di Perticato giunge la seconda maestra. E’ la signorina Annamaria Conti che dividerà la numerosa scolaresca con l’anziana maestra Alice Boldi. Fra i nuovi insegnanti giunti in paese merita ricordare la Elisa Perazzoli, da Milano, che rimarrà a Mariano per qualche ANNO. Gli alunni iscritti sono 882.

Lasciano definitivamente la scuola le anziane maestre Maria Laura Chiminello, in servizio dal 1900, Maria Battistessa ved. Corbetta e Fiorenza Uslenghi ved. Bazzi, entrambe in servizio dal 1909!

22 Ottobre - Si provvede alla requisizione delle cancellate metalliche delle proprietà dei signori Gaetano Besana, Barbiano di Belgioioso, Alessandro Corti, Enrico Manni, Giuseppe Mauri; si requisiscono pure le cancellate del Comune e della Caserma dei Regi Carabinieri, sostituita in seguito da un’altra autarchica.

1° Novembre - Muore l’intagliatore Eligio Anzani, collaboratore delle attività dell’Oratorio Maschile, ex consigliere comunale e soprattutto riconosciuto per l’eccezionale capacità artistica dei suoi lavori. Fra le tante benemerenze ricevute merita ricordare anche la medaglia d’oro dal Papa Benedetto XV a cui inviò un ritratto intarsiato.

17 Novembre - Il Prevosto benedice i locali del Dopolavoro siti in via Garibaldi, ex proprietà del Circolo Proletario.

22 Novembre - Alla cascina Rogorina III^ si registra il suicidio di una persona anziana, da tempo afflitta da insufficienza psichica, come risulta dal certificato redatto dal medico condotto dr. Davide Zanalda.

29 Novembre - Gli alunni delle scuole si portano alla palestra della G.I.L. per la Giornata del fiocco di lana; i bimbi hANNO portato della lana che depositano in un drappo tricolore tenuto agli angoli da due Balilla e da due Piccole Italiane. Si registrerà una raccolta di 43 chilogrammi di lana.

Il cronista parrocchiale ci informa che“L’annata è andata benino; si lamenta il notevole rincaro dei generi alimentari. C’è scarsità di tutto. Il lardo a £.80 il Kg.; un paio di scarpe £.450; la cera £.52; il carbone £.72; la legna £.50. Ai muratori si corrisponde £.7 all’ora; ai manovali £.4,50”.

N.B. La guerra, l’oscuramento, l’ora legale sono la causa della diminuzione delle Sante Comunioni, dei Battesimi, dei Matrimoni. Oh! Signore a quando la fine?”.

Abitanti 9.183 + 11 sfollati – nati 140 – morti 99 – matrimoni 24.

Notizie varie:

Nel 1941 sono concessi un premio di natalità di £. 400 e un premio di nuzialità di £. 750.

Per il parto gemellare è previsto un premio di £. 600.

Nel 1941 a Mariano si contano 49 automobili, 31 moto e 19 autocarri.

Nel mese di Aprile a Mariano sostano i militari del 7° Reggimento Cuneo; in Archivio ci sono tuttora le richieste di paglia e le testimonianze della generosa ospitalità ricevuta dai soldati.

Una Ditta di Bari “La Fiaccola” scrive al Podestà “… allo scopo di dotare tutte le Amministrazioni Comunali in occasione della prossima definitiva Vittoria delle nostre armi, di tutto quanto può occorrere per l’imbandieramento della sede podestarile …” e propone l’acquisto di bandiere italiane e tedesche da esporre ai davanzali nel giorno della vittoria!!

Il prezzo dei bozzoli dei bachi da seta è fissato in £. 15 il kg.

                  

ANNO 1942 – ANNO XX E.F.

Anche la festività della Befana Fascista risente del periodo di restrizioni: a Perticato ogni bimbo riceve solamente un mandarino e una mela.

Il mese di Gennaio si presenta con temperature rigide che aumentano i disagi della popolazione; aumentano i prezzi delle derrate alimentari e dei combustibili: il lardo costa £.50 il kg., il carbone £. 120 e la legna £.60 il quintale. Sono saliti alle stelle i prezzi per i salumi, la carne, le patate, il latte. Il fieno per gli animali ha prezzi proibitivi.

Gli abitanti sono spesso svegliati dagli allarmi aerei notturni, e talvolta i bambini giungono a scuola ancora assonnati.

Tutta la corrispondenza di questo periodo termina con “Vincere”.

La carenza di combustibili per i caloriferi delle Scuole costringe al cambio dell’orario delle lezioni: si approfitta delle ore più calde e si riduce la frequenza dalle ore 10 alle 13.

A scuola continuano i lavori negli “orti di guerra”: quest’ANNO niente fiori, solo ortaggi!

La Refezione Scolastica registra un considerevole aumento delle iscrizioni: i 700 scolari che affollano il refettorio, dopo la preghiera ed un grato pensiero al Duce, ricevono un piatto di minestra, mezzo etto di pane e spesso anche un frutto.

In coro i bimbi recitano:

O Duce, ti ringraziamo

del pane che ci dai ogni giorno

e di questa serena assistenza,

tanto benefica ai nostri cuori.

10 Febbraio - Dalla Prefettura giunge il divieto di illuminare le vetrine dei negozi prima e durante l’orario di oscuramento.

5 Marzo - si espone la bandiera a mezz’asta per la morte di Amedeo di Savoia Duca d’Aosta, morto nel campo di prigionia a Nairobi (Kenia).

9 Marzo - Il Podestà comunica alla Prefettura che in paese non esistono panchine di ferro o di ghisa, mentre vi sono due fontanelle pubbliche di ghisa del peso di kg. 50 ciascuna.

28 Marzo - In seguito all’unificazione delle due Condotte Ostetriche il servizio è affidato alla levatrice Atonia Cantoni. Il provvedimento si era reso necessario in quanto era diminuito il ricorso delle partorienti al servizio ostetrico comunale.

14 Maggio - Il Comando del 3° Reggimento Bersaglieri comunica alla famiglia la morte del bersagliere cap. Giuseppe Galimberti, avvenuta in Russia.

18 Maggio - Il Presidente dell’Ospedale F. Villa, signor Luigi Botta, scrive alla Prefettura di Como ed afferma che “… praticamente l’unione dei due Nosocomi, per ragioni diverse, non ha mai dato felici risultati”. Ricorda inoltre la necessità di ricostituire il Consiglio d’Amministrazione del Consorzio Ospedaliero, tuttora affidato ad un Commissario Prefettizio, ragione per cui a Mariano “… non si è più a conoscenza dell’andamento amministrativo del Consorzio”.

4 Giugno - Il Prevosto è costretto a letto dalla malattia che lo ha colpito e pertanto la solennità del Corpus Domini è officiata da Padre Masciadri.

9 Giugno - Il Podestà inoltra al Ministero dell’Educazione Nazionale la domanda per l’istituzione della Scuola Media “… in sostituzione del R° Corso Biennale di Avviamento al Lavoro ora esistente, la cui licenza non dà la possibilità di proseguire gli studi e non ha incontrato per tale ragione il favore della popolazione”.

13 Luglio - Delibera podestarile per l’acquisto di mobili per l’ufficio destinato al Razionamento Consumi; spesa di £. 1.600.

1° Ottobre - Inizia l’ANNO scolastico; in cortile sono presenti le autorità comunali e il Direttore tiene il discorso di augurio agli alunni e ricorda i sacrifici dei militari impegnati sui fronti di guerra. Gli alunni iscritti sono 901. Nel pomeriggio si terrà l’annuale Leva Fascista.

Le famiglie degli scolari delle Scuole Elementari e dell’Avviamento Professionale ricevono un volantino firmato dal Podestà in cui si comunica che da quest’ANNO la refezione scolastica sarà estesa a tutti, senza la richiesta di tessere! SarANNO distribuiti mezzo litro di minestrone di riso o pasta, 50 grammi di pane e possibilmente anche un frutto. La quota pasto mensile è fissata in £. 30; l’esenzione è solo garantita ai figli dei militari combattenti al fronte di guerra.

24 Ottobre - Requisizione delle campane. Dopo soli 6 anni il magnifico concerto viene trasferito in fonderia; sarANNO risparmiate soltanto le due campane minori della Prepositurale ed il piccolo concerto della Chiesa di San Rocco, datato 1886.

26 Ottobre - Il Maresciallo Comandante la Stazione di Mariano, Giovanni Carta, comunica al Podestà ed al Segretario del Fascio la morte del bersagliere Carlo Mauri di Ambrogio, classe 1911.

A Novembre dopo una furiosa incursione aerea abbattutasi su Milano, giungono da noi molte famiglie di sfollati ed aumenta il numero degli alunni in tutte le classi. Gli sfollati sono assistiti dalla Conferenza di San Vincenzo. In paese si organizza una colletta che raccoglie la somma di £. 60.000 con cui è possibile procurare cibo e abbigliamento per gli sfollati.

2 Novembre - Verso le ore 11 la sirena annuncia una possibile incursione aerea e gli alunni delle scuole scendono nella cantina adibita a rifugio.

30 Novembre - Ormai scarseggia di tutto; una maestra lamenta l’impossibilità di reperire i quaderni a quadretti per gli scolari assistiti dal Patronato Scolastico.

Intanto dall’Africa giungono le notizie delle sconfitte del nostro esercito, ma le speranze di Vittoria sono ancora intatte; una maestra scrive sul suo registro: “… Gli Angloamericani sbarcano in Algeria ed in Marocco … avrANNO la peggio!”.

31 Dicembre - Una Circolare prefettizia avvisa i Podestà della presenza di matite esplosive che possono provocare a breve distanza ferite anche di una certa gravità.

Preoccupato il commento del cronista parrocchiale:“Sempre grave la situazione alimentare; manca di tutto ... i milanesi si riversano in campagna in cerca di salame, di carne, di patate, verze, verdure, latte ... manca il mangime pei polli. Il fieno è salito a £.200 il quintale. ... La gioventù poi è spensierata e fa proprio compassione, specialmente il ceto femminile per la deplorevole leggerezza e la caccia ai divertimenti: biciclette, cinema, balli. ... L’annata per la campagna è stata ottima sotto ogni rapporto. Abbondante fieno, abbondante frumento e melgone, acqua a tempo, non brina, non tempesta, non siccità. Deo gratias”.

Abitanti 9.192 - nati 145 - morti 113 – matrimoni 26.

ANNO 1943 – ANNO XXI E.F.

La Befana Fascista quest’ANNO è più generosa: oltre al dono di un’arancia, i bimbi riceverANNO anche una cartolina con la fotografia del Duce! Ai figli dei richiamati è distribuita una busta con la somma di £.10.

29 Gennaio - Dopo un periodo di inattività il Macello Pubblico è venduto alla Ditta Arson Sisi di Milano, qui trasferitasi con le sue maestranze, per il prezzo di £. 1.300.000.

Nel documento si legge: “Premesso che il Macello Pubblico di questo Comune fu costruito in località troppo vicina al centro abitato e nella zona migliore del territorio        comunale;che praticamente la costruzione non si è riscontrata di soddisfazione dell’Amministrazione sia per l’irrazionalità che per la non adeguata rispondenza degli annessi; che … ha ostacolato lo sviluppo edilizio della zona, ritenuta la più amena del territorio …”.

30 Gennaio -          Il Provveditore agli Studi comunica al Podestà di aver trovato i locali della Direzione Didattica “… in stato indecoroso …” ed invita il Comune a provvedere all’imbiancatura ed alla sostituzione degli arredi. Il Podestà risponderà più tardi che sarà possibile per il momento solo all’imbiancatura dei locali.

4 Febbraio - Il Podestà segnala l’elenco degli stabilimenti industriali presenti sul territorio marianese:

ISIS

operai 700

A. Mauri & C.          (trancia)

operai  132

Meroni & C.          (coperte)

         132

Marelli £ Berta         (tessuti)

           49

Proserpio Augusto (mobili)

          38

Colombo Giuseppe    (tessuti)

           33

Marzorati Fabio     (tessuti)

          32

Rovagnati & Valtorta (tessuti)

           30

Besana Gaetano    (mobili)

          14

Besana F.lli             (mobili)

           15

Turati F.lli            (mobili)

          14

Pedretti C.             (mobili)

           11

F.lli Erba              (mobili)

          12

S.O. Lavorazione Alluminio

           10

F.lli Pozzi             (segheria)

          10 

Fumagalli Pompeo   (mobili)

           10

Bresciani Ferruccio (specchi)

           0 

Proserpio Felice     (sedie)

             9

19 Febbraio - Una incursione aerea costringe gli alunni delle Scuole a scendere nelle cantine dove è stato sistemato il rifugio antiaereo; il Direttore Didattico segnala al Podestà l’urgenza di sistemare le ringhiere sulla rampa d’accesso al fine di evitare incidenti agli alunni.

10 Marzo - Il Podestà scrive al Comitato prov. di Protezione Antiaerea di Como:

“A vostra in calce richiesta vi riferisco che infatti il Ricovero Collettivo Antiaereo approntato nell’edificio scolastico di questo Comune, non è sufficiente per tutti gli alunni della scuola che normalmente frequentano. La superficie effettiva è di circa 115 mq. E gli alunni sono 900. Non vi sono nello stabile altre cantine perché si possano allestire altri rifugi”.

30 Aprile - Giungono in paese otto ebrei (tre donne, due bimbe e tre uomini), assegnati al Comune quali internati per ordine della Questura.

Gli internati devono sottostare alle seguenti prescrizioni:

non possono oltrepassare l’Ospedale, la cascina S.Alessandro, la villa Besozzi Valentini e il Cimitero;

non devono uscire prima dell’alba e rincasare dopo l’Ave Maria;

devono presentarsi ogni giorno in Caserma;

non possono frequentare locali pubblici e frequentare persone sospette, né tenere passaporti ed altri documenti;

non devono tenere denaro, se non in piccole somme non eccedenti le £.100, il resto è depositato in Caserma, né tenere gioielli e titoli;

non possono ascoltare la radio e leggere giornali stranieri, né tenere armi.

In paese sono presenti anche alcuni prigionieri nemici assegnati al lavoro presso alcuni vivaisti locali; il Podestà segnala al Prefetto il loro comportamento scorretto oltre all’accusa di propaganda disfattista presso la popolazione e chiede la sostituzione dei militari addetti alla loro sorveglianza.

“Oggetto: Contegno dei prigionieri nemici assegnati quali lavoratori a Mariano C.se.

Per conoscenza comunico quanto segue: il gruppo di prigionieri nemici assegnato a a lavori presso Ditte di qui da circa 15 giorni, per la non  severa sorveglianza da parte dei militari di scorta, conserva contegno scorretto. Poiché viene loro permesso saltuario contatto con la popolazione, sembra essi facciano propaganda disfattista. E’ accertato che domenica 13 u.s. alcuni dei predetti prigionieri si sono recati in un’osteria della periferia, accompagnati dai militari addetti alla sorveglianza, a trattenersi ed a bere.

Di quanto sopra è stato informato il Comando dei RR. Carabinieri. Quale provvedimento immediato si prospetta la necessità della sostituzione dei militari di scorta ed il rientro al campo di concentramento dei prigionieri (tre o quattro) più baldanzosi”.

Cresce il numero degli sfollati ed in paese si costituisce un “Comitato Assistenza agli sfollati” a cui collaborano, oltre al Podestà, la signora Vitali, Padre Masciadri ed i signori Agostino e Cesare Mauri, Angelo Tagliabue. Nel frattempo giungono in paese alcuni prigionieri di guerra, destinati a prestare lavoro in alcune Ditte locali.

23 Maggio - Malgrado il periodo bellico non si trascurano le attività sportive: il Dopolavoro Comunale programma le gare del 2° Campionato Provinciale di pattini a rotelle.

20 Giugno - A cura dell’Ass. Sportiva “Impero”, con sede presso il Ristorante Vittoria, e col patrocinio della “Gazzetta dello Sport”, si svolge la gara ciclistica denominata III^ Coppa Medaglia d’Oro Carletto Neri.

Nel volantino si hANNO notizie in merito a Carlo Neri: volontario d’Africa, legionario di Spagna, decorato con medaglia d’oro spagnola, di due medaglie d’argento, una di bronzo spagnola e due italiane, due volte ferito, cadeva da Eroe sul fronte greco-albanese il 15.02.1941 a quota 1.178 dello Scodeli, alla testa della sua squadra.

22 Luglio - Il paese è in lutto per la morte di Mons. Colombo, Prevosto di Mariano per ben 36 anni. Padre Masciadri scrive al Podestà:

“Vi do il doloroso annunzio della morte del M.R. Mons. Prevosto don Gerolamo Colombo. I funerali si svolgerANNO Sabato verso le ore 10. Spero il vostro intervento. Ossequi”.

Il periodico parrocchiale “La voce di S. Stefano” esce listato a lutto e ricorda l’affetto che i marianesi hANNO sempre avuto per il loro “Buon Pastore”. I solenni funerali si svolgono il giorno 25 e l’orazione funebre è tenuta dal signor Vitali, che per l’occasione distribuisce la somma di £. 125.000 in beneficenza.

27 Luglio - Lettera del Podestà al Prefetto in ordine all’oggetto “Rimozione e sostituzione di tutte le maniglie, dei pomi e delle targhe di rame e sue leghe.

Con riferimento alla Circ. 4 corr. n. 3881 di codesto Ufficio, comunico che presso gli edifici di questo Comune non vi sono maniglie, pomi, ecc. di rame o leghe di rame”.

31 Luglio - Per ordine del Comandante del Presidio Militare di Como, si deve sospendere l’attività del Mercato settimanale: non succedeva dall’epidemia colerica del 1867!!

20 Agosto - Il Procuratore del Registro di Cantù prende in consegna dal segretario Politico Wetzel i beni immobili e mobili che erano di pertinenza del cessato Partito Nazionale Fascista.

Al Fascio Maschile viene requisito “… un fabbricato di civile abitazione in cattivo stato di manutenzione in Mariano C.se, via Garibaldi”.

Dopo l’8 Settembre l’edificio in questione (ex Casa Proletaria) e gli altri beni requisiti sarANNO assegnati al nuovo Partito Fascista Repubblicano ed alle sue organizzazioni.

I Comuni sono invitati a dotarsi del “nuovo vessillo della Patria Repubblicana”.

28 Agosto - La Ditta Filotecnica Salmoiraghi, sfollata da Milano, intende chiedere l’autorizzazione di occupare alcuni locali scolastici da adibire ad alloggio per i dipendenti. Il Prefetto di Como scrive al Podestà:

“Oggetto: Filotecnica Salmoiraghi – occupazione di aule scolastiche:

La Filotecnica Salmoiraghi ha chiesto di ottenere l’autorizzazione di questa Prefettura per la occupazione di alcune aule scolastiche da parte di operai della Ditta sfollati da Milano. Come già comunicato con apposito telegramma si autorizza l’occupazione degli edifici scolastici da parte degli sfollati. Prego aderire alla richiesta”.

SarANNO occupate le aule dell’ Avviamento Professionale ed il Corso sarà così interrotto.

31 Agosto - La S.A…Dell’Orto Chieregatti, altra Ditta sfollata e trasferitasi a Mariano nei locali della Villa Besana, chiede al Comune di poter usufruire della corrente industriale per un carico di 35 ampere.

A Settembre muore don Pietro Vismara, insigne protagonista della vita amministrativa marianese; con deliberazione podestarile si provvede alla concessione perpetua e gratuita di una tomba nel Cimitero, in considerazione di quanto il sacerdote ebbe a svolgere a favore dei combattenti marianesi, durante la Grande Guerra.

Elenco delle Ditte milanesi che hANNO trasferito impianti e maestranze a Mariano:

la Filotecnica Salmoiraghi (meccanica) presso l’Esposizione Mobili e la Ditta Marelli & Berta

la Soc. Arson Sisi (industria smalti speciali)         presso l’ex Macello

la Soc. Ernesto Breda  (costruzioni meccaniche) in via N. Sauro, presso la Trancia Mauri

la Soc. Perelli G. & Figlio (industria tessile)          all’Oratorio Femminile

la Soc. Dell’Orto Chieregatti (industria meccanica) in via Card. Ferrari, presso la Villa Besana

la S.A. Ariete  (industria confezioni)         in via Garibaldi,12

l’Assicuratrice Italiana Vita (Assicurazioni) in via S. Stefano,10

9 Settembre - Un reparto dell’8° Reggimento Fanteria occupa i locali della Scola Elementare ed i locali del Consultorio O.N.M.I.

12 Settembre - Il Podestà Guido Berta termina il periodo di nomina quadriennale ed il Prefetto nominerà il Commissario Prefettizio generale di Corpo d’Armata Ferruccio Mola. Gli è assegnata una indennità di £. 1.000

Il generale scrive: “Nell’assumere da oggi le funzioni di Commissario Prefettizio di questo Comune, porgo il mio cordiale saluto alla sua laboriosa popolazione. Nell’ora che attraversiamo occorre che gli sforzi di tutti siano concordi nel lavoro proficuo, nell’ordine e nella disciplina, affinchè la Patria, oggi così duramente provata, possa ancora degnamente risorgere”

1° Ottobre - La Curia di Milano ha nominato il nuovo Prevosto, don Giuseppe Bianchi, ed in paese si costituisce il “Comitato Esecutivo Onoranze Novello Prevosto”, presieduto dal signor Giuseppe Mauri.

8 Ottobre - Il signor Lorenzo Comi è nominato alla carica di Commissario Prefettizio, in sostituzione del generale Ferruccio Mola.

11 Ottobre - Corteo degli alunni dalla scuola alla chiesa parrocchiale per la Santa Messa d’inizio ANNO scolastico. Gli scolari iscritti sono 863.

31 Ottobre - Ingresso del nuovo Prevosto don Giuseppe Bianchi. In considerazione delle ristrettezze alimentari viene organizzata una semplice colazione con l’intervento delle Autorità locali. A cura del Comitato organizzatore è distribuito un sacchetto di frutta e biscotti ai degenti all’Ospedale alle anziane del Ricovero di Padre Masciadri ed ai bimbi dell’Asilo.

Dal Governo della Repubblica di Salò giunge alle Scuole il sollecito all’iscrizione all’ O.N.B.; alcune maestre segnalano l’indifferenza, se non l’ostilità di alcune famiglie; altre invece tornano a sperare nella trascorsa“totalitaria adesione” !

13 Novembre - E’ confermato l’appalto del servizio della distribuzione delle tessere ANNOnarie al signor Alessandro Coppa di Ambrogio.

18 Novembre - La Prefettura di Como informa i Podestà che si sono verificati “delitti di carattere politico” e che pertanto è necessario provvedere alla massima sorveglianza ed al ricorso severissime misure di repressione. Si provvede all’affissione di manifesti con l’appello alla concordia.

2 Dicembre - E’ arrestata a Mariano la cittadina ebrea Terracini Anna Maria; deportata ad Auschwitz il 22.02.1944 e uccisa il 26 Febbraio successivo.

15 Dicembre - Il Maresciallo della Stazione di Mariano, Giovanni Carta, scrive ai Comuni di Mariano,Inverigo, Carugo-Arosio, Cabiate e Brenna:

“Oggetto: Elementi di razza ebrea.

Per poter accertare se nel territorio di codesto Comune vi dimorino tutt’ora elementi di razza ebraica, sui quali è previsto l’arresto, pregasi compiacersi tener un elenco nominativo degli ebrei, anche se discriminati, eventualmente noti a codesto Ufficio”.

24 Dicembre - Presso il Palazzo Municipale si celebra l’XI^ Giornata della Madre e del Fanciullo con la consegna dei “premi demografici”.

29 Dicembre - Sono segnalati atti vandalici ai danni del Campo Sportivo; alcuni ignoti hANNO danneggiato i serramenti degli spogliatoi e le condutture dell’acqua potabile.

Amaro il commento del cronista parrocchiale:“ANNO di guerra dura ed estenuante. Nubi che si addensano sempre grigie e foriere di tempeste. I due fronti: interno ed esterno resistono a più non posso. Serpeggiano idee fra il popolo che è stato il Papa a voler la guerra! Così si disse anche nella guerra 1915-18. E’ la storia che si ripete! Mons. Prevosto ogni tanto con energia corresse queste falsissime idee e disse come è necessario tagliarle e stroncarle subito da principio per non lasciare ingenerare principii nefasti.  Ancora in auge la così detta Borsa Nera. Per prendere qualche cosa fuori di tessera bisogna pagarlo un’esagerazione: prezzi sbalorditivi e proibitivi. ... E’ nell’animo di tutti la fiduciosa speranza che presto finirà la guerra. Il cielo voglia!”.

Si provvede alla nomina del nuovo Consiglio d’Amministrazione del Consorzio Ospedaliero Giussano – Mariano: gen. Gianangelo Medici, Vergani Mario, Dell’Orto Gianmaria, Luigi Botta, Antonio Boga, Cappelletti Ambrogio, Cav. Uff. Pietro Mauri; alla presidenza è designato il signor Giovanni Viganò.

Il Consiglio aumenta la retta giornaliera di ricovero in Medicina da £. 10 a £. 25 e da £. 25 a £. 28 il ricovero in Chirurgia a carico delle Mutue e dei Comuni.

Per i solventi la retta nel reparto di Medicina passa da £. 22 a £. 50 in camera separata e da £. 20 a £. 35 in camera comune.

Nel reparto di Chirurgia la retta passa da £. 23 a £. 40 in camera comune e da £. 25 a £. 50 in camera separata e £. 120 per la camera a un letto.

Si ha inoltre notizia che le famiglie benestanti di Giussano hANNO contribuito con una somma di £. 220.672,45 e che il consuntivo 1943 si è chiuso con un lieve miglioramento, grazie anche “… al numero veramente straordinario di interventi chirurgici che il dr. Paletti ha procurato al nostro Ospedale e per i quali Egli lasciava il 50% dell’incasso. …”.

Abitanti 9.257 + 818 sfollati, di cui 758 da Milano e 60 da altre province.

ANNO 1944 – ANNO XXII E.F.

La mancanza di carbone costringe le autorità scolastiche ad allungare le vacanze natalizie fino al 31 Gennaio.

17 Gennaio - Per ordine del governo della Repubblica di Salò si cambiano i nomi delle vie intitolate ai membri di Casa Savoia: la via Vittorio Emanuele II diventa via Risorgimento, il Largo Vittorio Emanuele III° assume il nome di Largo Carlo Neri, la via Umberto I° è intitolata Corso Italia (attuale viale Piave).

19 Gennaio -          Continuano gli arrivi degli sfollati; alcuni di loro non sono soddisfatti dell’accoglienza ricevuta e scrivono al Segretario Comunale:

“Chi vi scrive è un gruppo di sfollati, alcuni dei quali non aventi la casa. Se voi l’avete coi cittadini o contadini di Mariano a causa dei giovani che non si presentano o volete così castigar loro nel campo alimentare, vi facciamo presente che nel numero vi siamo anche noi, pur non avendo colpa.

Noi tutti siamo certi che voi farete qualcosa per alleviare i nostri già gravi sacrifici. Ma se così non dovrebbe essere, saremmo costretti ad andare in massa in Prefettura di Como per reclamare un più umano trattamento alimentare.

Vi facciamo presente che ai contadini non manca nulla, mentre a noi manca tutto o quasi. Da noi tutti Saluti Fascisti Repubblicani”.

Giungono altre truppe di militari e trovano sistemazione al primo piano delle Scuole Elementari; il Comando delle S.S. Italiane“Waffen Grenadier Brigade Italiensche” occupa il Palazzo Besana.

Più tardi tutto l’edificio scolastico sarà messo a disposizione dei militari e pertanto le scolaresche dovrANNO trovare ospitalità in ambienti di fortuna.

Gli alunni delle maestre Re e Pellizzaro frequenterANNO in una casa privata sul viale della Rimembranza, nella villa Calchi Novati si troverà spazio per le alunne della maestra Zanotta, i maschietti del maestro Mazzini e della maestra Della Beffa salirANNO al Ristorante San Maurizio, le classi prime delle maestre  Benedetti e Mengarelli sarANNO ospitate all’Asilo Garibaldi, un locale della Casa del Balilla sarà destinato alle classi delle maestre Bondimay, ed il maestro Pompilio dovrà sistemarsi nel locale di una esposizione di mobili in via D’Adda. Altre scolaresche trovano sistemazione presso il Teatro San Rocco, la Ditta Proserpio.

Il Corso di Avviamento Professionale è temporaneamente sospeso.

1° Marzo - Sui muri delle vie cittadine appaiono minacciosi manifesti con il richiamo ai giovani di leva e renitenti: per i trasgressori è prevista la pena di morte.

Il generale Comandante il 14° Comando Militare Provinciale, scrive ai Comuni:

“Provvedimento a carico dei renitenti alla chiamata alle armi ed ai disertori.

Presi accordi col capo della provincia, invio a tutti i Commissari Prefettizi e Podestà un congruo numero di manifesti riproducenti il D.L., ora promulgato, che commina la pena di morte ai renitenti alla leva ed ai disertori. Invito tutti Voi a provvedere alla immediata affissione di tali manifesti nei luoghi consueti: Municipio, sedi del Fascio, di Dopolavoro, dell’O.N. Combattenti, dei Mutilati ed Invalidi di guerra, pubblici ritrovi, pubbliche vie, opifici e prego dare la maggiore diffusione possibile anche nelle più lontane frazioni dei Comuni”.

15 Marzo - In seguito alla richiesta di operai da inviare in Germania, il Comune risponde che non è possibile accogliere l’invito a mettere a disposizione i 146 lavoratori richiesti, poiché in paese tutti hANNO un’occupazione e già si riscontra un numero insufficiente di manodopera per la locale agricoltura. In altra occasione sarANNO richiesti lavoratori da inviare nella provincia di Sondrio, ma la risposta sarà analoga alla precedente. Il capo della Provincia si premura di assicurare che è falsa la “propaganda ostile” secondo cui i lavoratori sarebbero destinati in Germania.

19 Marzo - Una Circolare del Provvedere invita gli insegnanti alla raccolta delle offerte “Pro Armi alla Patria”

23 Aprile - La Società Sportiva “Impero” organizza una corsa podistica denominata “Coppa Caduti marianesi”, valida per il Campionato Nazionale di corsa su strada.

29 Aprile - Il Commissario Prefettizio è invitato a presentarsi nell’Ufficio del Capo della Provincia per prestare giuramento alla Repubblica Italiana.

9 Maggio - Il conte Besana lamenta la situazione in cui si trova il corso della Roggia Vecchia divenuta l’immondezzaio del paese; ignoti cittadini hANNO preso l’abitudine di scaricare le loro immondizie ed il Podestà è invitato a prendere provvedimenti.

“Di fianco all’ingresso di casa mia a Mariano, in via Card. Ferrari, là dove la Roggia comincia ad essere scoperta, nonostante vi sia visibile il cartello portante il divieto di scarico di immondizie, è un continuo rovesciarsi di materiale di ogni genere che tutti vi trasportano, anche a mezzo carrette ecc. e l’inconveniente ha da qualche tempo preso proporzioni tali che mi sono deciso scriverVi pregandovi , anche nell’interesse dell’igiene e del decoro del paese, di voler prendere qualche provvedimento. Da circa un mese ad esempio, come è visibile, c’è anche un materasso che va marcendo nell’acqua putrida, senza contare che vi si trova di tutto, perché il luogo è diventato l’immondezzaio del paese.

Grato per quanto potrete fare in merito. Vi saluto”.

13 Maggio - La Prefettura Repubblicana della Provincia di Como invita i Comuni ad affiggere i manifesti che annunciano la sanatoria nei confronti dei “… militari, civili e ribelli che           si costituirANNO entro le ore 24 del 25 corrente Maggio …”.

Con il mese di Maggio gli agricoltori sono nuovamente sollecitati alla cattura dei maggiolini per limitare i danni provocati ai raccolti agricoli: verrANNO corrisposte £. 150 per ogni chilo di coleotteri consegnati.

9 Giugno - Termina l’ANNO scolastico, ma alunni ed insegnanti tornerANNO a scuola due giorni la settimana, il mercoledì ed il venerdì, dal 16 Luglio al 10 Agosto, per seguire il programma di “assistenza estiva” voluto dal nuovo regime repubblichino.

16 Luglio - Visita pastorale del Card. Schuster; il successivo giorno 18 il porporato sarà in visita a Perticato.

27 Luglio - Un violento temporale estivo provoca danni per una spesa complessiva di £. 31.000; il livello della Roggia Vecchia sale di 40 cm. e danneggia seriamente le abitazioni e le famiglie residenti in via San Rocco.

4 Agosto - Il Presidente Provinciale dell’O.N.B. informa il Commissario Prefettizio di non essere riuscito  a trovare una persona a cui affidare la presidenza dell’O.N.B. di Mariano e lo prega di volergli segnalare il nominativo “… di un camerata che abbia i requisiti richiesti per essere un educatore e che goda soprattutto la stima dell’ambiente”.

14 Agosto - Inizia il Servizio Guardie Civili con il compito di sorveglianza della linea telefonica Mariano-Cascina San Martino di Perticato. Il reparto è composto da 7 unità.

15 Settembre - Si costituisce il Comitato di Liberazione di Mariano C.se: ne fANNO parte i signori Federico Seimandi per il P.L.I., Serafino Somaschini per il P.C.I., il dr. Giovanni Del Curto per la D.C. e Biagio Galliani per il P.S.I.

18 Settembre - Il Comune di Mariano lamenta la soppressione della Fiera di Settembre dal calendario delle manifestazioni provinciali e dalla Provincia si risponde che “… non ha ritenuto opportuno includervi quella di Mariano, perché considerata di poca importanza, tanto vero che il Comune stesso ha deciso da tempo di vendere il Campo Boario, perché superfluo ai bisogni del Comune”.

Da Mariano si replica che la “… soppressione temporanea del Macello non ha nulla a che vedere con la Fiera del Bestiame, in quanto è intendimento di questa amministrazione di costruire un nuovo Macello in località più idonea, tanto vero che domani 26 Settembre verrà stipulato il contratto per l’acquisto della necessaria area, mentre l’attrezzatura propriamente del Macello è giacente nei magazzini del Comune”.

21 Settembre - Inizia l’ANNO scolastico, ma i 902 alunni iscritti continuano a frequentare in locali di fortuna, essendo le loro aule occupate dai militari.

Ogni giorno all’inizio delle lezioni l’insegnate ricorderà i Caduti con la formula:

“Eroici Caduti per la grandezza della Patria” e gli alunni rispondo “Presente”.

Ad Ottobre si ha notizia di un atto di sabotaggio: nei pressi della località San Martino sono tagliati due pali della Linea Telefonica Bellagio-Torno-Camerlata-Mariano.

6 Ottobre - Il Commissario Prefettizio, signor Lorenzo Comi, informa il Prevosto don Giuseppe Bianchi che gli Ufficiali del Reparto Militare giunto in paese “… hANNO requisito due locali e il portico dell’Oratorio di San Rocco per il ricovero dei quadrupedi e gli autocarri. I due locali servirANNO per l’alloggio ai militari di servizio. …”.

16 Ottobre - Giungono a Mariano 400 SS tedesche per costituire l’avanguardia di una divisione che dovrebbe prendere posizione sulla direttrice Milano-Como-Lecco per proteggere le strade convergenti sul lago di Como e sulla Valtellina e permettere l’evacuazione di tre divisioni naziste dal Piemonte e dalla Liguria, nella prima metà di Novembre.

(da Ricciotti Lazzero –La guerra sul confine– Istituto Storico Pier Amato Perretta /Como – pag. 27)

24 Ottobre - Il Comune rilascia un elenco di 201 sbandati e disertori che, in seguito al bando del Duce, si erano presentati. Alcuni di costoro, circa una sessantina, in seguito avrebbero dovuto tenersi a disposizione della Questura di Como.

3 Novembre - Il Comando della Waffen Grenadier Grigade S.S. Italienische Nr. 1 comunica all’Ufficio Economato del Comune il numero degli Ufficiali che hANNO trovato alloggio   presso alcune famiglie di Mariano, si tratta di 6 capitani, 3 Tenenti e 6 Sottotenenti.

20 Novembre - Il Direttore Didattico segnala al Commissario Prefettizio: “Vi prego di voler cortesemente disporre perché siano collocate a posto, nelle aule attualmente in uso (Calchi, Comi e Proserpio) le stufe di cui il Municipio dispone, perché le secolaresche sentono già la necessità che la temperatura sia per lo meno intiepidita. Se il Municipio consente, io proverei a rivolgere ai genitori degli scolari un appello perché o poco o tanto, ciascuno aiuti”.

25 Novembre - Alcuni ignoti asportano le bandierine e le frecce sistemate nella zona compresa fra le cascine Bice, Cottina, Mordina, Ronco della Valle, dove si tengono esercitazioni di tiro. Per ritorsione, la domenica successiva, il Commissario Prefettizio vieta l’accesso dei civili al Cinema del signor Formenti.

12 Dicembre - Il Comando della Waffen Grenadier Brigade Der SS – II W. G. Rg. 81 scrive ai Comuni di Mariano, Cabiate, Lentate, Carimate:

“Si avverte che domani 13 Dicembre dalle ore 13 alle 14,30 avrANNO luogo nella zona Sud Ovest di Mariano fra Cascina Bice, cascina Cottina, Cascina Mordina, Ronco della valle, Torrente Terrò, la Valletta, Valle di Cabiate, Valle della Brughiera, Fornace, prove di tiro per fucile con munizioni di guerra.

Occorre pertanto diffidare la popolazione a non transitare nelle immediate vicinanze di detta zona delimitata con appositi indicatori di pericolo (sentinelle e bandieroni rossi)”.

12 Dicembre - Il Capo della Provincia di Milano sospende dalle sue funzioni il Consiglio d’Amministrazione del Consorzio Ospedaliero Giussano – Mariano C.se e nomina il signor Giovanni Viganò alla carica di  Commissario Prefettizio.

Alcuni giovani marianesi si aggregano alla formazioni partigiane che operano in zona e per alcuni la scelta di campo si rivela fatale, poiché nel mese di Dicembre, in seguito ad un’operazione di rastrellamento sono catturati, tradotti in prigione e sottoposti a brutali sevizie. Fra costoro merita un riverente ricordo Luigi Toppi, della cui vicenda si trascrive la relazione rilasciata dalla Presidenza del C.L.N. marianese:

“Il giovane Patriota Toppi Luigi di Carlo, della classe 1919, dopo i fatti di Settembre 1943 si dava alla macchia, e con altri compagni del paese formava il primo nucleo di Partigiani armati, inquadrati nell’Organizzazione Franchi che in seguito operarono nella zona di Mariano e di Cantù.

Più volte ricercato dalla polizia repubblichina, riusciva coraggiosamente a sviare le ricerche. Nei primi giorni di Dicembre 1944, in seguito a delazione, il giovane Patriota, braccato con forze imponenti di polizia, veniva catturato sulla strada che da Carimate porta a Lentate sul Seveso. Dopo stringenti interrogatori accompagnati da raffinate sevizie crudelmente operate dai repubblichini, il Toppi veniva fucilato nel Cimitero di Carimate la sera del 5 Dicembre 1944”.

Durante il periodo bellico l’edificio scolastico di via Passalacqua Trotti viene occupato dalle seguenti Truppe:

dall’Agosto 1943 all’8 Settembre 1943 da un Distaccamento dell’8° Reggimento di Fanteria di Milano;

dall’Ottobre 1944 al 26 Aprile 1945 dall’81° delle S.S. Italiane;

dal 27 Aprile  al 4 Giugno 1945 da Formazioni Partigiane dell’Organizzazione Franchi;

dal 5 Giugno al 31 Agosto 1945 dal Distaccamento della Polizia Civile AMG di Como (220 uomini e 70 detenuti politici trasferiti a Como verso la metà di Luglio);

Il Comando Tedesco aveva il Quartier Generale presso il palazzo Besana in piazza Roma.

In Archivio Comunale esiste una ricca documentazione sulle Mense Aziendali che funzionano a Mariano durante il periodo bellico; dai documenti si ricavano interessanti dati sull’occupazione nelle principali aziende locali:

Filotecnica Salmoiraghi

operai   180 m. +   58 f.

impiegati     20 m. +   5 f.

I.S.I.S.

   “         70 m. + 700 f.

    “             2 m. +  16 f.

Impresa ing. Giuseppe e Giovanni Fenaroli

  “          42 m. +     6 f.

     “            1 m. +    2 f.

Arson Sisi

 “           50 m. +     6 f.

     “           21 m. +  16 f.

Soc. Perelli

 “             7 m. +   60 f.

     “            3 m. +    6 f.

Colombo Gas

 “           16 m.

     “            1 m. +    1 f.

Ditta Fabio Marzorati

 “           50 m.

Soc. Breda

 “         290 m. +  28 f.

     “            6 m. +  20 f.

Ditta Rovagnati Vincenzo

 “            8 m. +  28 f.

     “            2 m.

Tessitura Meroni

 “            8 m. +  63 f.

     “            4 m.

Ditta Marelli & Berta

 “            8 m. +  31 f.

     “            3 m  +   1 f.

Abitanti 9.378.

ANNO 1945

Si ha notizia di azioni di sabotaggio: a Gennaio il Commissario Prefettizio segnala alla Prefettura che nelle vie Garibaldi e San Rocco alcuni scoppi hANNO provocato la rottura di novanta vetri.

Le vie di Mariano sono talvolta fatte oggetto di mitragliamenti aerei; in una queste circostanze, nei pressi dell’Ospedale viene colpita un’automobile di passaggio.

Durante il mese di Gennaio, a causa del freddo intenso e delle abbondanti nevicate le lezioni scolastiche si tengono solo un giorno la settimana, per la correzione dei compiti. A Febbraio si riprenderANNO le lezioni regolari di tre ore e mezza, per tre volte la settimana a giorni alterni.

22 Gennaio - Giungono a Mariano 20 squadristi della IX Brigata Nera “Cesare Rodinì” di Como.

1° Febbraio - Il Comando tedesco di stanza in paese avvisa il Commissario Prefettizio ed il Veterinario che i quadrupedi ricoverati nella stalla del sig. Luigi Somaschini, in via San Rocco 15, risultano affetti da scabbia e da altre malattie contagiose, per cui si ordina la chiusura della stalla ed il trasferimento degli animali.

1° Marzo - A cura del “Comitato pro Ampliamento ospedale F. Villa” è stampato l’elenco generale dei sottoscrittori, con le relative cifre versate. Spiccano le offerte di £. 500.000 versate dai signori Giuseppe Cugnasca, rag. Roberto Vitali e da un N.N. Il lungo elenco riporta nomi di  privati cittadini e delle ditte operanti sul territorio. Gli estensori lamentano l’assenza di molte famiglie fra quelle agiate e ricche. All’iniziativa hANNO contribuito anche cittadini e ditte di Carugo ed Arosio ed il Comitato si augura che presto potrANNO aderire anche i cittadini degli altri Comuni vicini, della provincia di Como e di Milano.

22 Marzo - Il signor Giovanni Proserpio è nominato Commissario Prefettizio, in sostituzione del signor Lorenzo Comi.

23 Marzo - Si celebra l’annuale della Fondazione dei Fasci e il Presidente dell’O.N.B. distribuisce una mela a tutti gli alunni presenti.

15 Aprile - In località Priel di Buschitt due Guardie Civili, in servizio per la protezione delle linee di comunicazione telefonica, sono affrontati e disarmati da alcuni giovani. Nella  rela- zione del Comandante Paolo Pozzoli si precisa che quattro giovani armati di rivoltella avevano disarmato la guardia Parotelli, in perlustrazione con il collega Carboni, del fucile e delle munizioni.

Il servizio Guardie Civili aveva avuto inizio il 14 Agosto 1944 con il compito di sorvegliare la linea telefonica Mariano – cascina San Martino di Perticato. Il reparto era composto di 7 unità: il Comandante Paolo Pozzoli e le guardie Enrico Parotelli, Angelo Mauri, Angelo Martinelli, Carlo Ballabio, Enrico Meda, Giuseppe Galimberti. Il 20 Febbraio 1945 venne assunto anche Pasquale Pallavicini di Perticato.

20 Aprile - Telegramma del capo della Provincia: “Presidenza Consiglio Ministri dispone esposizione bandiera sabato 21 Aprile ricorrenza Natale Roma. … Ai salariati enti pubblici dovrà corrispondersi doppia paga. …”.

21 Aprile - L’Associazione Sportiva “Impero” organizza la “Coppa Piero Melli”, gara ciclistica per allievi, sul percorso Mariano – Giussano – Paina – Mariano, da ripetersi 6 volte.

26 Aprile - Battaglia per le vie di Mariano. Nella mattinata alcuni giovani riescono a disarmare i militari delle S.S. Italiane di stanza all’Oratorio San Rocco e si preparano a contrastare il transito della colonna tedesca proveniente da Meda. I militari tedeschi imboccano la via S. Stefano e sono presi di mira da colpi d’arma da fuoco sparati dai tetti; all’ingresso di piazza Roma i tedeschi riescono a piazzare una mitragliatrice, più tardi messa fuori combattimento dalla bomba a mano scagliata da un coraggioso giovanotto.

Dopo la breve battaglia si contano 6 morti fra i civili e due fra i militari tedeschi e 15 feriti. Nei giorni successivi sarANNO fucilati altri 4 militari e 4 civili. Il giorno precedente, nella battaglia per la liberazione di Milano erano caduti i giovani patrioti marianesi Luigi Besana e Umberto Elli.

La sera stessa il dr. Del Curto, designato alla nomina di Sindaco, scrive il testo del manifesto che annuncia la fine della dittatura e la riconquista della libertà e della democrazia.

Le scuole rimarrANNO chiuse fino al 15 Maggio.

Il cronista parrocchiale commenta:

“… Si ebbero due morti delle S.S. (uno tedesco) e nove Caduti fra i civili. Il prevosto accorreva a somministrare l’Estrema Unzione ai moribondi distesi a terra in chiazze di sangue. Alcuni civili erano stati gravemente per aver guardato dalla finestra. Nei giorni immediatamente successivi vi furono dodici fucilazioni di S.S. e Repubblichini da parte del Comitato Rivoluzionario. A cinque di essi fu possibile al prevosto portare il Viatico. Scene di selvaggio terrore! … Si fecero solenni funerali alle vittime civili a spese del Comune; i fucilati vennero portati al Cimitero su un carro agricolo con i cadaveri penzolanti”.

27 Aprile - Nomina del Sindaco e della Giunta Municipale: a reggere provvisoriamente le sorti del Comune sarà chiamato il dr. Giovanni Del Curto, a capo di un esecutivo composto dai signori Serafino Somaschini, Luigi Fumagalli, Alessandro Fumagalli, Biagio Galliani, Giuseppe Mauri, Piero Molteni, Giovanni Proserpio, Vincenzo Rovagnati, Giulio Taborelli e Federico Seimandi.

Il Comitato di Liberazione di Seregno comunica a quello di Mariano:

“Abbiamo preso in consegna dal signor Eugenio Baranzelli per conto del Presidente del Comitato di Liberazione dr. Del Curto n. 4 Ufficiali S.S. Italiani, n. 27 Sottufficiali e uomini di truppa S.S. Italiani e n. 2 Ufficiali dell’esercito tedesco”.

28 Aprile - Giungono in paese i Partigiani del Gruppo Ticinesi Lariani e si installano presso la caserma dei Regi Carabinieri.

Il Comando partigiano decide di procedere alla fucilazione di 5 fra i prigionieri catturati nei giorni precedenti. Altri quattro prigionieri sarANNO fucilati il 30 Aprile. Il CLN rilascerà in seguito i certificati di buona condotta civile e politica, per uso lavoro o per l’arruolamento nelle forze di P.S.

A testimonianza della dura battaglia svoltasi nelle vie del paese c’è una dichiarazione del 7 .12.1945 in cui il Sindaco riconosce che il sig. Aldo Nespoli “… ebbe a lamentare gravissimi danni alla propria abitazione con la rottura dei vetri del negozio e dei locali di abitazione”.

Più tardi si rilascerANNO certificati in cui si attesta la morte in combattimento o la fucilazione dei patrioti:

Luigi Toppi di Carlo classe 1919, appartenente alla Organizzazione Franchi, catturato nel Dicembre 1944 e fucilato a Carimate il 5.12.1944.

Luigi Besana di Giuseppe arrestato il 54.12.1944 dalla polizia repubblicana di stanza a Mariano e tradotto nelle carceri di San Vittore a Milano.

Morì il 25 Aprile 1945 nella lotta per la liberazione di Milano.

Umberto Elli di Angelo arrestato il 5.12.1944 dalla polizia repubblicana di stanza a Mariano, veniva tradotto nelle carceri di Como e poi a Milano.

Morì in combattimento per la liberazione di Milano.

Eugenio Ceppi di Emilio classe 1920, morto durante la battaglia per la liberazione di Mariano il 26.04.1945.

Giuseppe Songia fu Ambrogio caduto il 26.04.1945 durante i combattimenti contro le SS qui di stanza.

30 Aprile - Transita per Mariano l’Autocolonna Corazzata Americana e dona al Comune cavalli, muli e carri:

1° Maggio - Si vendono      n. 21 cavalli con un ricavo di         £. 2.018.500

                                      n. 11 muli     “     “     “                £.    644.200

                                      n. 17 carri     “     “     “               £.    104.650

                            finimenti dei cavalli macellati                   £.      27.950

                                                                                     £. 2.855.300 

8 Maggio - Un manifesto del Sindaco informa che, a partire da domenica 13 p:v. gli incaricati dell’ Ufficio Comunale Assistenza e Beneficenza passerANNO alla raccolta delle offerte a favore degli ex prigionieri, ex internati, famiglie di Caduti, dispersi, mutilati, invalidi, disoccupati, bisognosi, ecc.

11 Maggio - Riprendono le lezioni scolastiche ed il Direttore Didattico sollecita i lavori di disinfezione e riparazione dei locali occupati dai militari italiani e tedeschi.

17 Maggio -Il Sindaco comunica alle Direzioni della Cassa di Risparmio e della Banca Popolare che

“ 1°    HANNO ricoperto cariche nel P.N.F. i signori Berta Guido,Frigerio Battista,Terraneo Dino, Wetzel Maurizio

 2°     Risultano Squadristi i signori Usuelli Eraldo, Meroni Emilio Augusto, Frezza Andrea”.

22 Maggio - Un gruppo di cittadini marianesi denuncia al Sindaco ed al CLN gli schiamazzi provenienti dal Ristorante San Maurizio, dovuti alle feste danzanti, ed invitano a prendere provvedimenti.

25 Giugno - Il signor Piero Molteni è nominato Presidente della Mutua Sanitaria Comunale.

7 Giugno - Il Sindaco Del Curto propone al Prefetto che, in attesa di altre nomine, il Prevosto don Bianchi sia nominato Commissario Prefettizio dell’Asilo Infantile.

21 Giugno - Il Sindaco si dimette dalla carica di Presidente del CLN e con lui si dimettono tutti coloro che hANNO assunto impegni amministrativi, per cui il nuovo CLN risulterà composto dai signori:

Presidente     Giovan Battista Verga (PSI)

Membri:        Luigi Emilio Cappellini (DC), Mario Besana (PCI), Mansueto Pozzoli (PLI poi sostituito da Carlo Romanò).

A Novembre sarà designato il signor Erminio Nava quale rappresentante del Corpo Volontari della Libertà.

Il CLN di Mariano ha giurisdizione sui Comitati di Cabiate, Arosio, Carugo, Inverigo, Nibionno, Lambrugo, Anzano del Parco, Lurago d’Erba cesserà il 16.07.1946

11 Luglio - Dalla Relazione di Bilancio del Consorzio Ospedaliero Giussano – Mariano C.se si apprende che malgrado gli aumenti delle rette praticati, stante il continuo rincaro dei prezzi, si registra un disavanzo di £. 553.610,56.

21 Luglio - Il Consorzio Ospedaliero chiede alla Prefettura di Milano l’autorizzazione di aumentare le rette giornaliere a £. 65 per gli acuti e a £. 45 per i cronici. Ai Comuni si chiede di attivare una raccolta di fondi per sostenere le attività degli Ospedali.

24 Luglio - Si procede a nuovi cambi nella toponomastica:

invece di piazzale Littorio        - piazzale don Giovanni Minzoni (attuale piazzale Teodoro Manlio),

invece di via 28 Ottobre         - via Matteotti

invece di Largo Carlo Neri       - Largo Martiri della Libertà

invece di via 23 Marzo           - via XXVI Aprile,

invece di via Nicola Bonservizi - via Giovanni Amendola..

28 Luglio - Il quotidiano “L’Unità” riporta la notizia della festa per l’inaugurazione della sezione del P.C.I. di Mariano Comense, intitolata ai nomi dei Caduti partigiani Elli Umberto e Besana Mario.

7-8 Agosto - Si organizza la “Festa della Provvidenza”:

Domenica 7  ore 15  Corsa podistica riservata ai Marianesi con ricchi premi. Percorso: 3 giri-via Piave, C. Battisti, F. Filzi, Trento, Vittorio Veneto, N. Sauro.

                 ore 16  Corsa con bocce sulle carriole.

                 ore 19  Santo Rosario alla Madonna con benedizione.

                 ore 20  Concerto dell’Antico e Premiato Corpo Musicale.

Lunedì 8      ore 16  Giuoco con le pignatte.

                 ore 17  Salto dell’oca.

                 ore 17,30  Cuccagna.

La fanfara presterà servizio musicale.

N.B. Iscrizione alle manifestazioni sportive, schiarimenti ed eventuali reclami sono presso il Comitato Organizzatore che ha sede alla “Trattoria Provvidenza” signor L. Mauri.

19 Agosto - L’Unione Sportiva “Mariano” organizza una corsa cilcistica in ricordo dei Caduti per la Libertà.

Verso la fine di Agosto anche la Giunta Municipale subirà un rimpasto: una Circolare Prefettizia invitava a ridurre a 6 i componenti, per cui si avrà questa composizione:

Sindaco                  dr. Giovanni Del Curto

Vice Sindaco           Serafino Somaschini  (Reparto Alloggi)

Assessori effettivi     Biagio Galliani (Stato Civile)

Giuseppe Mauri        (Reparto Finanze)

Giovanni Proserpio    (Lavori pubblici)

Assessori supplenti   Giulio Taborelli         (Assistenza e Beneficenza)     Mansueto Bozzoli      (ANNOna)

Riprendono le attività sportive e i divertimenti popolari: si organizza la corsa ciclistica “Coppa Caduti Marianesi per la Libertà” .

1° Settembre - Assume servizio il Segretario Comunale supplente signor Egidio Colombo.

Domenica 3 Settembre - Nei boschi presso la località Fornaci si tiene la prima Festa de l’Unità tenutasi in Italia. Il giorno dopo il giornale titola “Festa di popolo per l’Unità”, segue un articolo firmato da Gian Carlo Pajetta, dove fra l’altro si racconta di circa 200.000 presenze (il giornale “Avanti” parla addirittura di trecentomila presenti).

L’organizzazione è curata dalla Federazione di Milano.

17-18 Settembre - Si riprende ad organizzare la Fiera – Mostra del Bestiame.

18 Settembre - Il Sindaco segnala all’Ispettorato Scolastico di Como che la spesa per le riparazioni all’edificio scolastico ammonta a £. 880.000.

20 Settembre - Inizia l’ANNO scolastico; gli alunni iscritti alla scuola elementare sono 909; fra gli insegnanti figura il maestro Ruggero Minotti, futuro Preside della Scuola Media “Dante Alighieri”.

24 Settembre - Si costituisce la sezione A.N.P.I. con sede presso il caffè San Rocco; il Comitato Provvisorio è composto dal Segretario Umberto Cavallotti e dai membri Alberto Loggioni, Erminio Nava, Aldo Ceresa, Giacomo Fumagalli, Felice Nespoli, Ettore Besana.

30 Settembre - La processione con la statua di San Luigi percorre le vie San Rocco, Montebello, Garibaldi, piazza Roma e Risorgimento.

9 Ottobre - La “Commissione di Controllo” istituita per la vigilanza ed i servizi dell’alimentazione e composta dai signori Cesare Cappellini, Luigi Citterio, Sandro Crippa, Angelo Vismara, Mario Mascheroni, Dionigi Cattaneo, Elia Vismara, Giuseppe Camnasio.

11 Ottobre - E’ istituita la Scuola Media Comunale affidata agli insegnanti Angelo Romani, Regina  Vivanti, Giordano Cappelletti e don Luigi Ghezzi. Si sono iscritti 18 alunni le cui famiglie hANNO accettato di corrispondere la tassa annuale di £. 4.500.

15 Ottobre - Controversia per la proprietà della Casa Proletaria:

I Soci della disciolta Cooperativa Proletaria rivendicano la proprietà dello stabile requisito dai fascisti nel 1928, ed ha inizio una lunga controversia con la Prefettura e con l’Amministrazione Comunale.

Il Sindaco scriverà alla Regia Intendenza di Finanza di Como

“… Per quanto riguarda l’edificio di via Garibaldi si precisa che non si è ritenuto opportuno elencarlo nel foglio precedente, perché trattasi di antica proprietà della Cooperativa Edificatrice locale, i Soci della quale ne rivendicano la proprietà e richiamano in proposito i numerosi esposti fatti durante tutti questi anni, nonché la richiesta in data 6.06.1945 fatta dal Prefetto di Como all’Intendenza di Finanza”.

(In una lettera del precedente 10 Settembre l’Intendente di Finanza aveva lamentato che nell’elenco delle ex proprietà del fascio di Mariano non risultasse anche la Casa di via Garibaldi)

19 Ottobre - Il Presidente del C.L.N. di Mariano, signor Battista Verga, scrive all’ENAL di Como, in risposta ad una richiesta del Presidente in data 19.09.1945:

“… Si comunica che questo CLN dopo esperite le indagini necessarie ha appurato che in questo Comune non esistono beni appartenenti all’ex O.N.D. (Opera nazionale Dopolavoro), perché la sede di questi è l’antica proprietà del Circolo Familiare Proletario, i Soci del quale ne sono i legittimi proprietari. Per quanto riguarda invece il trapasso morale dell’Ente, si comunica che si è costituita una sezione dell’ENAL in seno al Circolo familiare Proletario e, previa regolare votazione, sono stati eletti a Presidente di ambedue le istituzioni il signor Angelo Cappellini ed a Segretario il signor Angelo Secchi. Ossequi”.

(In una precedente comunicazione il Prefetto Bertinelli aveva comunicato la costituzione dell’ENAL, in sostituzione dell’OND, e pertanto le proprietà del cessato Ente Fascista passavano al nuovo Ente).

29 Ottobre - Viene sostituito anche il Segretario Comunale, il posto del signor Augusto Paltrinieri verrà occupato dal signor Giglio Gandolfi.

8 Novembre - Il tecnico comunale ing. Luigi Gaffuri segnala al Sindaco che il preventivo per la copertura della Roggia Vecchia, dalla via San Rocco all’Esposizione, per un totale di metri 265, ammonta a £. 7.000.000.

14 Novembre - A Cantù si è costituita la sezione AVIS ed il Sindaco di Mariano è invitato a diffondere la notizia fra i marianesi, al fine di reclutare donatori anche in paese.

16 Novembre - Si vendono i biglietti della Lotteria “Strenna natalizia pro Ampliamento Ospedale”. Il sindaco Del Curto autorizza due impiegati comunali alla raccolta delle adesioni. L’obiettivo è quello di ottenere un Ospedale moderno e ben attrezzato. Il sindaco invia anche una lettera agli industriali dei Comuni vicini ed alla lettera allega un congruo numero di biglietti della Lotteria.

22 Novembre - L’Intendenza di Finanza scrive al Sindaco, a proposito della controversia per la proprietà della Casa Proletaria:

“Oggetto: Beni di pertinenza del soppresso P.N.F. – Stabile ad uso civile abitazione sito in Mariano C.se, via Garibaldi, già casa proletaria.

Tutti i beni del cessato PNF e delle Organizzazioni dipendenti soppresse con RDL 2 Agosto 1943 n. 704 sono devoluti allo Stato a norma dell’art. del D.D.L. 27 Luglio n. 159. Questa Intendenza pertanto dovrà provvedere alla presa in possesso della cosi detta Casa Proletaria di Mariano C.se non avendo alcuna competenza a decidere le domande di retrocessione e di annullamento di atti per vizi di consenso, che gli interessati potrANNO eventualmente sottoporre al giudizio dell’Autorità Giudiziaria”.

25 Novembre - Il Conte Besana denuncia al Sindaco i furti di legna che si verificano nei boschi di sua proprietà.

1° Dicembre - La Giunta Municipale delibera in merito all’assegnazione ed al compenso dei docenti della Scuola Media Comunale:

Lettere          prof. Angelo Romanò          £. 6.000 mensili

Matematica    maestra Vittoria Colombo    £. 1.440   “    (sostituita dalla prof. Regina Vivanti)

Disegno         prof. Giordano Cappelletti    £.   720   “

Religione        don Luigi Grezzi                 £.   360   “

11 Dicembre - Il Comune ha 30 dipendenti: il segretario comunale, due medici condotti, il veterinario, l’ostetrica, 6 applicati, 8 scrivani, una guardia, 2 bidelli, il portiere del palazzo comunale, il custode del macello, il necroforo, 2 spazzini, 3 stradini.

Il Mariano Calcio partecipa al Campionato di Serie C - Lega Nord Italia.

Abitanti 9.381.

ANNO 1946

Le aule scolastiche sono sempre fredde a causa della mancanza di combustibili, pertanto le lezioni a Gennaio sono sospese a data da destinare e gli alunni rientrano a scuola un paio di volte la settimana, incontri definiti “contatti settimanali”.

14 Marzo - Il Sindaco Del Curto  comunica al provveditore agli Studi di Como i nominativi dei componenti la Consulta Scolastica:

dr. Giovanni Del Curto                   Sindaco – Presidente

Oscar Morgutti                            rappresentante del Patronato Scolastico

Loreto Giobbi                              rappresentante delle Scuole Elementari

Angela Capellini                           rappresentante delle Scuole Elementari

Prof. Angelo Romanò                    rappresentante della Scuola Media

Prof. Augusta Rancat                   rappresentante della Scuola Media

24 Marzo - Elezioni amministrative per la nomina del Consiglio Comunale: il partito della Democrazia Cristiana ottiene la maggioranza assoluta con 16 consiglieri; quattro sarANNO i consiglieri eletti nella lista socialista, malgrado la differenza fra le due liste sia solo di circa 150 voti.

Per la prima volta votano anche le donne!

La composizione del nuovo Consiglio Comunale:

16 D.C.         Virgilio Terruzzi, Carlo Pozzoli, Luigi Radice, Ernesto Buzzi, Carlo G. Fumagalli, Giacomo Mauri, Enrico Erba, Giulio Taborelli, Giovanni Del Curto, Antonio L.Corbetta, Beniamino Tagliabue, Vincenzo Rovagnati, Mario Baratti, Antonio Meda, Antonio M. Pozzi, Enrico Brivio.

4 P.S.I.         Piero Besana, Angelo Cappellini, G.Battista Verga, Giuseppe Colombo.

Il nuovo Consiglio confermerà il dr. Del Curto alla carica di Sindaco, che verrà coadiuvato dagli Assessori Antonio L. Corbetta, Giulio Taborelli, G.Battista Verga, Virgilio Terruzzi (in seguito sostituito da Carlo Pozzoli), Mario Baratti e Vincenzo Rovagnati.

La carica di Giudice Conciliatore è affidata al signor Arnaldo Fraccaroli, poi sostituito da Arturo Marelli, coadiuvato dal Vice, Giacomo Mauri.

1° Maggio - Si ritorna a festeggiare la festa del lavoro.

10 Maggio - La Giunta C.le dà il suo benestare alla Soc. ICAT di Milano, di aprire una Casa di Gioco per poter finanziare le spese di ristrutturazione della Scuola Elementare, quelle per la sistemazione della rete stradale, per l’ampliamento dell’ Ospedale, per risolvere la grave disoccupazione conseguente ai problemi dovuti al recente periodo bellico.        L’iniziativa non ha avuto seguito.

2 Giugno - Anche i marianesi sono chiamati ad esprimersi sul Referendum istituzionale ed a votare per la scelta dei Deputati dell’Assemblea Costituente. Si registrano questi risultati:

Referendum istituzionale:              Repubblica     voti    3.805 (68,62 %)

                                               Monarchia     voti    1.740 (31,38 %)

Assemblea Costituente                 D.C.             voti    2.765 (49,10 %)

                                               P.S.I.           voti    2.360 (41,90 %)

                                               P.C.I.           voti       353 (  6,30 %)

                                               Altri              voti       154 (  2,70 %)

                                               schede bianche           130

                                               schede nulle              166

Il Sindaco di Mariano dr. Giovanni Del Curto è eletto Deputato e farà parte dell’Assemblea Costituente.

19 Giugno - Il Consiglio d’Amministrazione dell’Ospedale F. Villa approva il progetto dell’ampliamento redatto dall’ing. Gaffuri; si prevede una spesa di £. 14 milioni finanziata con i fondi messi a disposizione del Provveditorato Regionale delle OO.PP. per la Lombardia. I lavori sarANNO affidati all’Impresa Edile del signor Erba Natale.

18 Luglio - Statistica dei ricoverati nell’Ospedale F. Villa nel quinquennio 1941 – 1945:

ANNO          ricoverati

1941            72

1942            52

1943            135

1944            154

1945            166

Il Presidente dell’Ospedale segnala all’Ufficio del Medico Provinciale di Como che si prevedono la costruzione di due corpi laterali, destinati a camere private e servizi; il sopralzo del fabbricato centrale e la sistemazione del piano rialzato con camere comuni e un portico coperto a veranda per mettere in comunicazione i due fabbricati. Si richiede che venga riconosciuta la classifica di Ospedale di terza categoria.

27 Luglio - Il Sindaco informa i genitori degli alunni della Scuola Media Comunale che è prevista l’istituzione della classe 3^ e che la Scuola ha avuto il riconoscimento legale.

29 Luglio - Il Presidente dell’Ospedale inoltra una istanza alla Cassa di Risparmio delle PP.LL. per ottenere un contributo finanziario per le opere edili di ampliamento del nosocomio. La lettera è firmata anche dal Sindaco e dal Presidente del Comitato.

30 Luglio - Dal Ministero alla P.I. giunge il decreto di riconoscimento legale della scuola Media Comunale. Inizia l'attività la sola prima classe.

4 Agosto - La Giunta presenta il programma delle opere pubbliche:

Costruzione di un I° lotto di Case Popolari;

Sistemazione della rete stradale interna ed esterna;

Copertura della Roggia Vecchia.

24 Agosto - Nomina della Commissione di studio per le Case Popolari: Carlo Pozzoli, ing. Mario

 Albani, Umberto Pozzi, Natale Erba, Nino Boga Giuseppe Mauri, Carlo Pozzi, Carlo Galimberti, dr. Davide Zanalda.

10 Ottobre - Si stabilisce che la nuova diaria giornaliera per il ricovero degli ammalati a carico dei

 Comuni e delle Mutue Sanitarie sia fissata in £. 300.

16 Ottobre - Inizia l’ANNO scolastico ed a Perticato è istituita la classe V^, affidata alla maestra  Angela Cappellini. Gli alunni iscritti sono 770.

24 Ottobre - L’Arcivescovo di Milano Card. Schuster giunge in paese per la visita pastorale.

14 Novembre - Il Presidente dell’Ospedale, signor Luigi Botta, riferisce al Presidente dell’Ospedale Borella di Giussano, signor Francesco Boffi, che sarà spedita a Roma la domanda per lo scioglimento del Consorzio Ospedaliero.

La Prefettura comunica la nuova composizione del Consiglio dell’Asilo Garibaldi: don Giuseppe Bianchi (presidente), cav. Giuseppe Cugnasca, rag. Giovanni Pozzi, maestra Costanza Bondimaj, sig. Dino Terraneo. L’Asilo è frequentato da 350 bimbi, curati da 5 Suore.

5 Dicembre - All’Ospedale F. Villa iniziano i lavori per la costruzione dei due fabbricati laterali; i lavori di sopralzo dell’edificio esistente incomincerANNO verso la metà del futuro Febbraio 1947.

30 Dicembre - Il Consiglio C.le approva il progetto del I° lotto della Case Popolari, redatto dall’ing. Luigi Gaffuri, previsto su un terreno in via Isonzo donato dalla N.D. Elena Arnaboldi Porta Spinola.

Abitanti 9.049.

ANNO 1947

Inizia l’ANNO nuovo e una copiosa nevicata rende difficile il transito dei veicoli e dei pedoni; a scuola si registrano numerosissime assenze, soprattutto fra i bimbi che abitano in campagna.

17 Gennaio -          Il Presidente dell’Ospedale sollecita il Commissario Prefettizio del Consorzio Ospedaliero per l’inizio dei lavori di ampliamento dell’Ospedale, lavori che devono terminare entro il mese di Maggio.

1° Febbraio - Iniziano i lavori di sopralzo del vecchio Ospedale e si devono sospendere i ricoveri degli ammalati.

6 Febbraio - Il prof. Giordano Cappelletti è nominato Direttore del Corso di Avviamento Professionale.

28 Febbraio - Il Sindaco chiede al Ministero della P.I. che la Scuola di Avviamento Professionale venga trasformata in Scuola d’Avviamento Commerciale; l’istanza verrà favorevolmente accolta ed il nuovo indirizzo entrerà in vigore a partire da Ottobre. Direttore della Scuola sarà il prof. Giordano Cappelletti.

Fra le Scuole non Elementari a Mariano figurano:

il Corso biennale di Avviamento (con 34 iscritti)

la Scuola d’Arte applicata all'Industria

la Scuola Media Comunale (tre classi con un totale di 64 iscritti)

Il Segretario Comunale signor Giglio Gandolfi è trasferito al Consorzio dei Comuni di Varenna-Lierna, ed a sostituirlo viene inviato il signor Luigi Magnoni, già reggente la Segretaria della città di Todi. Il Consiglio Comunale di Mariano protesta ed invita il Sindaco, onorevole costituente Del Curto, ad ottenere la revoca del provvedimento. Il reclamo verrà accolto ed il Segretario Gandolfi potrà riprendere il suo ufficio.

4 Aprile - Nella ricorrenza della S. Pasqua, il Vescovo di Como, Mons. Macchi, benedice il nuovo concerto  di 6 campane acquistato dalla Ditta Ottolina di Seregno, con una spesa di un milione e mezzo.

20 Aprile - Il prof. Carlo Pozzoli è nominato assessore effettivo in sostituzione del signor Terruzzi. Nella stessa seduta consiliare è approvato il progetto del 1à e 2° lotto delle Case Popo-   lari, redatto dagli ing. Arcelli e Gaffuri e dal geom. Umberto Pozzi. L'area era stata donata dala Nobile Casa Porta Spinola. Si richiede un mutuo di £. 18 milioni alla Cassa Depositi e Prestiti.

8 Giugno - Inaugurazione delle bandiere delle sezioni PCI e PSI.

14 Giugno - il Ministro Gonella informa che la classe 1^ della media Comunale è legalmente riconosciuta a partire dall'ANNO scol. 1946-47.

Verso la fine di Agosto anche a Mariano farà  tappa la “Peregrinatio Mariae”. Una immensa folla di fedeli accoglie il simulacro della Madonna al confine con Cabiate e nei giorni successivi si terrANNO cerimonie religiose, processioni, predicazioni, visite agli stabilimenti. Dal capoluogo poi la Madonna verrà trasferita nella frazione di Perticato.

Ricorda il cronista parrocchiale “… Durante i giorni della permanenza in parrocchia il simulacro della vergine venne portata in tutti i principali stabilimenti del paese. Erano gli operai ed operaie che in divisa di lavoro, processionalmente conducevano la Vergine nel cortile principale dell’opificio; piccolo discorso, invocazioni, indi benedizione col Crocefisso impartita dal prevosto, che sempre portava la Croce. Un solo stabilimento si rifiutò di accogliere la Vergine. Fu il direttore a proibire, contro la volontà delle operaie che la volevano. Diciotto mesi dopo, tale direttore di 48 anni moriva per cancro al polmone, dopo ottanta giorni di patimento. Da molti anni non si confessava, né frequentava la S.Messa festiva (era un forestiero), qualche giorno prima di morire ebbe la grazia della Misericordia di Dio, di confessarsi, riceveva il Viatico e l’Estrema Unzione”.

1° Ottobre - Inizia l’ANNO scolastico; la maestra Angela Usuelli Bondimaj, ormai prossima alla pensione, viene insignita della medaglia d’oro per i suoi 40 anni di servizio. Gli alunni iscritti alle elementari sono 904, alla Scuola di Avviamento si contano 70 iscritti.

Aumenta il personale insegnante della Scuola Media Comunale:

lettere: Angelo Romanò, Elisa Meda, Natale Tagliabue; Cesare Ballabio (Matematica); Giordano Cappelletti (Disegno); Veglia Ponzio (Francese);  M.Augusta Rancati (Economia Domestica); don Luigi Grezzi (Religione);  Loreto Giobbi (Educazione Fisica).

Con il mese di Ottobre hANNO inizio i lavori per l’elettrificazione della linea ferroviaria da Meda ad Asso e la popolazione, tramite manifesti, è avvisata della pericolosità dell’alta tensione.

Abitanti 9.472.

ANNO 1948

Con l’inizio dell’ANNO i marianesi hANNO l’amara sorpresa del rincaro della bolletta dell’acqua potabile, la cui tariffa sale da £. 9,50 il metro cubo a £. 12,50.

La Società Edison è incaricata a redigere un progetto per la fornitura dell’energia elettrica anche alle Cascine a nord dell’abitato; la Stipel invece dovrà fornire un preventivo di spesa per il collegamento telefonico con Perticato.

Si approva il progetto per la copertura del tratto della Roggia Vecchia che attraversa il paese.

24 Marzo - E’ confermata la composizione del Consiglio di Amministrazione dell’Ospedale F. Villa:

Presidente     Botta Luigi fu Angelo e fu Giani Francesca n. a Milano il 23.05.1887

Consiglieri      Boga Antonio Leone fu Giuseppe e fu Mosca Maria n. a Mariano il 20.11.1895

Terraneo Enrico fu Alessandro e fu Erba Rosa n. a Mariano il 4.02.1875

Valagussa Giuseppe fu Paolo e fu Mottadelli Albina n. a Mariano il 24.05.1880

8 Aprile - Elezioni Politiche. Dopo un’aspra campagna elettorale dalle urne uscirANNO questi risultati:

Camera                                                                                  Senato

Fronte Democratico  voti  1.883  (25,98 %)                 1.468  (26,90 %)

PSDI                      voti      641 (10,51 %)                   519  (  9,51 %)

D.C.                       voti  3.535  (58,00 %)                2.961  (54,30 %)

Spiga con grano       voti      12                                   186  (  3,40 %)

Sulla scheda per la Camera sono presenti altre sette liste che riportano scarsi consensi. Vota quasi il 96% degli elettori, a conferma del forte richiamo della consultazione. Il dr. Del Curto è riconfermato nella carica di Deputato.

28 Aprile - Con Decreto del Ministro dell’Interno on. Mario Scelba si delibera lo scioglimento del Consorzio Ospedaliero Giussano - Mariano C.se.

7 Maggio - La Giunta Municipale incarica il Sindaco ad intervenire presso il Ministero alla P.I. affinchè la Scuola Media Comunale sia dichiarata Scuola Governativa a decorrere dall’ANNO scolastico 1948/49.

10 Giugno - Il Provveditore agli Studi di Como nomina il Consiglio di Amministrazione del Patronato Scolastico:        

Vincenzo Rovagnati            rappr. dell’Amministrazione Comunale

Vittoria Re Tettamanti        rappr. dei maestri della Scuola Elementare

Dr. Davide Zanalda             medico condotto designato dal Comune

Cesare Pozzi                     rappr. dei genitori

Maria Boga                       rappr. dei genitori

Parroco pro tempore

Oscar Morgutti                  Direttore Didattico

Giordano Cappelletti           Direttore del Corso di Avviamento Professionale

Prof. Natale Tagliabue        rappr. degli insegnanti del Corso di Avviamento   

17 Giugno - Nomina del Consiglio di Amministrazione dell’Ospedale F.Villa: Leone Boga, Luigi Botta, Cesare Mauri, Enrico Erba, Maurizio Wetzel.

18 Giugno - Da Roma giunge la notizia che il Ministero alla P.I. ha concesso il riconoscimento legale della Scuola Media Comunale. Il telegramma è firmato dal Ministro on. Gonnella.

27 Giugno - L’ANNO scolastico termina sette giorni dopo la data prevista dai regolamenti, dovendo recuperare il periodo di chiusura fra i mesi di Novembre e Dicembre, in seguito ad una epidemia di morbillo.

Ad Agosto aumenterà anche la bolletta del gas: la Società Colombo Gas praticherà l’aumento stabilito dal CIP e la tariffa da £. 18,50 il metro cubo salirà a £. 29.

9 Settembre - Il Consiglio Comunale approva il progetto dell’ing. Gaffuri per l’ampliamento della Scuola di  Perticato, il consigliere Carlo Pozzoli suggerisce la costruzione di un nuovo fabbricato, ma la proposta è respinta a maggioranza.

Riprende l’attività del Patronato Scolastico, del cui Consiglio fANNO parte l’Assessore Vincenzo Rovagnati, il medico condotto dr. Davide Zanalda, il Direttore Didattico Oscar Morgutti, la maestra Vittoria Re Tettamanti, i professori Giordano Cappelletti e Natale Tagliabue, i genitori Cesare Pozzi e Maria Boga.

11 Ottobre - S.E. Domenico Bernareggi, Vescovo titolare di Famagosta e Vicario Generale della Diocesi di Milano, consacra la nuova mensa dell’Altare maggiore della chiesa di S.Stefano, opera della Ditta Cappuccini di Milano.

18 Ottobre - Inizia l’ANNO scolastico. Sarà l’ultimo ANNO di insegnamento per la maestra di Perticato, signora Alice Boldi Sinigaglia, giunta a Mariano nell’ANNO 1907, e per il maestro G. Battista Mazzini, a Mariano dall’ANNO 1926. Nella Scuola Elementare giungono i maestri Domenico Armeni e Carmelo Antonio Panetta a cui sono assegnate rispettivamente le classi 3^ B e 5^ A maschile. Gli alunni iscritti alla Scuola Elementare sono 872.

Abitanti 9.543 ( di cui 650 circa a Perticato) - nati 186 - morti 93

ANNO 1949

Si stANNO concludendo i lavori per la costruzione delle Case Popolari ed il Consiglio Comunale nomina una Commissione che dovrà valutare le numerose domande di assegnazione e fissare i canoni di locazione, che in  seguito sarANNO così fissati:

£. 45.000 annue per gli appartamenti di tre locali,

£. 29.000 annue per gli appartamenti di due locali verso la strada provinciale;

£. 27.400 annue per gli appartamenti di due locali verso il cortile;

£. 25.600 annue per gli appartamenti di due locali sprovvisti di cucina.

26/27 Marzo - Visita pastorale del cardinale Idelfonso Schuster.

23 Agosto - Si costituisce il “Comitato Femminile Pro Letti Ospedale F. Villa” presieduto dalla signora Nella Monarca Berta, coadiuvata dalla segretaria, maestra Lina Pagani Fumagalli, avente lo scopo di completare il fabbisogno di letti per le degenze.

5 Settembre - Il Consiglio Comunale nomina il nuovo Consiglio d’Amministrazione dell’Ospedale F.Villa: alla presidenza è confermato il signor Luigi Botta, gli altri membri sono i signori Mario Baratti, Enrico Erba fu Giuseppe, Cesare Mauri fu Felice, Luigi Terraneo fu Giuseppe.

8 Ottobre - Inizia l’ANNO scolastico; l’Impresa Edile del signor Natale Erba si aggiudica i lavori per l’ampliamento della Scuola di Perticato; per consentire la frequenza degli scolari il Provveditore autorizza l’adozione provvisoria dell’orario unico, alternando la frequenza al mattino ed al pomeriggio.

Lasciano definitivamente la scuola le maestre Maria Verga Villa, in servizio fin dal 1912, le sorelle Angela e Costanza Bondimay giunte a Mariano nel lontano 1910. Gli alunni iscritti alla Scuola Elementare sono 819. Giungono a Mariano il maestro Giovanni Cavalca e le maestre Giuseppina Anelli Bartolini e Gelsomina Pezza Savini.

12 Ottobre - Si costituisce il “Comitato pro Ospedale F.Villa”: presidente il signor Antonio Leone Boga, coadiuvato dai signori Giuseppe Mauri fu Giacomo e dal segretario Cesare Pozzi fu Gaetano.

I corsi della Scuola Serale d’Arte Applicata sono molto frequentati; si prevedono anche Corsi di perfezionamento, di qualificazione e Corsi Femminili, affidati agli istruttori Alberto Caimi, Luigi Castellini, Antonio Coppa, Maria Mauri, scultore Angelo Casati e prof. Angelo Romanò.

7 Novembre - Le scolaresche partecipano ai funerali della maestra Maria Luisa Benedetti.

La vecchia Tramvia non riesce a celare gli acciacchi dell’età ed i gestori minacciano di ridurre i servizi o addirittura la soppressione del servizio. La notizia mette in allarme i cittadini e gli amministratori di Cantù, Mariano, Cabiate e Meda, domenica I° Maggio sono convocati dal sen. Spallino a Cantù per discutere sul futuro del servizio. Il documento finale propone che la Tramvia venga sostituita da un servizio automobilistico che migliori i collegamenti fra le località interessate. I nostri paesi sarANNO più tardi collegati con gli autobus.

Intanto nell’attraversamento di via Amendola, stante la situazione di pericolo, è installato un segnale luminoso d’avviso.

In Consiglio Comunale si registrano invece le dimissioni dell’Assessore Vincenzo Rovagnati, sostituito dal signor Antonio Meda.

Il Mariano Calcio è retrocesso in Promozione.

Abitanti 9.641 - nati 150 - morti 88.

ANNO 1950

Inizia il servizio di Refezione Scolastica, ma l’Ispettore dell’Ufficio Provinciale per gli Aiuti Internazionali ne denuncia la carente situazione: in particolare si rileva che i bambini mangiano stando seduti su una panchina dell’Asilo con la tazza della minestra in mano, e che per secondo viene somministrata una rosetta di pane con una fettina di carne in scatola, fredda.

La maestra Vittoria Re Tettamanti scrive l’Inno a Mariano, musicato da Pierluigi Anelli

Ne l’alta Brianza

Gli svelti fuselli,             

di verde ingemmata

con grazia guidati,         

un borgo s’adagia

intreccian merletti         

da ben lunga data:

dei più ricercati:            

si stende al piano

la femminea mano          

l’antica Mariano.

è onor di Mariano.           

   

Colline all’occaso,  

Fecondo lavoro

pianura a levante            

di validi artieri

da lungi si scorge             

benessere ha dato

dei monti il sembiante:     

ai villici fieri:

chi vien da lontano          

che pur da lontano

Ammira Mariano.           

non scordan Mariano.

   

Fioriti giardini

Mariano, Mariano           

e ville vetuste,

sei tutto il mio vanto      

le strade ombreggiate

t’avvolge natura             

da piante robuste:

del suo bel manto:          

sorride nel piano

 

La bella Mariano.

dai colli fioriti  

 

dai solchi fumanti

I mobili d’arte,            

sorridi nel sole,

le sete lucenti,           

o terra d’incanti.

tessuti di crine,             

 

terren da sementi:       

 

con alacre mano          

 

ti dona Mariano.           

 

26 Febbraio - Il sindaco on. Giovanni Del Curto ringrazia il “Comitato Femminile pro letti Ospedale” per l’ottimo lavoro svolto ed il brillante esito della Lotteria organizzata per il reperi- mento di contributi;  suggerisce inoltre l’acquisto di quanto occorre per il fabbisogno di letti e avviare la raccolta di lana per materassi, tela per lenzuola e federe.

La Lotteria era stata annunciata alla popolazione tramite un manifesto:

Cittadini!

Il concittadino Ferdinando Tagliabue, per quanto residente a Milano, ha voluto dimostrare in modo tangibile il suo attaccamento e il suo amore filiale al natio paese offrendo al nostro Ospedale alcune nuovissime biciclette.

Questo Comitato Femminile, d'accordo con l'Amministrazione dell'Ospedale, ha pensato di approfittare del munifico dono per organizzare una Lotteria e così dar modo a tutta la popolazione di gareggiare con la bontà del signor Tagliabue e contribuire all'attrezzatura e alla provvista di letti per l'Ospedale nell'approssimarsi della sua riapertura.

Il Comitato, perchè la Lotteria sia degna delle tradizioni di Mariano e desti nel pubblico la migliore accoglienza e il maggior interesse, ha provveduto ad aggiungere alle biciclette preziosi premi offerti da Ditte e Privati, che verrANNO resi noti con successivo manifesti.

Il prezzo dei biglietti è stato fissato in £. 50 affinchè sia accessibile a tutti; ma ognuno può e deve commisurare il numero dei biglietti, sia con la più intensa propaganda, iniziativa che sarà il preludio della ripresa di un nuovo ciclo di attività del nostro Ospedale, il quale, completamente ricostruito negli stabili e rinnovato nell'attrezzatura, schiuderà le sue accoglienti sale a tutti coloro che avrANNO necessità di refrigerio alle loro sofferenze, conforto al proprio dolore, speranza di vita più serena nella ricuperata primitiva salute.

Marianesi!

Nessuno può rimanere assente, insensibile a questa manifestazione di bene: Tutti devono sentire l'orgoglio e l'onore di concorrere a dar nuova vita al nostro Ospedale, ad accendere la fiamma che arderà sempre viva e rutilante, pronta a riscaldare, a lenire, a molcere tutti noi nelle eventuali deprecate dolorose contingenze della vita e che illuminerà alle generazioni future tutto il bene che avremo fatto.

Per la ricorrenza del I° Maggio le Società Bocciofile locali, “La Marianese-Pro Mariano” e “N. Sauro”, programmano una gara internazionale per la V^ edizione della“Coppa Caduti Marianesi”.  Presidente del Comitato è il signor Alvise Restelli.

In occasione della Festa del Lavoro, in piazza sfila un folto corteo indetto dal Sindacato CGIL.

Dal cronista parrocchiale si apprende che viene allungato il salone Teatro dell’Oratorio Maschile di San Rocco: è restaurata la balconata pericolante, è rimesso a nuovo il palco, si rifANNO gli impianti di illuminazione e di riscaldamento, si realizzano due saloni laterali per il ritrovo ed i giochi dei ragazzi, due salette per le lezioni di dottrina. La spesa dell’intervento si aggira sui 10 milioni.

Ad Agosto si disputa la gara ciclistica riservata ai dilettanti“Gran Premio Industria e Commercio”. Il circuito, da ripetersi 80 volte, prevede il percorso dalla piazza Roma, via Volta, via XX Settembre, viale Stazione.

15 Giugno - Un telegramma firmato dal ministro alla P.I. on. Gonella comunica il riconoscimento legale della 3 ^ classe Media.

3 Ottobre - Inizia l’ANNO scolastico; nell’elenco degli insegnanti elementari figura la maestra Elsa Perazzoli. Gli alunni iscritti sono 782

In via Dosso Faiti iniziano i lavori per l’erezione delle Case Popolari previste con il cosiddetto “Piano Fanfani”, i cui lavori sono appaltati all’Impresa Edile Erba.

Dal servizio di informazioni della RAI si apprende che a Mariano nei primi sei mesi dell’ANNO si sono registrati 154 nuovi abbonamenti alla radio.

9 Dicembre - Il Provveditore agli Studi di Como comunica al Sindaco che dal Ministero è giunta l’autorizzazione all’apertura di una quarta classe ginnasiale. Il provvedimento non avrà esito poichè i pochi alunni interessati sono già stati iscritti presso altri Istituti delle province di Como e di Milano.

Verso la fine dell’ANNO da Roma giunge la notizia che il Ministero non ha approvato la spesa per la copertura della Roggia Vecchia. Se ne riparlerà negli anni successivi.

Abitanti 9.748 - nati 189 - morti 95